DON CENTOFANTI – VANGELO DI VENERDI 21 GIUGNO E COMMENTO

99

VANGELO – Mt 6,19-23 Venerdì 21 giugno 2024, San Luigi Gonzaga, religioso

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non accumulate per voi tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassìnano e rubano; accumulate invece per voi tesori in cielo, dove né tarma né ruggine consumano e dove ladri non scassìnano e non rubano. Perché, dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore.
La lampada del corpo è l’occhio; perciò, se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!».
***
Solo la grazia ci può sempre più persuadere concretamente e far sperimentare che sempre più uniti a Dio troviamo la vita con ogni bene mentre tutto ciò che cerchiamo, costruiamo, con le nostre forze, i nostri pensieri, rischia di rivelarsi precario, fonte di malesseri vari. Anche se Dio nella sua misericordia cerca sempre, con discrezione, di aiutarci. È bello che Gesù insegni che su questa via il cuore diventa sempre più semplice e trasparente, non si lascia più ingannare da mille fantasmi, confondere da mille umori, va sempre più dritto e spedito sulla via di Dio invece di incepparsi in tante cose che ritardano il venire di Dio con tutti i suoi beni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *