Iniziata la visita pastorale di Papa Francesco in Cile e Perù

4

Papa – E’ dunque in corso il viaggio pastorale di Papa Francesco in Cile e Perù.
Il pontefice oggi inizierà i suoi incontri nel paese sudamericano. L’ aereo con a bordo il Papa è decollato ieri mattina dall’aeroporto di Fiumicino alle 8.55 alla volta di Santiago del Cile, dove è giunto dopo quasi 16 ore di volo, intorno alla mezzanotte (le ore 20.10 locali).
All’arrivo all’aeroporto di Roma-Fiumicino il Papa è stato accolto da autorità religiose e civili. Sorridente, con la consueta borsa nera tenuta stretta nella mano sinistra ed appoggiandosi con la destra sul corrimano della scaletta dell’aereo, Papa Francesco ha raggiunto il portellone di ingresso del Boeing. Arrivato in cima, prima di entrare nell’aereo, ha salutato le due hostess ed il comandante del volo che lo stavano attendendo. Subito dopo, il Papa si e’ quindi voltato verso tutti gli altri presenti per salutarli con un cenno della mano.
Prima di lasciare il Vaticano in un tweet il Vescovo di Roma ha chiesto di essere accompagnato con la preghiera in questo suo viaggio in Cile e Perù.
Nessun discorso all’aeroporto della capitale cilena, nella cerimonia di benvenuto in quanto l’incontro con le autorità al Palazzo della Moneda è previsto per questa mattina.
A Santiago il Papa è stato ricevuto dal Presidente della Repubblica uscente, ma ancora in carica, la socialista Michelle Bachelet. Quindi il trasferimento alla Nunziatura apostolica, dove Francesco ha riposato in attesa dell’inizio degli incontri nel suo soggiorno a Santiago.
In Cile, oltre alla capitale, il Pontefice visiterà le citta’ di Temuco, a Sud, dove si intratterrà con le popolazioni indigene Mapuche, e Iquique, nel Nord minerario.
In Peru’, dove è atteso per giovedì sera visiterà la capitale Lima, quindi l’amazzonica Puerto Maldonado e Trujillo, sulla costa del Pacifico, colpita l’anno scorso dalle inondazioni di ‘El Nino’.
Il rientro a Roma è previsto per lunedi 22 Gennaio.

Mosignor Piñeiro, presidente dei vescovi del Perù, ha espresso la sua gioia per la visita del Papa in Perù non dimenticando di rammentare il dramma dei 16mila desaparecidos.
“Il Papa viene per ricordarci che in questa terra di San Martin de Porres e Santa Rosa da Lima dobbiamo vivere la solidarietà, accogliere tanti fratelli. Bisogna spezzare il centralismo della nostra organizzazione politica e sociale. Sono vescovo nella zona andina più povera, che ha conosciuto la violenza. Qui ad Ayacucho è nata la tragica dottrina maoista di Sendero Luminoso. Ci sono ancora 16 mila desaparecidos, c’è molto dolore. Questo è successo negli anni ‘80. Tutto questo ci aiuterà a portare il Perù a rinnovarsi spiritualmente.
Il tema “Uniti dalla speranza” (tema del viaggio papale) lo abbiamo proposto noi vescovi peruviani. Ci dividono tante cose: la geografia, l’ideologia ma c’è qualcosa che unisce tutti i figli del Perù: l’amore per Gesù, la profonda devozione per Maria e l’affetto per il Santo Padre. Abbiamo qui una forza molto grande, che è Dio. E abbiamo la speranza, che è la virtù che fra tutte le virtù ci parla della forza d’animo. E abbiamo bisogno di molta speranza perché ultimamente i partiti politici hanno creato molta tensione, innescato critiche, e da questo è scaturito anche uno scenario di violenza in alcuni posti. Per questo la visita del Papa ci invita a restare uniti, in comunione. È un tempo di grazia”.
Quello del Papa “È un viaggio di grande speranza. Anche il fatto di avere messo insieme Cile e Perù. Siamo Paesi fratelli che sono stati divisi per alcune divergenze sui confini territoriali nel passato. Ora però vediamo le cose in maniera diversa. I confini sono stati delineati. C’è molta speranza. A livello episcopale, ci riuniamo sempre con il Consiglio permanente di Perù, Cile e Bolivia, perché condividiamo tematiche molto simili: soprattutto quelle legate alle frontiere e la grande questione dell’immigrazione. Molti peruviani si sono trasferiti in Cile per cercare un miglioramento economico, a causa del problema del narcotraffico. Noi ci riuniamo sempre per condividere la Dottrina Sociale della Chiesa, per incoraggiarci nella speranza”.

Ma ecco nello specifico gli appuntamenti del Papa.

Oggi, Martedì 16 gennaio 2018, dalle 8.20 l’incontro con le Autorità, con la Società civile e con il Corpo Diplomatico nel Palacio de la Moneda
Dalle 9.00 la visita di cortesia al Presidente nel Salón Azul del Palacio de la Moneda
10.30 Santa Messa nel Parque O’Higgins
16.00 Breve visita al Centro Penitenciario Femenino di Santiago
17.15 Incontro con i Sacerdoti, Religiosi/e, Consacrati e Seminaristi nella Cattedrale di Santiago
18.15 Incontro con i Vescovi nella Sagrestia della Cattedrale
19.15 Visita privata al Santuario di San Alberto Hurtado, SJ seguito dall’incontro privato con i Sacerdoti della Compagnia di Gesù

Mercoledì 17 gennaio 2018 SANTIAGO-TEMUCO-SANTIAGO

8.00 Partenza in aereo dall’Aeroporto di Santiago per Temuco
10.30 Santa Messa nell’Aeroporto di Maquehue
12.45 Pranzo con alcuni abitanti dell’Araucanía nella Casa “Madre de la Santa Cruz”
15.30 Partenza in aereo dall’Aeroporto di Temuco per Santiago
17.00 Arrivo all’Aeroporto di Santiago
17.30 Incontro con i giovani nel Santuario di Maipú
18.30 Trasferimento in auto chiusa alla Pontificia Università Cattolica del Cile
19.00 Visita alla Pontificia Università Cattolica del Cile

Giovedì 18 gennaio 2018 SANTIAGO-IQUIQUE-LIMA
08.05 Partenza in aereo dall’Aeroporto di Santiago per Iquique
10.35 Arrivo all’Aeroporto internazionale di Iquique
11.30 Santa Messa nel Campus Lobito
14.00 Pranzo con il Seguito Papale nella “Casa de retiros del Santuario Nuestra Señora de Lourdes” dei Padri Oblati
16.45 Arrivo all’Aeroporto di Iquique ed a seguire la cerimonia di congedo
17.05 Partenza in aereo dall’Aeroporto di Iquique per Lima
PERÙ
17.20 Arrivo all’Aeroporto di Lima con la cerimonia di benvenuto

Venerdì 19 gennaio 2018 LIMA-PUERTO MALDONADO-LIMA
08.30 Partenza in aereo da Lima per Puerto Maldonado
10.15 Arrivo all’Aeroporto di Puerto Maldonado
10.30 Incontro con i popoli dell’Amazzonia nel Coliseo Regional Madre de Dios
11.30 Incontro con la popolazione nell’Istituto Jorge Basadre
12.15 Visita all’Hogar Principito
13.15 Pranzo con i rappresentanti dei popoli dell’Amazzonia nel Centro Pastorale Apaktone
14.35 Partenza in aereo per Lima
16.10 Arrivo all’Aeroporto di Lima
16.20 Visita alla Cappella della Base Aerea
16.45 Incontro con le Autorità, con la Società civile e con il Corpo Diplomatico nel Cortile d’Onore
17.15 Visita di cortesia al Presidente nel Salone degli Ambasciatori del Palacio de Gobierno
17.55 Incontro privato con i membri della Compagnia di Gesù nella chiesa di San Pedro

Sabato 20 gennaio 2018 LIMA-TRUJILLO-LIMA
07.40 Partenza in aereo per Trujillo
09.10 Arrivo all’Aeroporto di Trujillo
10.00 Santa Messa sulla spianata costiera di Huanchaco
12.15 Giro in papamobile nel quartiere “Buenos Aires”
15.00 Breve visita alla Cattedrale
15.30 Incontro con i Sacerdoti, Religiosi/e, Seminaristi delle Circoscrizioni Ecclesiastiche del Nord del Perù nel Colegio Seminario San Carlos y San Marcelo
16.45 Celebrazione Mariana – Virgen de la Puerta nella Plaza de Armas
18.15 Partenza in aereo per Lima
19.40 Arrivo all’Aeroporto di Lima

Domenica 21 gennaio 2018 LIMA- ROMA
09.15 Preghiera dell’Ora Media con Religiose di vita contemplativa nel Santuario del Señor de los Milagros
10.30 Preghiera alle Reliquie dei Santi peruviani nella Cattedrale di Lima
10.50 Incontro con i Vescovi nel Palazzo Arcivescovile
12.00 Angelus nella Plaza de Armas
12.30 Pranzo con il Seguito Papale nella Nunziatura Apostolica
16.15 Santa Messa nella Base Aerea “Las Palmas”
18.30 Arrivo in aeroporto e cerimonia di congedo
18.45 Partenza in aereo per Roma/Ciampino

Lunedì 22 gennaio 2018 ROMA
14.15 Arrivo all’Aeroporto di Roma/Ciampino

Sia il Cile che il Perù sono stati visitati in precedenza da Papa Giovanni Paolo II: il Cile nel 1987, il Peru’ due volte, nell’85 e nell’88. Papa Francesco ha vissuto un anno e mezzo in Cile nel noviziato dei Gesuiti e prima di diventare Papa ha visitato anche il Perù.

Raffaele Dicembrino




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *