Papa – E’ in corso il viaggio ecumenico del Pontfice in Bulgaria e Macedonia del Nord

2

Papa – E’ in corso il viaggio ecumenico di Papa Francesco in Bulgaria e Macedonia del Nord che si concluderà nella serata di domani. Molti i momenti importanti e toccanti del viaggio di Papa Francesco.

Oggi il Pontefice, nella tappa a Rakovski, ha celebrato la Santa Messa e somministrato il sacramento della Prima Comunione per 245 bambini di tutto il Paese. E’ la prima volta che questo accade durante un suo viaggio apostolico.

Gesù, ha spiegato Papa Francesco, ha fatto un atto “immenso di amore” per salvare l’umanità “di tutti i tempi”. È rimasto nella tomba tre giorni, ma noi sappiamo – ce lo hanno assicurato gli Apostoli e molti altri testimoni che lo hanno visto – che Dio Padre e suo Padre e nostro, lo ha risuscitato. E ora Gesù è vivo ed è qui con noi, perciò oggi lo possiamo incontrare nell’Eucaristia. Non lo vediamo con questi occhi, ma lo vediamo con gli occhi della fede.

Ricordando il brano evangelico di Giovanni, in cui Gesù moltiplica cinque pani e due pesci, con un miracolo cominciato “dalle mani di un bambino” che aveva portato ciò che aveva, il Pontefice ha rivolto ai bambini il saluto augurale che si usa anche in Bulgaria nel tempo pasquale: “Cristo è risorto”. Questo saluto è l’espressione della gioia di noi cristiani, discepoli di Gesù, perché Lui, che ha dato la vita per amore sulla croce per distruggere il peccato, è risorto e ci ha resi figli adottivi di Dio Padre. Siamo contenti perché Egli è vivo e presente tra noi oggi e sempre.

Con le tuniche bianche i piccoli sono vestiti “a festa”, perché “la Prima Comunione è innanzi tutto una festa, in cui celebriamo Gesù che – ha rammentato – ha voluto rimanere sempre al nostro fianco e che non si separerà mai da noi”. Festa che è stata possibile grazie ai nostri padri, ai nostri nonni, alle nostre famiglie e alle nostre comunità che ci hanno aiutato a crescere nella fede.

State vivendo davvero una giornata in spirito di amicizia, spirito di gioia e fraternità e spirito di comunione tra di voi e con tutta la Chiesa che, specialmente nell’Eucaristia, esprime la comunione fraterna tra tutti i suoi membri ha aggiunto rivolgendosi ai bambini.

Ricordatevi che quello odierno è l’appuntamento della Prima Comunione e non dell’ultima Comunione, ricordatevi che Gesù vi aspetta sempre. Perciò, vi auguro che oggi sia l’inizio di molte Comunioni, perché il vostro cuore sia sempre come oggi, in festa, pieno di gioia e soprattutto di gratitudine. Prima di dare personalmente la Comunione, sotto le due specie, a ciascuno dei 245 bambini, come un parroco nella Messa dedicata ai più piccoli, li ha esortati a non pensare “ad altro”, ma a ricevere il corpo di Cristo “in silenzio”, anche le prossime volte, quando “prima di venire” perdoneranno anche coloro con cui forse avranno litigato.

Dopo il saluto di monsignor Gheorghi Ivanov Jovcev, vescovo di Sofia e Plovdiv, che ha assicurato come i bambini abbiano compreso che la strada del volere bene a Gesù e al prossimo non deve essere percorsa per un giorno solo ma per tutta la vita, la benedizione e il ringraziamento di Papap Francesco per i presenti, dai vescovi alle famiglie, e anche per coloro che non hanno potuto partecipare, in particolare “i malati e gli anziani”. La “viva riconoscenza” del Papa anche alle autorità del Paese e a tutti coloro che hanno contribuito alla preparazione e all’organizzazione della celebrazione e alla “buona riuscita” della sua visita in Bulgaria. La cerimonia si è conclusa con un festoso saluto ai piccoli e il lancio di petali di rose bianche e gialle.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *