Papa Francesco ed il rientro dal Bahrein

54

Papa – Papa Francesco è rientrato a Roma dal Regno del Bahrein, dove si è svolto il 39.mo viaggio internazionale del suo pontificato. Primo Pontefice a visitare il “Regno dei due mari”, il Papa ha lasciato il Paese mediorientale questa mattina quando, intorno alle 13.16 (ora locale), l’aereo papale è decollato dalla Sakhir Air Base di Awali, seconda città del Paese e teatro di alcuni degli incontri di questi giorni di visita, caratterizzata dai temi del dialogo, della fraternità, del rispetto e della pace, come pure dalla richiesta che tacciano le armi nel mondo. L’arrivo a Roma-Fiumicino è avvenuto dopo quasi sei ore di volo, alle 16.37.

Il telegramma al re del Bahrein

Prima di lasciare il Bahrein, Francesco ha indirizzato un telegramma al re Hamad bin Isa Al Khalifa, per esprimere ancora una volta la sua “gratitudine per l’ospitalità” offertagli durante il soggiorno nel Paese e rinnovare “l’assicurazione” delle sue preghiere per il re e per tutti nel Regno.

Il messaggio al presidente italiano Mattarella

Il Boing-787 della Gulf Air, ha sorvolato il Kuwait, l’Iraq, la Turchia, la Grecia e l’Albania e rientrando infine in Italia. Durante il viaggio, Papa Francesco ha fatto pervenire dei telegrammi ai rispettivi Capi di Stato in cui ha assicurato le sue preghiere e inviato benedizioni di pace, unità e prosperità ad ogni Paese.

Nel telegramma al presidente italiano, Sergio Mattarella, il Papa ha scritto di aver potuto incontrare in Bahrein “la comunità cristiana composta da persone provenienti da diversi Paesi, come pure rappresentanti di varie etnie, religioni e culture, esortando a proseguire nella convivenza fraterna e pacifica”. Quindi ha assicurato “una speciale preghiera per l’intera diletta nazione italiana”.

La partenza

Il Papa, questa mattina, era arrivato all’aeroporto a bordo della 500, ed era entrato entrato appoggiandosi ad un bastone, accolto e salutato nella Royal Hall dal re Hamad bin Isa Al Khalifa, dal Principe ereditario e primo ministro, Salman bin Hamad Al Khalifa, da altri tre figli del Re, da un nipote e dal Grande Imam di al-Azhar, Al-Tayyeb. Così come nella cerimonia dell’arrivo Francesco e i Reali hanno salutato le rispettive delegazioni.

L’incontro con un gruppo di pellegrini cattolici

Questa mattina, nella residenza che lo ha ospitato, il Papa ha salutato il Ministro della Giustizia del Bahrein, Capo del Comitato d’Onore e, per questo, presente agli eventi di questi giorni a nome del Paese. In precedenza, Francesco aveva incontrato in una sala dell’antica Chiesa del Sacro Cuore, un gruppo di una decina di pellegrini cattolici provenienti da quest’area geografica. Francesco, dopo averli ringraziati per la loro testimonianza, in comunione con tutta la Chiesa, ha consigliato loro di non cessare di affidarsi alla preghiera e di non perdere il senso dell’umorismo, “il sorriso del cuore”. Il Papa, commosso, ha quindi dato loro la sua benedizione e li ha salutati individualmente.