Vaticano – Giornata Mondiale della Gioventù – Il Papa è giunto a Panama

Panama – Nel momento in cui mi accingo a partire per Panama in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù, animato dal vivo desiderio di incontrare i giovani provenienti da tutto il mondo nel segno della fede e della speranza, mi è gradito rivolgere a lei, signor Presidente, e a tutti gli italiani il mio affettuoso e cordiale saluto che accompagno con fervidi auspici di serenità e di concorde impegno per il bene comune”. Queste le parole di Papa Francesco in un telegramma inviato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione del suo viaggio apostolico verso Panama per la Giornata Mondiale della Gioventù.

L’aereo con a bordo il Papa, lasciata l’Italia, prima di giungere a Panama, ha sorvolato Francia, Spagna, Portogallo (Azzorre), Usa e Portorico, Repubblica Dominicana, Antille olandesi e Colombia ed è giunto a destinazione intorno alle 22.30 ora italiana.

Il Papa è infatti partito con un volo Alitalia alle 9.51, e atterrerà a Panama quasi 13 ore dopo, alle 16.30 locali.  In un tweet il Papa ha chiesto di “pregare per questo evento molto bello e importante nel cammino della Chiesa”.

Il Pontefice, come di consueto a bordo di un’utilitaria del Vaticano, ha varcato alle 9.25 una delle porte carrabili dello scalo romano per raggiungere subito dopo la piazzola di parcheggio riservata all’aereo Alitalia, un Airbus A330. A salutare il Pontefice, autorità religiose e civili. Con la borsa nera tenuta nella mano sinistra, appoggiandosi con la destra sul corrimano della scaletta dell’aereo, Papa Francesco ha quindi raggiunto il portellone di ingresso del velivolo. Da qui, come ha già fatto anche in altre occasioni, prima di entrare all’interno, ha salutato le due hostess ed il comandante del volo che lo stavano aspettando, quindi si è voltato verso le autorità presenti per salutarle, sorridendo e con un cenno della mano.

Il primo viaggio di Francesco nel 2019, che lo porta nuovamente in America Latina, ha una ‘dimensione mariana’, in quanto il motto di questa 34.ma Giornata Mondiale della Gioventù è: “Ecco la serva del Signore; avvenga per me secondo la tua parola”. La prima giornata del viaggio apostolico è oggi interamente dedicata al trasferimento aereo, mentre da stamane saranno molteplici ed interessanti gli appuntamenti del Pontefice.

All’aeroporto internazionale di Tocumen di Panama, Papa Francesco è stato accolto dal Presidente della Repubblica Juan Carlos Varela e le autorità religiose e civili. Subito dopo il Papa si è trasferito presso la nunziatura apostolica, dove alloggerà per tutta la durata della visita, fino a domenica 27: lungo i 28 km del percorso, che Francesco ha effettuato anche con la ‘papamobile’ aperta, c’è stato il primo bagno di folla nella capitale centro-americana dove sono giunti migliaia di giovani. Sono 150mila gli iscritti alla Giornata Mondiale della Gioventù ma agli eventi conclusivi il numero di giovani è destinato a lievitare.

Oggi è prevista la cerimonia di benvenuto presso il Palazzo presidenziale con la visita di cortesia al Presidente della Repubblica panamense. Seguirà l’incontro con le autorità, con il Corpo diplomatico e con i rappresentanti della società civile e l’incontro con i vescovi centroamericani nella chiesa di san Francesco de Asis. Nel pomeriggio la cerimonia di accoglienza a apertura della Gmg nel Campo Santa Maria La Antigua dove venerdì 25 Papa Francesco presiederà la Via Crucis con i giovani. Sabato mattina il Papa celebrerà la Santa Messa con la dedicazione dell’altare della Cattedrale Basilica Santa Maria La Antigua di Panama, alla presenza di sacerdoti, consacrati e movimenti laicali. Quindi il pranzo con i giovani nel seminario maggiore San Josè con l’arcivescovo di Panama e con 10 giovani di varie nazionalità presenti alla Gmg. In serata  la Veglia con i giovani nel Campo San Juan Pablo II dove domenica mattina celebrerà la Santa Messa che concluderà la Giornata panamense. Prima di rientrare a Roma dall’aeroporto internazionale di Tocumen, Papa Francesco incontrerà i volontari della Gmg nello Stadio Rommel Fernandez Juan Diaz. L’arrivo a Roma è previsto alle 11.50 di lunedì 28 Gennaio.

L’incontro con i giovani di un carcere minorile e quello con i giovani malati di Aids saranno alcuni dei momenti a margine della Gmg ma tra i più significativi del viaggio apostolico di Papa Francesco a Panama. Venerdì 25 gennaio infatti, il Pontefice si recherà nel “Centro de Cumplimento de Menores Las Garzas de Pacora”, dove incontrerà 200 giovani detenuti. In questa occasione confesserà alcuni giovani detenuti nei confessionali realizzati da alcuni di loro, come segno della vicinanza di Francesco a quei giovani che non possono partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù. Domenica 27 gennaio, giorno conclusivo della Gmg e del suo viaggio, il Papa si recherà nella Casa Hogar del Buon samaritano, per incontrare giovani disabili e malati di Aids.

Verrò in Giappone a novembre, preparati: è quanto ha detto il Papa sul volo verso Panama, rispondendo ad un giornalista giapponese che gli chiedeva se aveva in programma un viaggio nel suo Paese. Francesco ha detto di voler andare anche in Iraq, ma che i vescovi locali dicono che al momento non è garantita la sicurezza necessaria.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *