VOLLEY – LA COPPA ITALIA DI A1 VA A CONEGLIANO

241

VOLLEY – L’Allianz Vero Volley Milano esce sconfitta nell’ultimo atto della Coppa Italia Frecciarossa 2024. Ad aggiudicarsi la competizione è stata la Prosecco Doc Imoco Conegliano, vincitrice del trofeo per la quinta volta consecutiva – sesta assoluta -, al termine di un match conclusosi per 3-2 (25-21; 22-25; 25-19; 19-25; 15-10) nel sold-out del Pala Trieste. Nonostante una ottima partita, combattuta e tesa fino alla fine, la prima squadra femminile del Consorzio lotta ma senza riuscire ad aver la meglio delle venete al termine di quasi due ore e mezza di emozioni senza fine.

 

Confermato in toto il sestetto per Gaspari dopo la semifinale con Scandicci: avanti, dunque, con Orro – Egonu come diagonale palleggiatore opposto, coppia di schiacciatrici composta da Sylla e DaalderopRettke-Folie come centrali e Castillo libero.

 

E’ di Folie, con un bel primo tempo su alzata di Orro, il punto inaugurale del match per Milano (1-1). Le venete tentano subito lo strappo iniziale, propiziato da qualche imprecisione di troppo nell’attacco meneghino (6-3). Conegliano aumenta il distacco a 4 lunghezze (10-6), prima del time-out chiamato da Gaspari. Egonu e Daalderop sono brave a trovare un paio di diagonali molto angolate, ma il punteggio vede sempre Imoco avanti (16-10). Lubian e Haak attaccano con decisione, Castillo tiene in ricezione e difesa ma Milano non riesce a trovare la marcia giusta in questo primo set (20-13). Orro è ottima al servizio con il suo primo ace del match, Egonu prende il giusto tempo per il monster block (21-15). La Vero Volley prende coraggio, sfrutta benissimo il turno al servizio di Sylla rientrando prepotentemente in partita fino al -2 (21-19): time-out per coach Santarelli. La partita si accende ma, sul finale, Conegliano è più lucida e si assicura il primo set per 25-21.

 

Milano aggredisce bene il secondo gioco, mettendo subito a segno il break, guidata dalle fiammate di Egonu (4-6). Conegliano è poco precisa al servizio, al contrario delle meneghine che non solo spingono forte in battuta ma sono anche continue in attacco, mantenendo i due punti di distacco (10-12). Orro attacca con decisione da vero capitano, mentre Rettke è abile a mettere a segno la fast (12-15). Conegliano torna in scia (14-15), ma ci pensa subito Egonu a ricacciare indietro le avversarie sul -2. Le venete trovano brillantezza offensiva, impattando sul 17-17. Entrano Heyrman e Cazaute, con la belga che con un’ottima difesa propizia il primo tempo vincente di Rettke (18-19). Ancora Heyrman grande protagonista con uno stupendo monster block che regala il break a Milano (20-22): sospensione tecnica chiamata da coach Santarelli. Gli ultimi punti sono in mano a Egonu: splendido lungolinea e palla corta del 21-24, prima che l’errore in battuta di Conegliano consegni il set nelle mani di Milano.

 

Conegliano innesta subito le marce alte a inizio del terzo set, mettendo un gap di 5 punti nei confronti delle milanesi (6-1). Milano si affida agli attacchi delle sue centrali Heyrman-Rettke, ma la squadra di Santarelli accelera violentemente toccando il +6 (10-4). Gaspari richiama a sé le sue ragazze per un time-out. Nel momento di difficoltà Orro mette la palla nelle mani di Egonu, brava a scaricare a terra una diagonale potentissima (14-7). Le meneghine alzano il ritmo in difesa, andando splendidamente a muro e tornando a 5 punti di distacco (15-10). Milano tenta coraggiosamente la rimonta, ma il vantaggio delle venete è importante (20-14). Sylla ed Egonu prendono possesso della scena in attacco, permettendo alla Vero Volley di tornare in partita (21-17). Il videocheck ravvisa il tocco a muro di Heyrman per il set point di Conegliano, finalizzato dalla schiacciata di Plummer per il 2-1 (25-19).

 

Bajema subito a segno in apertura del quarto gioco, grazie al mani-out (0-1). La schiacciatrice americana impatta bene il match, difendendo bene sugli attacchi avversari e risultando anche precisa in attacco, con Milano avanti nel punteggio (5-7). Egonu a segno con il mani-out, massimo vantaggio per la Vero Volley (6-9) e time-out per Santarelli. Rientra in campo Folie e si fa subito notare con uno stupendo monster block ai danni di Haak (8-11). Conegliano torna in scia (12-13), le meneghine le ricacciano indietro ma subiscono la rimonta con una parallela velenosa di Cook: 15-16 e time-out Gaspari. Sospensione tecnica che permette alle milanesi di ritrovare il focus giusto, uscendo dalla panchina con energia, permettendo di allungare nuovamente sul +4 (16-20). Egonu sale nuovamente in cattedra, segnando l’ace nel momento decisivo per lasciare Milano saldamente al comando (18-23). E’ sempre l’opposto veneto a prendersi la responsabilità quando la palla scotta; altro mani-out e set-point Milano, capitalizzato grazie a una meravigliosa Sylla (19-25): si decide tutto al tie-break.

 

Egonu subito protagonista con i primi due punti milanesi del quinto set (2-2). Conegliano si porta avanti con Cook, ma è lesta la reazione di Milano con Egonu e il muro di Folie per il break, sigillato dal mani-out di Sylla (4-6). L’Imoco non getta la spugna, impatta il match e all’inversione è avanti di due punti (8-6). Sylla riavvicina Milano grazie a un pallonetto di grande intelligenza (9-8). L’Allianz Vero Volley Milano accusa la fatica e diventa meno lucida, commettendo qualche imprecisione in attacco e in ricezione che mandano le avversarie sul 13-10. Conegliano si porta sul match point dopo un tocco di linea fischiato a Milano. Sull’azione successiva, la medesima infrazione ravvisata dal giudice di linea, consegna la vittoria alla Prosecco Doc Imoco Conegliano per 15-10.

 

MVP del match la palleggiatrice dell’Imoco, Joanna Wolosz. Top scorer del match Paola Egonu, autrice di una partita da 35 punti; in doppia cifra, per le milanesi, anche Sylla e Rettke con 10 e 12 punti.

 

Non ci sarà tempo, però, per riposare. Infatti, l’Allianz Vero Volley Milano è subito attesa dalla trasferta di CEV Champions League, in programma martedì 20 febbraio alle ore 18:00, contro il LKS Commercecon Lodz alla Lodz Sport Arena.

LE DICHIARAZIONI


Alessia Orro (Capitano Allianz Vero Volley Milano): “Dobbiamo avere pazienza, voglia e carattere per rialzarsi dopo questa sconfitta. Abbiamo un’altra partita molto importante tra due giorni e domani partiremo per la Polonia. Sarà fondamentale rimanere lucidi di testa e sfruttare tutte le energie che ci sono rimaste in corpo”.

Marco Gaspari (Coach Allianz Vero Volley Milano): “Siamo amareggiati. Faccio un grande applauso alla squadra per come ci siamo rimboccati le maniche dopo queste due settimane difficili. Non era semplice giocare una semifinale con una formazione di livello come è andata bene sul primo aspetto, meno sul secondo. Dispiace perché avevamo iniziato bene il tie-break, ma abbiamo commesso troppi errori diretti che con Conegliano alla fine paghi. Usciamo delusi e arrabbiati. Abbiamo fatto dei passi in avanti, ma non dobbiamo accontentarci; ho una convinzione della mia squadra enorme e lo stiamo dimostrando. Torneremo in palestra per spingere al massimo, per regalare a questo club la soddisfazione di un trofeo che merita per la crescita vista in questi anni”.