Calcio – Curiosità e formazioni sulla 9 giornata di Serie A

32

Calcio – Neppure il tempo di finir di commentare le coppe europee ed eccoci nuovamente pronti ad immergerci nel campionato di serie A, sempre più anomalo ma anche sempre più combattuto.

SASSUOLO-INTER, sabato ore 15

De Zerbi ha dichiarato che per Ciccio Caputo non ci sono speranze: salta l’Inter, così come Defrel. Diverso il discorso per Djuricic che sembra potercela fare. Berardi sta bene. In difesa Marlon scalza Chiriches, Rogerio favorito sulla corsia di sinistra. A centrocampo Locatelli e Maxime Lopez, mentre nel trio dietro a Raspadori ci dovrebbero essere Berardi, Djuricic (in caso è pronto Traoré) e Boga.

Nell’Inter, Conte e i suoi devono cancellare la sconfitta interna col Real. Momento delicato per i nerazzurri che hanno un impegno molto complicato anche in campionato. Conte sta pensando a qualche rotazione come ad esempio sulle corsie esterne con Darmian e Perisic che potrebbero essere della partita ma siamo alle ipotesi. Dietro ci dovrebbero essere i ritorni di Skriniar e de Vrij mentre in attacco favorito Lautaro. Pare ancora presto invece per buttare nella mischia fin da subito Sensi. Per Brozovic tampone negativo e Sassuolo nel mirino.

BENEVENTO-JUVENTUS, sabato ore 18

Nel Benevento, scontate le due giornate di squalifica, Caprari torna a disposizione di Pippo Inzaghi, che gli riserverà una maglia da titolare. Con Dabo ancora indisponibile, il centrocampo che ha battuto la Fiorentina dovrebbe trovare conferme anche contro la Juventus. Davanti Lapadula favorito. In difesa acciaccato Letizia, ma torna Foulon.

Nella Juventus Pirlo regala un turno di riposo per Ronaldo, in attacco ci saranno Morata e Dybala. Recuperato Leonardo Bonucci, che sarà tra i convocati di Pirlo e dovrebbe partire titolare al fianco di de Ligt. In difesa è assente Demiral, che si è fermato per un problema al polpaccio. Alex Sandro terzino sinistro, sull’altra corsia Danilo favorito su Cuadrado. In mediana Kulusevaski a destra e Chiesa sul versante opposto.

ATALANTA-VERONA, sabato ore 20:45

Dopo l’impresa di Anfield , l’Atalanta vuole riprendere il discorso vittoria anche in campionato. Depaoli, con tutta probabilità, sarà indisponibile. Da verificare invece il possibile rientro di Pasalic. Preoccupano le condizioni di Romero e Gosens: l’argentino ha ancora problemi all’adduttore mentre Gosens è uscito mercoledì zoppicando. A sinistra si candida Ruggeri mentre in difesa maglia da titolare pronta per Palomino. Possibile anche un tandem Gomez-Miranchuk alle spalle dell’unica punta tutta da decifrare.

Non c’è pace per Juric e il suo Verona che ogni settimana deva aggiornare la lista degli indisponibili. Per un Faraoni tornato a disposizione, c’è infatti un Kalinic che ha rimediato una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra. Con il probabile rientro a destra di Faraoni ci sarà un effetto domino: Tameze tornerà a centrocampo mentre Barak si posizionerà sulla trequarti al fianco di Zaccagni a supporti di Sam Di Carmine.

LAZIO-UDINESE, domenica ore 12:30

Lazio, tornano Milinkovic e Luiz Felipe

Nella Lazio gli attesi ritorni di Milinkovic  Luis Felipe. Stop di 15 giorni invece per Muriqi. Davanti si va verso la solita coppia Immobile-Correa mentre in mediana Marusic cerca spazio. Il montenegrino può essere impiegato sia a destra che a sinistra e quindi sia Lazzari che Fares sono a rischio turnover.

Nell’Udinese Deulofeu e Mandragora cercano spazio dal primo minuto. L’iniziale apprensione per Kevin Lasagna, che in Coppa Italia ha accusato un problema al ginocchio, è rientrata. L’’azzurro ha rimediato una forte contusione e nulla più.  Pussetto e Okaka paiono destinati a farsi compagnia nel reparto d’attacco bianconero.

BOLOGNA-CROTONE, domenica ore 15

In infermeria pr il Bologna restano Dijks, Skov Olsen e Santander. Il resto della rosa è tutta a disposizione di Sinisa Mihajlovic. Medel potrebbe strappare una maglia da titolare. Il cileno può agire in mediana ma all’occorrenza anche in difesa: Danilo e Tomyasu stanno facendo gli straordinari e magari necessitano di un turno di riposo (occhio anche all’opzione Paz). Davanti può tornare Sansone, o al posto di Palacio con Barrow punta oppure proprio al posto del gambiano che nelle ultime uscite di campionato ha brillato ad intermittenza.

Si profila una doppia assenza in casa Crotone. Stroppa ha recuperato Luperto, reduce dal turno di squalifica, e dovrebbe anche avere a disposizione Golemic. In mezzo al campo mancherà Luca Cigarini. Il centrocampista ha accusato un risentimento muscolare al polpaccio. Pronto quindi Petriccione. Anche Rispoli è fuori causa per via di un problema al ginocchio. Rientra invece Molina. Attacco sempre guidato dal duo Simy-Messias.

MILAN-FIORENTINA, domenica ore 15

Romagnoli  tornerà titolare domenica pomeriggio? Davanti mancherà Ibra. La domanda non è chi giocherà al suo posto… bensì chi giocherà al posto di quello che giocherà al posto di Ibra? Il terminale offensivo sarà infatti Rebic ma le opzioni come trequartista esterno sinistro sono tante. Detto che Leao è ancora in dubbio, il portoghese non è l’unica opzione. A destra da verificare Saelemaekers ma pronto Castillejo. Hauge, Krunic e lo spostamento di Brahim Diaz sono le alternative per riempire la casella di esterno d’attacco.

Buone notizie per Cesare Prandelli e la sua Fiorentina. Dopo essere uscito anzitempo nella sfida contro il Benevento, Ribery è stato sottoposto ad accertamenti che non hanno evidenziato lesioni. Insieme al francese c’era da monitorare la situazione di Bonaventura (problema alla caviglia), Venuti e Callejon. Tutti e quattro però si sono già riuniti al resto del gruppo e la loro disponibilità non pare a rischio.

Assenza sicura nell’attacco del Cagliari dopo che il ‘Cholito’ Simeone è risultato positivo al Covid-19. La rete in coppa Italia mette anche Cerri, fresco di rinnovo, nei candidati per un posto in attacco anche se il favorito resta Pavoletti. Klavan è tornato a disposizione così come Nandez che ritrova una maglia da titolare. Ballottaggio Sottil-Ounas per il terzo posto nel tridente d’attacco.

La lista degli indisponibili nello Spezia resta ancora bella lunga ma almeno Italiano ha ritrovato Ferrer e Bartolomei, rientrati in gruppo anche se non ancora al 100%. Maggiore è stato grande protagonista in Coppa Italia, chissà che non si candidi anche per una maglia da titolare in campionato. In attacco ballottaggio Agudelo-Farias con il primo favorito. Gyasi e Nzola completeranno il tridente dei liguri.

NAPOLI-ROMA, domenica ore 20:45

Nel Napoli anti-Roma certa l’assenza di Bakayoko, fermato per un turno dal giudice sportivo dopo il rosso rimediato contro il Milan.  Se il tecnico azzurro mantenesse in 4-2-3-1 ecco che Lobotka potrebbe agire al fianco di Fabian Ruiz. Zielinski si candida per il ruolo di trequartista ma con Politano e Insigne esterni, il polacco deve vincere il ballottaggio non semplice con Lozano. Ottimismo per il recupero di Osimhen, reduce da un problema alla spalla.

Ibanez, Smalling, Mancini. Sarebbe questa la difesa titolare della squadra giallorossa ma per domenica c’è un punto di domanda su tutti e tre. In Europa Fonseca ha schierato Spinazzola e Juan Jesus ma contro il Napoli il portoghese spera nel rientro del terzetto titolare. I tre hanno fatto svolto parte del lavoro in gruppo e come detto, Fonseca conta di averne almeno due per domenica sera (più Cristante). Mancini ha ancora qualche problema all’adduttore, Ibanez al flessore. Davanti può tornare Edin Dzeko.  In porta ci sarà Mirante

TORINO-SAMPDORIA, lunedì ore 18:30

In Coppa Italia Torino vittorioso contro la Virtus Entella. Le varie assenze hanno costretto Giampaolo a continuare con il 3-5-2, sistema che potrebbe trovare ulteriore conferma contro la Sampdoria. Senza un trequartista puro, Lukic è out e Verdi è in forte dubbio, l’alternativa è un 4-4-2. Davanti Belotti dovrebbe farcela a recuperare. A fargli compagnia ci sarà con tutta probabilità Zaza. In caso di 3-5-2 a sinistra se la giocano Ansaldi e Rodriguez.

Rientri importanti per la difesa della Samp di Claudio Ranieri. Augello e Tonelli hanno scontato la giornata di squalifica. Entrambi saranno titolari a Torino con Yoshida e Bereszynski a completare il pacchetto arretrato. In mediana c’è Jankto favorito per un posto a sinistra. Con l’inserimento di Ramirez, Thorsby tornerà in mezzo al campo e Candreva a destra con Adrien Silva che verosimilmente perderà la maglia da titolare conquistata nella sconfitta interna contro il Bologna.

GENOA-PARMA, lunedì ore 20:45

Nel Genoa cambio forzato tra i pali. Perin è sia squalificato che infortunato. Marchetti ritrova la titolarità tra i pali. Out invece Biraschi che ha accusato un problema alla spalla. Maran recupera invece Pjaca e Rovella. Forte della vittoria nel derby di coppa, Scamacca e compagni provano a uscire dalla zona bassa della classifica. Ghiglione e Pellegrini saranno gli esterni difensivi. Zajc potrebbe avere un’altra chance sulla trequarti.

Nel Parma un solo dubbio per Liverani che deve decidere il vice Hernani. Settimana scorsa c’erano Sohm e Cyrien nella formazione di partenza ma entrambi potrebbero accomodarsi in panchina. Scozzarella e Brugman sperano in una promozione come centrali di centrocampo. Parma che infatti dovrebbe tornare con la difesa a 4 vista l’indisponibilità di Pezzella. Con Iacoponi a destra ci sarà Gagliolo sul versante opposto.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *