Calcio – Europa League: Lazio con Marsiglia e Eintracht, il Milan pesca Olympiacos e Betis

427

Calcio – Europa League . La Lazio e la fortuna continuano a cercarsi senza trovarsi. Dopo la sconfitta beffarda con l’Inter che le ha tolto la Champions League eccola testa di serie in un girone insidioso con partite che si preannunciano dure ed impegnative. Come non ricordare le gesta della squadra dell’ex romanista Rudi Garcia giunto in finale della scorsa edizione con l’Atletico Madrid. Il club francese trainato a centrocampo dal neo-arrivato Kevin Strootman, rievoca ricordi dolci in Simone Inzaghi che il 14 marzo di 18 anni fa divenne il primo (e unico) italiano a segnare quattro gol in una partita di Champions League eguagliando il record appartenuto fino ad allora al solo Marco Van Basten. Finì 5-1 per i biancocelesti con l’Olympique che uscì dall’Olimpico con le ossa rotte. Non va meglio nemmeno col sorteggio della terza fascia dove bisogna evitare le tedesche e la Lazio, come una calamita, ha attirato probabilmente la più pericolosa, quell’Eintracht Francoforte che lo scorso anno ha soffiato la coppa di Germania al Bayern Monaco. Infine l’Apollon, squadra cipriota che, battendo il Basilea nell’ultimo turno dei playoff, ha di fatto permesso alla Lazio di essere inserita in prima fascia. Un girone duro, anzi durissimo ma alla Lazio ed ai suoi tifosi non sono mai piaciute le cose facili.

Ed il Milan? Per lui situazione completamente diversa. Partendo dalla seconda fascia, evita le big inglesi Arsenal e Chelsea e trova i greci dell’Olympiacos, gli spagnoli del Betis Siviglia e i lussemburghesi del Dudelange.
I rossoneri tornano in Grecia dopo aver affrontano l’AEK Atene lo scorso anno, trovando l’Olympiacos, non nel miglior periodo della sua storia. L’ostacolo più insidioso sembra essere il Betis Siviglia, vera e propria insidia della terza fascia, Sguardo sereno rivolto alla quarta fascia dove i milanesi trovano la debuttante del torneo, la piccola Dudelange, rivelazione di questa estate in Europa, la prima lussemburghese a qualificarsi nella storia dei gironi eliminando i polacchi del Legia e i romeni del Cluj.

Di diverso animo i commenti di Lazio e Milan presenti ai sorteggi.

Angelo Peruzzi, club manager della Lazio: “Guardando gli altri gruppi penso che il nostro sia il peggior girone possibile. L’OM è una buona squadra con ottimi elementi, anche l’Eintracht è forte, è sicuramente un girone tosto.

Paolo Maldini, direttore sviluppo strategico area sport del Milan: “”Sorteggio positivo? Direi di sì. Abbiamo il Betis che penso ci darà parecchio fastidio, l’Olympiacos, e poi la novità della squadra lussemburghese (il Dudelange), è sicuramente un girone alla nostra portata, il nostro obiettivo è andare il più avanti possibile nella competizione”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *