Calcio – Serie A gli anticipi del sabato della 13esima giornata

Calcio – E’ tornata in campo la Serie A dopo lo stop per via degli impegni della Nazionali con la tredicesima giornata di campionato che ha già donato sorprese ed emozioni negli anticipi del sabato. Tante le sfide tutte da seguire: dai tre anticipi del sabato allo scontro diretto in chiave Champions League tra Lazio e Milan, passando per il derby della Lanterna tra Genoa e Sampdoria di domenica sera al Ferraris.

Juventus-Spal 2-0
Dodicesima vittoria in tredici giornate: il 2-0 alla Spal porta le firme di Cristiano Ronaldo nel primo tempo e di Mandzukic nella ripresa.
Ad aprire le marcature Cristiano Ronaldo al 29′, nella ripresa, minuto 60, il raddoppio di Mandzukic. I bianconeri salgono a 37 punti, ottava sconfitta stagionale della Spal che resta ferma a 13 punti. Dopo un avvio in sordina al 9′ la Juventus va in vantaggio grazie a una autogol di Felipe ma l’arbitro La Penna annulla. Passano una manciata di minuti e Ronaldo tenta la conclusione dal limite ma al momento del tiro viene murato. La Spal tiene bene il campo e al 14′ Fares si presenta nell’area bianconera, De Sciglio lo blocca. E’ lo stesso terzino in una azione offensiva a creare apprensione nella retroguardia ospite con un cross teso su cui Mandzukic non arriva per un soffio. Ci prova da lontano Douglas Costa ma il tiro è facile preda di Gomis. Al 21′ punizione insidiosa della Spal con Kurtic, la sfera sibila sul palo sinistro difeso da Perin. Sull’altro fronte Douglas Costa tenta un’altra conclusione dalla lunga distanza ma la traiettoria si spegne a lato. Al 28′ i bianconeri passano in vantaggio con Ronaldo che scatta sul filo del fuorigioco e di sinistro insacca una punizione pennellata da Pjanic, per CR7 si tratta della nona rete in campionato. La replica dell’11 di Semplici è una conclusione di Kurtic da fuori area che termina di poco a lato. Nel finale di tempo Pjanic addomestica un pallone nel cuore dell’area ma il tiro viene deviato da un difensore in angolo. C’è il tempo per un’ultima incursione della Spal con Bonifazi il cui tiro potente ma centrale viene bloccato in due tempi da Perin. Al 50′ botta di Douglas Costa che centra l’incrocio dei pali. Poco dopo ancora il brasiliano impensierisce Gomis che blocca una conclusione bassa. Sull’altro fronte fa tutto bene Kurtic ma la conclusione dal limite è da dimenticare. Semplici effettua un cambio al 58′, dentro Valoti al posto di Missiroli. Al 60′ la Juventus raddoppia, in contropiede Ronaldo scarica al centro per l’accorrente Douglas Costa, il tiro basso viene toccato da Gomis che non blocca, è lesto Mandzukic a ribadire in rete. Al 65′ occasione di testa per la Spal con Cionek, la conclusione aerea non trova però la porta. Ronaldo va a caccia del raddoppio, al 69′ dal limite l’ex Real lascia partire un rasoterra bloccato dal portiere. Cambio per la Juve, esce Douglas Costa per Matuidi. Prova la rovesciata CR7, la conclusione del portoghese è alta. Insiste Ronaldo, il tiro incrociato è a lato. L’ultima emozione è per Giorgio Chiellini che entra in campo tra gli applausi firmando la sua 483esima presenza con la maglia della Juvemtus.

Udinese-Roma 1-0
Dopo un primo tempo senza reti, nella ripresa i padroni di casa sbloccano il risultato con un gran gol di Rodrigo De Paul. Il Var annulla il raddoppio di Pussetto per un fallo di mano. Debutto col botto per Nicola.
I friulani rompono l’incantesimo che li vedeva sempre battuti in casa dalla Roma dal 2013, prendendosi 3 punti che sono una vera e propria boccata d’ossigeno per la classifica: ora la squadra bianconera sale a quota 12 punti, +3 sulla zona retrocessione. Sconfitta pesante invece per la Roma che rimane momentaneamente a -3 dalla zona Champions. La squadra di Di Francesco cade ancora, a tre giorni dall’appuntamento in Champions che martedì prossimo all’Olimpico vedrà di scena il Real (crollato contro l’Eibar, primo ko per Scolari). Eppure i giallorossi ci hanno provato, con 26 tiri (non ne aveva mai fatti di più in una partita di questo campionato). Musso però si è sempre fatto trovare pronto valorizzando al massimo il primo tiro nello specchio effettuato nella partita, quello di Rodrigo De Paul, match
winner.

Inter-Frosinone 3-0
Due gol di Keita Balde e la seconda rete in campionato di Lautaro Martinez decidono il posticipo di San Siro contro il Frosinone.
Nonostante i cinque uomini diversi rispetto all’11 dello Stadio Atleti Azzurri d’Italia, l’Inter gioca una delle migliori partite della sua stagione e ritrova gli uomini più attesi da Spalletti e dalla tifoseria. Keita Balde che trova i suoi primi due gol coi nerazzurri, e mette a referto anche un assist per l’argentino ex Racing Avellaneda. E soprattutto Lautaro Martinez, al secondo gol in campionato. È proprio la capacità di segnare con tantissimi giocatori che fa ben guardare al futuro Spalletti: con la doppietta di Keita, i nerazzurri hanno mandato in gol 12 giocatori diversi nel campionato in corso.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *