Master Group Sport Volley Cup A1: Piacenza-Club Italia 3-1

volley Club Italia Femminile sottorete
La Nordmeccanica Piacenza batte per 3-1 il Club Italia nell’anticipo della 16^ giornata della Master Group Sport Volley Cup di Serie A1 Femminile e sale momentaneamente in vetta alla classifica. La formazione di Marco Gaspari suda per avere la meglio sulle ragazze di Cristiano Lucchi e Marco Bonitta ma alla fine, sfruttando la maggiore esperienza nei momenti delicati, risale dal 21-23 nel quarto set, evita il tie-break e porta a casa i tre punti. In attesa dei match di domenica e grazie alla quinta vittoria consecutiva, Piacenza supera Imoco e Pomì e si gode una notte da prima della classe. Top scorer per le padrone di casa è Floortje Meijners con 17 punti, mentre Indre Sorokaite è decisiva nelle battute finali. Tra le azzurrine, a tratti incontenibile Paola Egonu, che chiude con 21 punti.

Problemi di formazione per il Club Italia, che oltre all’assenza annunciata di Guerra deve fare i conti anche con quella di Ilaria Bonvicini, messa fuori causa da un calcolo renale proprio alla vigilia della gara. Lucchi ripropone dunque il sestetto schierato contro Novara con Orro in palleggio, Zanette opposto, Berti e Danesi al centro, Egonu e D’Odorico schiacciatrici e Spirito con la maglia del libero. La Nordmeccanica manda in campo invece Ognjenovic in regia, Sorokaite opposto, Bauer e Belien al centro, Meijners e Marcon in posto 4 e Leonardi libero.

La squadra di casa è subito aggressiva in battuta e Ognjenovic sigla l’ace del 5-2, imitata da Meijners per il 7-3 che convince Lucchi a fermare il gioco. Berti prova ad accorciare le distanze con il servizio (8-5), ma due incertezze difensive delle azzurre consentono a Piacenza di allungare fino all’11-5. Il coach azzurro si gioca il secondo time out sul 14-6, dopo due errori consecutivi di Egonu, e manda in campo Malinov e Piani sul 16-9; anche le padrone di casa sbagliano per tre volte di fila, e sul 19-14 è Gaspari a chiamare a raccolta le sue. Danesi si fa sentire in attacco (21-16) e a muro (22-17), ma dopo due chance annullate da Egonu e D’Odorico è Belien a chiudere sul 25-19.

Il secondo set comincia con il primo vantaggio azzurro, siglato dall’ace di Berti (1-2), e con Egonu che prova a lasciare il segno in attacco e in battuta per il 3-5. Piacenza aggancia le avversarie sul 6-6 con un gran muro di Bauer, ma il Club Italia non molla (9-10) e a cavallo del time out tecnico piazza un parziale di 0-5 con Orro ed Egonu, che porta il punteggio sul 10-15. Meijners recupera subito due punti e completa la rimonta per il 16-16 con un gran turno di battuta; il nuovo tentativo di fuga firmato D’Odorico (16-18) viene subito arginato ma è ancora il capitano del Club Italia, in collaborazione con Zanette, a firmare un altro break per il 19-22. La nuova entrata Piani ed Egonu procurano al Club Italia 4 set point; Gaspari chiama time out e Meijners annulla il primo, ma al secondo tentativo ancora Paola Egonu mette a segno il punto del 21-25.

Botta e risposta tra Egonu e Ognjenovic in avvio di terzo set, poi Meijners firma l’attacco del 5-3 e si dimostra ancora micidiale al servizio, con due ace per l’8-4. Dopo il time out chiamato da Lucchi il Club Italia getta di nuovo nella mischia Malinov e Piani e accorcia le distanze sul 9-7 con un muro di Berti; è sempre la centrale a limare ulteriormente il distacco per il 10-9, ma la squadra di casa si stacca di nuovo con Bauer sul 12-9, e sul servizio della francese scappa fino al 18-10. Melandri, in grande evidenza in questo set, sigla anche il 20-12; nel Club Italia si mettono in luce Malinov e Minervini, ma la formazione emiliana chiude con facilità 25-16 e si riporta in vantaggio.

Piani e Malinov confermate nella formazione azzurra per il quarto set. Avvio equilibratissimo (3-2, 6-7) con Danesi che firma anche l’ace del 5-6. Due imprecisioni in palleggio e in ricezione regalano a Piacenza il primo break sul 10-8, e Lucchi chiama time out; il Club Italia si riavvicina sul 13-12 e colpisce con Piani per il 15-14. La rimonta si completa con Egonu che, al termine di uno scambio lunghissimo, mette giù il pallone del 16-16; la Nordmeccanica prova a scappare di nuovo (18-16, 20-18) ma viene sempre ripresa e le ospiti si presentano alla volata finale in vantaggio 20-21. L’attacco vincente di Danesi e un errore di Sorokaite regalano una speranza alle azzurre (21-23), ma l’opposta di Piacenza si riscatta subito con due punti per la parità. Bauer colpisce a muro procurando il match point alla Nordmeccanica, che lo sfrutta al primo tentativo grazie a un’invasione del muro avversario per il 25-23.

“Peccato, perché per come è andata la partita almeno un punto ce lo saremmo meritati – commenta Cristiano Lucchi -. Piacenza ci ha messo subito in difficoltà all’inizio, ma poi abbiamo dimostrato di saper reagire e non abbiamo mollato fino all’ultimo contro una squadra di altissimo livello. Complimenti in particolare a D’Odorico che ha ricoperto al meglio il suo ruolo, quello di giocatrice d’equilibrio che può ricevere anche a due insieme a Spirito. Ancora una volta abbiamo dimostrato di avere giocatori importanti anche in panchina”.

Domenica sarà il momento dell’attesissimo incontro tra Pomì Casalmaggiore e Imoco Volley Conegliano. La sfida tra le rosa di Massimo Barbolini e le pantere di Davide Mazzanti sarà trasmessa in live streaming su LVF TV alle ore 18.00. Alla stessa ora altre tre partite: la Unendo Yamamay Busto Arsizio ospita la Liu Jo Modena dell’ex Valentina Diouf, la Foppapedretti Bergamo incontra tante anime del suo recente passato nell’incontro con la Savino Del Bene Scandicci e l’Obiettivo Risarcimento Vicenza cerca sicurezze nella gara con la Metalleghe Sanitars Montichiari. Un’ora prima, alle 17.00, partita salvezza tra Il Bisonte Firenze e Sudtirol Bolzano. Turno di riposo per l’Igor Gorgonzola Novara.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *