SCHERMA – LA SPADA AZZURRA BRILLA IN COPPA DEL MONDO CON UN DOPPIO BRONZO

147

SCHERMA – Doppio bronzo per la spada italiana nel sabato di Coppa del Mondo: splendidi terzi posti per Davide Di Veroli nella prova maschile di Istanbul e per Gaia Traditi nella tappa femminile di Fujairah. Eccellenti riscontri per il gruppo guidato dal CT azzurro Dario Chiadò, chiamato domani, sia con gli uomini in Turchia che con le donne negli Emirati Arabi, alle prove a squadre con in palio punti pesanti per la Qualifica Olimpica ai Giochi di Parigi 2024.

TRE AZZURRI NEI “TOP 8” ISTANBUL CON DI VEROLI BRONZO
Secondo podio consecutivo per Davide Di Veroli in Coppa del Mondo che conquista il bronzo nella prova di Istanbul a due settimane di distanza dal secondo posto nel Grand Prix di Cali. Ma è eccellente anche il risultato complessivo per la spada maschile azzurra nel sabato sulle pedane turche, con ben tre italiani tra i “top 8”: alla terza posizione dello spadista romano, infatti, si aggiungono il quinto posto di Federica Vismara e il quinto di Enrico Garozzo.
Davide Di Veroli, mattatore di giornata, ha iniziato il suo percorso con il successo per 11-10 contro il canadese Zhang. Inizio di una prestazione super per l’azzurro classe 2001, che nel tabellone da 32 ha avuto la meglio sul francese Billa in un match che lo ha visto sempre in controllo e terminato per 13-6.
L’atleta della Fiamme Oro ha dominato poi anche il match contro l’estone Priinits per 12-6, allungando nella parte finale della terza frazione. La medaglia per Davide, che si allena presso la Giulio Verne Scherma, è arrivata nel derby contro Enrico Garozzo, vinto per 15-13, prima della sconfitta in semifinale contro l’ungherese Koch per 15-8. Per Di Veroli quindi seconda volta consecutiva sul podio dopo l’argento nel GP in Colombia, a conferma di un grandissimo stato di forma proprio all’inizio della fase di Qualifica Olimpica per Parigi 2024.
Quinto posto per Federico Vismara. Il milanese, numero 14 del ranking mondiale, nel suo primo match di giornata ha sconfitto il polacco Zawrotniak con il punteggio di 15-11. Nel turno da 32, l’atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre, ha poi avuto la meglio nel derby italiano su Filippo Armaleo per 15-12. Lo spadista classe ’97 che si allena alla Scherma Cariplo Piccolo Teatro Milano negli ottavi di finale ha poi superato l’olimpionico francese Cannone con il risultato 15-10. Nel match per il podio, Vismara è stato battuto dall’ungherese Koch poi medaglia d’argento.
Ritorna tra i migliori otto di Coppa del Mondo l’argento olimpico a squadre di Rio Enrico Garozzo, che giunge ottavo. Lo spadista siciliano ha vinto contro l’ucraino Stankevych nel turno da 64 con un 15-11. Nel tabellone Garozzo da 32 ha avuto la meglio sull’ungherese Andrasfi per 14-13. Negli ottavi di finale il classe ’90 del Centro Sportivo Carabinieri ha battuto l’ungherese Nagy dopo un assalto molto combattuto e vinto al minuto di priorità per 5-4. L’acese che si allena alla Scherma Cariplo Piccolo Teatro Milano è poi stato sconfitto nel derby da Davide Di Veroli per 15-13 nei quarti di finale concludendo all’ottavo posto.
Così gli altri azzurri: 24° Filippo Armaleo, 32° Giacomo Paolini, 38° Valerio Cuomo, 61° Enrico Piatti.
Domani la conclusione del weekend di Istanbul con la prova a squadre, la prima di specialità valida per la Qualifica Olimpica a Parigi 2024. L’Italia del CT Dario Chiadò salirà in pedana con il quartetto composto da Valerio Cuomo, Gabriele Cimini, Davide Di Veroli e Federico Vismara.

IL PODIO DI GAIA TRADITI A FUJAIRAH
Si tinge di bronzo la prova di Gaia Traditi in Coppa del Mondo di Fujairah negli Emirati Arabi Uniti. La romana, classe 2000, ha così conquistato la prima medaglia in carriera in una prova assoluta.
Prestazione maiuscola per Gaia Traditi che nel primo match di giornata, quello per il turno da 64, ha superato l’ucraina Kharkova per 15-12. L’atleta delle Fiamme Oro nel tabellone da 32 ha superato l’estone Kuusk con il 9-8. La classe 2000 ha poi vinto due derby consecutivi, il primo con Roberta Marzani con un 15-10 finale prima del successo all’ultima stoccata, contro la compagna di sala Alberta Santuccio, per 15-14. In semifinale lo stop contro l’atleta coreana Song che certifica il bronzo per Gaia Traditi. Per lei la prima medaglia nella categoria assoluti a poco più di un mese dal sesto posto di Nanchino.
Un posto nella top 8 della prova araba se lo è conquistato Alberta Santuccio. La siciliana, numero 13 del ranking mondiale, ha iniziato la sua competizione con la vittoria nel tabellone da 64 sulla romena Predescu per 9-8. Nel turno dei 32 l’atleta delle Fiamme Oro ha poi battuto la cinese Yu con il punteggio di 15-8. Negli ottavi di finale, la classe ’94, ha poi avuto la meglio sulla francese Vanryssel con il punteggio di 13-9.
Si ferma nel turno degli ottavi di finale la corsa di Mara Navarria e Roberta Marzani. La friulana del Centro Sportivo Esercito negli ottavi di finale è stata battuta dalla cinese Sun con il punteggio di 15-8. La lombarda, sempre del Centro Sportivo Esercito, ha visto la sua prova fermarsi nel derby contro la Traditi (poi medaglia di bronzo). Così le altre italiane: 9^ Mara Navarria, 15^ Roberta Marzani, 18^ Rossella Fiamingo, 28^ Giulia Rizzi, 37^ Federica Isola, 61^ Alessandra Bozza.
Domani la chiusura della tre giorni negli Emirati Arabi Uniti con la competizione a squadre. L’Italia sarà rappresentata dal quartetto composto da Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria e Alberta Santuccio.

COPPA DEL MONDO SPADA MASCHILE – Istanbul (Turchia), 20 maggio 2023

Qui i risultati

Finale
Bardenet (Fra) b. Koch (Hun) 13-12

Semifinali
Koch (Hun) b. Di Veroli (ITA) 15-8
Bardenet (Fra) b. Tulen (Ned) 15-9

Quarti di finale
Di Veroli (ITA) b. Garozzo (ITA) 15-13
Koch (Hun) b. Vismara (ITA) 15-14
Bardenet (Fra) b. Wang (Chn) 15-5
Tulen (Ned) b. Allegre (Fra) 15-12

Tabellone da 16
Di Veroli (ITA) b. Priinits (Est) 12-6
Garozzo (ITA) b. Nagy (Hun) 5-4
Vismara (ITA) b. Cannone (Fra) 15-10

Tabellone da 32
Di Veroli (ITA) b. Billa (Fra) 13-6
Bargues (Spa) b. Paolini (ITA) 15-12
Vismara (ITA) b. Armaleo (ITA) 15-12
Garozzo (ITA) b. Andrasfi (Hun) 14-13

Tabellone da 64
Di Veroli (ITA) b. Zhang (Can) 11-10
Garozzo (ITA) b. Stankevych (Ukr) 15-11
Paolini (ITA) b. Minobe (Jpn) 15-11
Vismara (ITA) b. Zawrotniak (Pol) 15-11
Armaleo (ITA) b. Sertay (Kaz) 15-9
Cannone (Fra) b. Piatti (ITA) 15-13
Dorigo (Fra) b. Cuomo (ITA) 15-13

Classifica (348): 1. Alexandre Bardenet (Fra), 2. Mate Tamas Koch (Hun), 3. Davide Di Veroli (ITA), 3. Tristan Tulen (Ned).

Gli altri italiani: 5. Federico Vismara, 8. Enrico Garozzo, 24. Filippo Armaleo, 32. Giacomo Paolini, 38. Valerio Cuomo, 61. Enrico Piatti, 82. Gabriele Cimini, 101. Simone Mencarelli, 103. Andrea Santarelli, 142. Giulio Gaetani, 233. Luca Diliberto

COPPA DEL MONDO SPADA FEMMINILE – Fujairah (Emirati Arabi Uniti), 20 maggio 2023

Qui i risultati

Finale
Song (Kor) b. Kong (Hkg) 14-13

Semifinali
Song (Kor) b. Traditi (ITA) 15-7
Kong (Hkg) b. Kun (Hun) 14-13

Quarti di finale
Traditi (ITA) b. Santuccio (ITA) 15-14
Kong (Hkg) b. Xiao (Chn) 13-12
Kun (Kor) b. Moellhausen (Bra) 15-10
Song (Kor) b. Sun (Chn) 15-12

Tabellone da 16
Sun (Chn) b. Navarria (ITA) 15-8
Santuccio (ITA) b. Vanryssel (Fra) 13-9
Traditi (ITA) b. Marzani (ITA) 15-10

Tabellone da 32
Moellhausen (Bra) b. Rizzi (ITA) 10-9
Navarria (ITA) b. Jacques Andre Coquin (Fra) 15-11
Sun (Chn) b. Fiamingo (ITA) 12-11
Santuccio (ITA) b. Yu (Chn) 15-8
Traditi (ITA) b. Kuusk (Est) 9-8
Marzani (ITA) b. Candassamy (Fra) 13-12

Tabellone da 64
Rizzi (ITA) b. Kardos (Hun) 15-7
Kun (Hun) b. Bozza (ITA) 15-12
Navarria (ITA) b. Lando (Isr) 15-9
Fiamingo (ITA) b. Izzo (Sui) 15-9
Yu (Chn) b. Isola (ITA) 14-13
Santuccio (ITA) b. Predescu (Rou) 9-8
Traditi (ITA) b. Kharkova (Ukr) 15-12
Marzani (ITA) b. Varfolomyeyeva (Ukr) 11-10

Classifica (223): 1. Sera Song (Kor), 2. Man Wai Vivian Kong (Hkg), 3. Gaia Traditi (ITA), 3. Anna Kun (Hun)

Le altre italiane: 9. Mara Navarria, 15. Roberta Marzani, 18. Rossella Fiamingo, 28. Giulia Rizzi, 37. Federica Isola, 61. Alessandra Bozza, 66. Nicol Foietta, 132 Alice Clerici, 155 Alessia Pizzini, 175 Beatrice Cagnin.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *