VOLLEY – A TU PER TU CON VITTORIA PRANDI

393

VITTORIA PRANDI – Oggi per Romanews intervistiamo Vittoria Prandi palleggiatrice della Wash4green Pinerolo società con la quale la scorsa stagione 2021 -2022 ha ottenuto la promozione in serie A1 e nella stagione in corso di svolgimento ha conquistato la permanenza nella massima serie nazionale agli ordini di coach Michele Marchiaro. Giocatrice classe 1994 nativa in provincia di Modena più precisamente di Mirandola. Talento indiscutibile 1.80 centimetri di altezza ha iniziato la sua carriera a livello professionistico nelle giovanili di busto Arsizio con la quale ottiene qualche convocazione in prima squadra nella stagione 2011- 2012 e 2012- 2013. Nella stagione 2013 2014 gioca in serie A1 con la maglia di Villa Cortese nell’annata 2014- 2015 entra a far parte della formazione Federale del Club Italia che disputa il campionato di serie A2 però a metà stagione viene ceduta a Pavia sempre in serie A2.

Nella stagione 2015 2016 si accasa in serie A1 indossando la casacca dell’obbiettivo Risarcimento di Villaverla in Veneto. Nella stagione 2016 2017 gioca indossando i colori gialloneri della Millennium Brescia in serie A2 quegli stessi colori gialloneri che la stagione 2017 2018 portano la regina ( così è soprannominata dai propri tifosi Vittoria) e la società Bresciana ad una storica promozione nella massima categoria ( annata che Vittoria vive con la responsabilità di essere il capitano) incombenza che svolge benissimo. Nella stagione successiva 2018 2019 Vittoria viene ingaggiata dalla Zambelli Orvieto restando in serie A2 vestendo la casacca numero 11 gialloverde del patron Flavio Zambelli la formazione umbra in quella stagione arrivò in finale playoff perdendo contro Caserta a gara 3 in trasferta.
Per il campionato 2019 2020 difende i colori del volley Bergamo in serie A1 dove resta anche per la stagione 2020 2021 vestendo la casacca numero 7 della formazione rossoblù.
La scorsa stagione 2021 2022 viene ingaggiata in serie A2 dalla formazione piemontese dell’Eurospin Ford Sara Pinerolo ed ottiene la promozione in serie A1 insieme alla sue compagne e capitan Valentina Zago in questa stagione la squadra biancoblù ha cambiato main sponsor diventando Wash4green ha cambiato palazzetto trasferendosi a Villafranca Piemonte al Pala Bus Company e con Prandi in cabina di regia ha ottenuto la salvezza in serie A1 anche per la prossima stagione.
L’intervista di Marco Boldini
1) Questa stagione è stata una stagione complicata per quanto riguarda la Wash4green Pinerolo ma sì sapeva in quanto è stata la prima per la società Piemontese nella massima categoria raccontami a tuo parere quale è stata la soddisfazione più grande in questa stagione?
1) La soddisfazione più grande innanzitutto è stato poter finalmente giocare un campionato di serie A1 da titolare, e poi quando tutti ci davano per spacciate siamo risorte dalle ceneri , piazzando un 3 a 0 contro Bergamo, un 3 a 2 contro Macerata e un 3 a 1 contro Casalmaggiore. Abbiamo dimostrato di crederci sempre e di non mollare mai.
2) La scorsa stagione avete conquistato una promozione storica per la società di Pinerolo quando avete iniziato a credere che la promozione poteva arrivare veramente?
 2) Io ci ho sempre creduto nella promozione, sin dalla preparazione atletica iniziata ad agosto. Volevo ottenerla a tutti i costi.
3) Che cosa ti ha spinto a restare a Pinerolo anche in questa stagione?
3) Pinerolo la definisco la squadra del mio cuore, è stata la prima società in cui mi sono sentita amata per davvero, sentivo piena fiducia da parte del coach Marchiaro e della società e mi ha permesso di realizzare il mio sogno, ovvero di poter giocare un campionato di serie A1 da titolare.
4) Quale rapporto hai con i Pinerolo Boys?
4) I Pinerolo boys sono fantastici! Quest’anno soprattutto, anche quando le cose non andavano come volevamo loro ci hanno sempre sostenuti e hanno sempre creduto in noi! Hanno fatto diventare il pala bus company una vera ‘bomba nera’ . Tutti gli avversari hanno faticato a giocare grazie a loro, perché non smettevano mai un secondo di incitarci.
5) Che rapporto hai con la tua famiglia e che ruolo hanno e hanno avuto i tuoi familiari nella tua carriera agonistica?
5) Io amo la mia famiglia, e devo tutto a loro, anche al mio fidanzato Andrea. Non hanno mai smesso di credere in me e quando avevo e ho bisogno loro ci sono sempre, pronti a supportarmi, penso che per una giocatrice sia indispensabile avere persone di questo tipo al proprio fianco. 
6) Hai giocato in una società importante come il volley Bergamo spiegami cosa significa dal punto di vista professionale
6) Ho pensato subito di poter vincere un altro campionato di serie A2!
7) La stagione storica con la Savallese Millennium Brescia raccontami qualche aneddoto di quella stagione una promozione da capitano che significato ha avuto per te?
7) Essere capitano di una storica promozione è fantastico, ti rende particolarmente orgogliosa. quando entravamo in campo sentivo una energia particolare, sapevo che avremmo vinto!
8) Tutti ti chiamano la regina ci puoi spiegare da dove deriva questo soprannome?
8) E’ stato Alberto, un famoso tifoso di Brescia, che un giorno finita una partita mi guardò e mi disse: la regina! È da lì in poi tutti mi chiamarono cosi.
9) Ti piacerebbe fare un esperienza all’estero in futuro?
9) Si mi piacerebbe, anche se ancora non sono pronta a staccarmi del tutto dalla mia famiglia.
10) Quale atleta è stata la tua fonte di ispirazione per la tua carriera?
10) Sono nata con un sogno, ovvero di poter giocare in serie a1 e in nazionale. Ovviamente cerco di copiare il più possibile dai grandi campioni come Bruno , De Cecco e Giannelli. Guardarli per me è una grande fonte di ispirazione.
Foto: Theron media