VOLLEY – A2. TRENTO NON SI FERMA, ROMA RIPOSA

314

VOLLEY – Nel Girone A importanti successi in ottica salvezza per Albese e Cremona, ora a -1 dal sesto posto di Olbia. Nel Girone B non sbagliano Montecchio, Soverato e Martignacco, Vicenza espugna Messina al tie-break.

Nella sesta giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie A2Trento si conferma in vetta al gruppo A grazie allo 0-3 contro Sassuolo, che scende al quarto posto superata da Brescia, corsara a Offanengo. In ottica salvezza, importanti successi di Albese contro Olbia e di Cremona contro Montale: le sarde, seste, sono ora solamente a +1 dalle comasche e dalle cremonesi. Nel Girone B, il bellissimo big match tra San Giovanni in Marignano e Talmassons lo vincono le friulane al tie-break, in una gara specchio della partita d’andata, con le romagnole sul 2-0 e le ragazze di coach Barbieri a ribaltarla. Le altre squadre al momento in Pool Promozione non sbagliano: 3-0 di MontecchioSoverato Martignacco MarsalaSant’Elia Perugia. In Sicilia, Vicenza vince al quinto set in casa di Messina.

GIRONE A
L’Itas Trentino non si ferma più. L’insidiosa trasferta sul parquet dell’inseguitrice BSC Materials Sassuolo viene interpretata nel migliore dei modi dal sestetto di Saja, abile a non concedere spazi alle emiliane (che avevano vinto sei delle ultime sette gare giocate) e a prendersi tre punti d’oro per confermarsi saldamente in vetta alla classifica. La dodicesima vittoria nelle ultime tredici gare di campionato consente infatti alle trentine di mantenere inalterato il margine di vantaggio di quattro lunghezze su Busto Arsizio e di allungare invece sulle stesse biancoazzurre. Da menzionare l’ottima prestazione corale delle gialloblù, con ben quattro atlete in doppia cifra: brillante Chiara Mason, premiata a fine gara come MVP della sfida, con 14 e il 65% a rete, ma molto bene nella metà campo di Trento si sono comportate anche Bonelli (suo il muro finale), Michieletto (13, 50% in attacco), Fondriest (3 muri) e Moretto (11, 63% in attacco e 3 ace). Tra le fila locali da rimarcare i 14 punti di Pistolesi e i 10 di Civitico con il 66% a rete. A fine partita, queste le parole di Chiara Scacchetti“Serata da dimenticare? In realtà non direi, perché – soprattutto nel terzo set – abbiamo dimostrato di essere una squadra che lotta fino alla fine e ci mette il cuore sempre. Trento in battuta ha spinto forte, noi probabilmente potevamo fare qualcosa di più in cambio palla e nel contrattacco. Quindi prendiamo quanto di buono fatto oggi poi resettiamo visto già mercoledì ci aspetta una partita importante contro Lecco: da domani torniamo in palestra per lavorare, ma la mentalità è quella giusta e quindi siamo positive, nonostante i vari malanni fisici che ci stanno capitando”. Lato Trento, queste le parole di coach Saja“Questa era una partita importante per la classifica ed anche per il nostro percorso: Sassuolo è una squadra sorprendente, che nonostante le varie sfortune fisiche che ha avuto riesce ad avere un ottimo livello di gioco e quindi era difficile per noi affrontare una squadra con un gioco così veloce a cui noi non siamo abituate. Devo dire che le ragazze sono state brave a portare a casa un risultato così netto, un 0-3 molto più combattuto rispetto a quello che si potrebbe pensare e che ci fa ben sperare per il prosieguo della stagione”.

Al PalaCoim di Offanengo la Chromavis Eco DB reagisce al periodo difficile (4 ko consecutivi) ma non riesce a far punti contro la più quotata Valsabbina Millenium Brescia, fresca medaglia d’argento in Coppa Italia e chiamata a sua volta a reagire dopo i tre k.o. recenti in campionato negli scontri diretti per l’alta classifica. Davanti a un pubblico numeroso e con le due tifoserie “calde” nell’incitare le rispettive squadre, è emerso un bel match, con la squadra di Bolzoni protagonista negli estremi (buona partenza nel primo set, vittoria nel secondo parziale e rimonta nel finale di partita) e con Brescia in cattedra nel cuore dell’incontro. Mattatrice, l’opposta della Valsabbina Millenium Josephine Obossa (31 punti), nominata MVP, ben spalleggiata anche dalla centrale Claudia Consoli (15). Per Offanengo, 30 punti in due tra Martina Martinelli e Francesca Trevisan ed esordio in maglia neroverde per l’americana Haylee Nelson. Coach Bolzoni commenta così a fine partita: “È stata una bella gara, siamo partiti bene poi Brescia ha reagito, noi potevamo fare qualcosina di più in quel frangente nel primo set per stare attaccati nel parziale. Siamo stati bravi nel secondo set a spingere il gioco e a mettere intensità, mentre siamo un po’ mancati nel terzo parziale. Da lì si è un po’ complicata la gara, anche per il divario che esiste tra le due formazioni. In alcune situazioni, comunque, abbiamo tenuto testa. Il nostro obiettivo era spingere tutta la partita, un po’ ci siamo riusciti, in altri frangenti meno”. Le parole di Alessandro Beltrami“Bene la vittoria, era importante fare punti. È la prima cosa che continuiamo a dirci, questo mese dobbiamo portare a casa più punti possibili per arrivare alla seconda fase e giocarci l’accesso ai playoff. Come ogni prestazione, ci sono stati momenti con aspetti da rivedere e sistemare. Arriviamo da una settimana complicata, siamo riusciti a fare poco gioco a causa di alcuni problemi fisici perché l’intensità del mese di gennaio ha lasciato qualche strascico. C’era qualche preoccupazione, perché non siamo in condizione perfetta, però secondo me nel corso della partita abbiamo ripreso ritmo. Una cosa che dobbiamo imparare è adattarci alle partite, apprezzarle e viverle in base a quello che ci si pone nel corso del match. Vincere è importante, è tutto quello che conta, soprattutto ora che inizia la seconda parte della stagione”.

Arriva la terza vittoria di fila per la Tecnoteam Albese Volley Como di coach Chiappafreddo. Un netto 3-0 questo pomeriggio al Palafrancescucci di Casnate contro la Volley Hermaea Olbia apparsa un pò sottotono in alcuni momenti ed ora ad un solo punto di vantaggio sulle comasche. Partite forte, le comasche hanno proseguito determinate per chiudere una partita sempre dominata. Controllo totale sotto la regia di Nicolini e con i punti di Nardo, tornata in campo dopo qualche settimana di stop forzato (21 alla fine per lei) e di Conti (12), con la qualità di Cassemiro, i recuperi del libero Rolando e la solidità delle due centrali Badini Veneriano, MVP a fine partita grazie a 6 punti e tre muri importantissimi. Per Olbia si salva solo Bulaich Simian (12). Così ha commentato il rientro in campo Alice Nardo: “Non vedevo l’ora di rimettere piede in campo, ero galvanizzata. Abbiamo giocato una ottima prova, ordinate e decise. Sono felice di questi tre punti per la squadra. Ora sotto con il Club Italia mercoledì a Milano. Ed aspettiamo i tifosi anche domenica contro Montale a Casnate”. Deluso coach Guadalupi“Abbiamo fatto male sotto tutti i punti di vista. L’avversario ha giocato su buoni livelli, ma noi ci siamo smarriti fin dalle prime battute su cose semplici. Abbiamo sempre dato la sensazione di inseguire e di non essere mai in ritmo per esprimere il nostro gioco. Nel secondo set siamo riusciti a migliorare qualcosa, come l’alzata di ricostruzione o i tempi a muro e in attacco. L’approccio al terzo set è stato nuovamente negativo, e l’avversario ha preso il sopravvento animato anche da un nostro atteggiamento arrendevole. Ancora una volta ci troviamo a commentare una partita esterna che ci vede giocare preoccupati e contratti. I bilanci si fanno alla fine. Non ci possiamo cullare sul sesto posto, né spaventarci perché da dietro arrivano delle squadre a insidiarci. La Pool Promozione va meritata. Nonostante gli alti e bassi siamo ancora lì a giocarcela, ma lavoriamo per giocare tutte le partite. Non la metà”.

L’importante incrocio salvezza del PalaMagagni, tra l’Emilbronzo 2000 Montale e la D&A Esperia Cremona, se lo aggiudicano le lombarde, dopo un finale al cardiopalma. Brutto avvio di gara per le nerofucsia, che vanno sul doppio svantaggio complice anche l’ottima prova delle avversarie. Nel primo set Montale va subito avanti 2-0 ma poi crolla sotto i colpi delle tigri gialloblù, le quali, con un largo vantaggio, chiudono il 20-25 (6 punti per Frangipane, 5 per Piovesan). Copione pressoché identico nel secondo parziale, anche se qui si gioca punto a fino al 21-20 per Cremona. Da lì le lombarde scappano ancora e vincono 22-25 (6 punti per Piovesan, 5 a testa per Zojzi Visintini). A questo punto la partita svolta, con Montale che domina letteralmente il terzo set che di fatti si chiude 25-15 per le nerofucsia (6 punti per Visintini, 5 per Piovesan). Anche nel quarto Montale gioca bene, ma qui il parziale è più combattuto. Si arriva fino al 18-18, poi arrivano i break emiliani e l’Emilbronzo 2000 allunga il match tie-break dopo il 25-21 del quarto set (6 punti di Frangipane). Si arriva quindi alla battaglia del quinto set, anche questo giocato punto a punto come successe all’andata. Ma questa volta sorride Cremona, che prima annulla due match-point, e poi alla sua terza palla match va a vincere 16-18 (5 punti per Visintini, 4 per Kadi Kullerkann). MVP dell’incontro Piovesan, 24 punti per lei, mentre Kullerkann Rossini combinano per 33 punti. Per la padrone di casa sia Visintini che Frangipane fanno registrare 22 punti. Così Elisa Lancellotti a fine partita: “Siamo un po’ amareggiate, un pochino ci speravamo. Per come si era messa, siamo state abbastanza brave da tornare in partita, loro ci hanno aggredito subito, ci hanno studiato molto bene, hanno giocato bene ed alla fine si è deciso tutto per pochi scambi. Merito a loro, ora dobbiamo già pensare alla prossima gara perché mercoledì saremo di nuovo in campo. Mondovì è terreno difficile, saremo in trasferta, di mercoledì, quindi dovremo prepararci in fretta. Anche in quel caso, dovremo metterci cuore ed anima come oggi, per portare a casa qualche punto. Qualora poi dovesse arrivare una vittoria, la prenderemmo volentieri”. Questo invece il commento di Anna Piovesan, MVP dell’incontro. “Una partita molto combattuta, c’è stato tanto gioco e tanta difesa da entrambe le squadre. Personalmente mi sono divertita tantissimo, ci serviva questa vittoria, fare le cose fatte bene e così è stato. Sarà una settimana molto impegnativa, mercoledì ci aspetta Brescia poi sabato Lecco quindi festeggiamo questa sera poi testa subito in palestra. Saranno due partite molto importanti e per nulla facili, come del resto non lo era quella di oggi. Credo però che possiamo fare qualcosa di buono, abbiamo le carte in regola per farlo”.

GIRONE B
Ci prova fino alla fine la Desi Shipping Akademia Messina ma porta a casa solamente un punto di fronte ad un’agguerrita Anthea Vicenza Volley. Le ragazze allenate da coach Breviglieri, di fonte al calorosissimo pubblico della Cittadella Sportiva Universitaria, prima vanno sotto di 2-0 e poi, con grande merito e giocando una bellissima pallavolo, portano il match sul pari, non riuscendo a trovare lo slancio finale e consegnando alle ospiti il 2-3 finale. Per Messina sono tanti gli spunti interessanti: difesa super, grande attenzione a muro e contributo importante anche da chi è entrato in campo dalla panchina, come la Varaldo o la Mearini. La top scorer è una grande Robinson da 27 punti, seguono i 18 di Martillotti e i 15 di Martinelli. Per Vicenza, Cheli MVP con 16 punti (5 muri), stesso punteggio di Legros, mentre Kavalenka è la top scorer con 18. “Ci aspettavamo un match esattamente come quello che abbiamo giocato – cosi coach Iosi – Messina è cresciuta tanto dimostrando grandi qualità e la classifica, a mio modo di vedere, non le rende giustizia. La nostra capacità di essere scrupolosi nella fase di break point ci ha portato un vantaggio importante. Nel terzo set abbiamo dovuto fare a meno della Panucci, per noi una giocatrice importante, e farne a meno è stato impegnativo. La squadra ha accusato il colpo eppure siamo riusciti a giocare con grande qualità. Il quinto set è stato un inno alla pallavolo: altalenante, magari non eccezionale tecnicamente, ma straordinario dal punto di vista del pathos. Ha vinto, secondo me, la squadra che ha avuto più fiducia”“Credo che sia stata una partita piacevole da vedere – cosi coach Breviglieri al termine del match – Sotto di 2-0 tornare in gioco non è scontato e per questo faccio i complimenti alle mie giocatrici. Tutto questo, però, dobbiamo essere in grado di trasformarlo: noi abbiamo avuto tante occasioni e se non abbiamo l’intinto del killer per chiudere le partite quando abbiamo la possibilità, allora non possiamo lamentarci se siamo in fondo alla classifica. Purtroppo non è la prima volta che ci capita ed alla lunga si pagano tanto. Stasera, per me, si tratta di punti persi: da un certo punto di vista avrei preferito perdere 3-0, ammettere che l’avversario ha giocato meglio di noi e non c’è stata storia nel match. Purtroppo secondo me non è andata cosi ma ha giocato meglio di noi nei moment che contava. Questo mi dispiace, perchè le ragazze si danno tanto da fare, mettendo in campo tante cose che proviamo in settimana nella maniera corretta. Il problema di stasera è stato questo”.

Partita incredibile tra l’Omag-MT San Giovanni in M.no e la Cda Talmassons che, come all’andata, viene decisa al tie-break. Peraltro con lo stesso, identico copione: la squadra di casa si porta in vantaggio 2-0, in questo caso le romagnole, prima di subire la rimonta letale delle ospiti, con le ragazze di coach Barbieri a festeggiare la più bella delle rivincite e l’aggancio in classifica alla formazione di coach Barbolini. Nei primi due set a fare la differenza sono soprattutto i 15 errori delle ospiti (7 nel primo, 8 nel secondo), con una Perovic letale in avvio (9 punti nella sola prima frazione) e una netta supremazia in attacco (55% contro il 17% di efficienza) fondamentale nel 2-0 iniziale. Al ritorno sul taraflex però, le friulane alzano i giri in ricezione (73% di efficienza) ed a beneficiarne è tutto l’attacco, con Milana Taborelli (9 punti in combinata) a fronteggiare la solita Perovic: arriva così il 2-1. La quarta frazione è molto tirara, Talmassons si fa preferire in attacco (24% contro 11%) e grazie anche a 4 muri punto (2 di Costantini e 2 di Rossetto) va sul 2-2. Cambiata l’inerzia dell’incontro, il tie-break rimane saldamente in mano delle rosa dall’inizio alla fine, con Taborelli sugli scudi con 6 punti. MVP dell’incontro Costantini, 15 punti con 5 muri, stesso punteggio di Caneva Milana mentre Taborelli risulta la migliore con 20 punti. Per le padrone di casa, Perovic fa scrivere a referto il numero 28, Bolzonetti si ferma a 18. Queste le parole dell’attaccante italiana: “I primi due set sono stati ottimi, nel terzo eravamo avanti abbiamo avuto un black out e poi non abbiamo più reagito, non abbiamo più imposto il nostro gioco e abbiamo permesso loro di giocare- Comunque sono una squadra molto forte, erano un punto sotto di noi e abbiamo sbagliato lì secondo me, a non reagire“. Soddisfatto coach Barbieri: “Dobbiamo fare i complimenti a San Giovanni perché per due set ci ha sovrastato. Ci hanno messo  in difficoltà a partire dalla battuta, noi non riuscivamo ricevere. Ci siamo contratti ma per grandi meriti loro, perché battevano bene e la correlazione muro difesa funzionava benissimo. Poi improvvisamente siamo stati lì, abbiamo continuato ad aspettare con umiltà, sapendo che stavamo giocando non benissimo, abbiamo un po’ sofferto e piano piano ne siamo usciti come squadra. Dopodiché la partita è cambiata. Penso che abbiamo dimostrato tutto il nostro valore. Poi al tie-break abbiamo tirato fuori qualcosa in più. Perciò complimenti ad entrambe le squadre, una gran bella partita”.

L’Ipag S.lle Ramonda Montecchio torna in campo dopo due settimane di stop ma non perde il gusto della vittoria, battendo al Palaferroli di San Bonifacio in tre set la Seap-Sigel Marsala, nonostante la buona prestazione delle siciliane. Partenza in equilibrio con le squadre che procedono punto su punto. Poi Ipag cambia passo e si porta su 9-5 con muro di Angelina su Salkute e ace di Marconato. Le castellane allungano fino a 17-10 con colpi chirurgici di Mazzon Tanase. Poi qualche errore ridà fiato alle siciliane, che si fanno sotto con Bulovic Salkute. Coach Sinibaldi chiama il time-out e sono Angelina Mazzon che portano la squadra a chiudere 25-19. Nella seconda frazione parte aggressiva Sigel con un break sull’1-3, ma un filotto di quattro punti di Tanase riporta in marcia la squadra di casa, che scava un divario di sei punti con fast di Marconato a 14-8. Le siciliane non mollano e si rifanno sotto con ace di Bulovic e fast di Frigerio. Poi è dominio di Montecchio, che chiude su 25-22 con Angelina. Nel terzo set ci riprova Marsala con Bulovic-Salkute, ma gli errori al servizio riportano il pallino del comando alle castellane, che si portano su 15-10 con mani out di Tanase e fast di Marconato. Chiama il tempo la panchina di Marsala e grazie a qualche errore sotto rete di Ipag agguanta il pareggio su 18-18. Si trema nel finale, quando Angelina esce dopo un atterraggio, ma risolve Mazzon con due staffilate, che chiudono il match su 25-21. MVP proprio Giorgia Mazzon con 17 punti, uno in meno della top scorer AngelinaBulovic e Salkute per le siciliane chiudono rispettivamente con 12 e 11. Per Montecchio esprime soddisfazione Alice Tanase“Era difficile rientrare dopo un lungo stop e riprendere il ritmo partita, ma siamo state molto brave a portare a casa il match. Ci siamo preoccupate per Angelina, ma per fortuna è tutto ok ed è stata bravissima Rachele Nardelli a subentrare. Questo dimostra che abbiamo una squadra affiatata e sempre pronta. Sono contenta anche della mia prestazione. Sono serena e sto cercando di trovare un po’ di continuità. Adesso sotto con il lavoro, perché ci aspetta un febbraio di fuoco”. Commenta il coach Eraldo Buonavita, all’esordio sulla panchina di Marsala: “Posso solo fare i complimenti alle mie ragazze e chiedere ancora più impegno in allenamento, dando applicazione a quello che ci diciamo. Bastava essere un po’ più lucidi in alcune azioni importanti e si poteva fare meglio, anche se con una squadra come Montecchio, quando gioca come sa, non è facile. Dalle prossime partite mi aspetto un risultato diverso, a cominciare dal match con una pari punti come Sant’Elia”.

Arrivano tre punti importanti per il Volley Soverato che al Pala Scoppa supera per tre set a zero l’Assitec Voleyball Sant’Elia davanti ad una buona cornice di pubblico. Con questo successo il Soverato compie un passo importante verso l’accesso alla Pool Promozione, guadagnando un punto sulla diretta inseguitrice Vicenza. E’ stata una partita in cui la squadra di coach Chiappini ha saputo reagire al ritorno prepotente delle avversarie nel corso del primo set, quando le ciociare hanno pareggiato i conti allungando il parziale ai vantaggi. Secondo e terzo gioco, poi, sono stati gestiti bene da Giugovaz e compagne che hanno chiuso con merito la partita. Gara equilibrata in avvio con le due squadre che giocano vicine nel punteggio: è Soverato a provare ad allungare con le ospiti costrette al time out sotto 13-9. Al rientro la squadra di Gagliardi rosicchia punti e si riporta a meno uno, 13-12. Squadre in parità 16-16 con la gara molto equilibrata fino al 22-22. Poi Korhonen porta avanti il Soverato sul 24-22, sprecano le due opportunità le biancorosse e Sant’Elia pareggia 24-24. Giugovaz guadagna il terzo set point che Korhonen chiude 26-24. Soverato parte bene nel secondo parziale e non permette alle avversarie di mettere in discussione il set, che finisce 25-18. Ancor meno equilibrata la terza frazione, con le calabresi ormai spinte dall’entusiasmo per il 25-14 finale. Top scorer di giornata Korhonen con 16 punti (2 ace), in doppia cifra anche Schwan (12) e capitan Giugovaz (10). Per la squadra di coach Gagliardi oltre quota dieci Dzakovic (12) e Cogliandro (11). Il commento dell’opposta finlandese Korhonen“Volevamo questa vittoria per riprendere il cammino dopo la trasferta di Roma. Sono tre punti importanti e li abbiamo ottenuti con impegno e determinazione”.

Come all’andata, l’Itas Ceccarelli Martignacco non lascia spazio alla 3M Pallavolo Perugia e si prende i tre punti con un netto 3-0. Le friulane partono forti, imprimendo il proprio ritmo sulle avversarie. Il divario cresce, costringendo la formazione umbra a richiedere il primo time out sul punteggio di 10-4. Nella parte centrale una prima reazione da parte delle avversarie vede Perugia riacciuffare momentaneamente la parità (14-14), ma il vento soffia a favore della formazione di Coach Gazzotti che ristabilisce prima il divario e poi si impone sul punteggio di 25-20. Nella prima parte del secondo set le squadre sembrano mantenere un principio di parità, ma la reazione del Martignacco non tarda ad arrivare. Modestino e compagne mettono saldamente le mani sul set, incrementano il vantaggio e sfondano per prime quota “venti” (20-13) prima di chiudere 25-17. L’alba del terzo set vede Martignacco sfruttare l’inerzia della partita per portarsi subito in vantaggio. Perugia reagisce innalzando un muro molto efficace che mette in difficoltà l’attacco della formazione friulana e riportando il punteggio sulla parità. Si decide allora di cambiare in cabina di regia, entra Granieri per Allasia, e tornano ad oliarsi così gli ingranaggi della squadra friulana che spreca meno occasioni (16-13). I servizi della ex Miriana Manig sono uno dei pochi punti di appiglio per la formazione umbra che è costretta ad arrendersi sul punteggio di 25-19. Bole commenta così la vittoria ottenuta: “Bella vittoria! Percepisco allenamento dopo allenamento un miglioramento che mi rende molto soddisfatta. In queste partite non dobbiamo mai abbassare la guardia, dando il massimo e mantenendo alta l’attenzione su ogni azione”. Queste invece le parole di coach Marangi“Dobbiamo combattere di più per i set. Giochiamo meglio rispetto all’andata, ma quando bisogna fare i punti che contano ci sciogliamo come un ghiacciolo al sole. Ci sta mancando quella palla in più in contrattacco da gestire con malizia. Questo ci permetterebbe di essere competitivi fino alla fine dei set. Mercoledì aspettiamo Roma, sarà un grande stimolo confrontarsi contro i migliori. Poi avremo tre partite importanti prima della fine della regular season”.

VOLLEYBALL WORLD TV
Tutte le gare della Serie A2 sono disponibili in simulcast e in live streaming su Youtube di Volleyball World Italia e su VBTV con telecronaca in italiano. Due gli abbonamenti disponibili: annuale a 74,99 € e mensile a 7,99 €.
SERIE A2
6° GIORNATA DI RITORNO
GIRONE A

Sabato 4 febbraio ore 16.00
Club Italia-Lpm Bam Mondovi’ 0-3 (19-25, 19-25, 19-25)
Sabato 4 febbraio ore 20.30
Futura Giovani Busto Arsizio-Orocash Lecco 3-1 (25-16, 27-25, 20-25, 25-20)
Domenica 5 febbraio ore 17.00
Bsc Materials Sassuolo-Itas Trentino 0-3 (18-25, 23-25, 23-25)
Chromavis Eco Db Offanengo-Valsabbina Millenium Brescia 1-3 (20-25, 25-23, 17-25, 22-25)
Tecnoteam Albese Volley Como-Volley Hermaea Olbia 3-0 (25-12, 25-22, 25-15)
Emilbronzo 2000 Montale-D&a Esperia Cremona 2-3 (20-25, 22-25, 25-15, 25-21, 16-18)

GIRONE B
Domenica 5 febbraio ore 15.00

Desi Shipping Akademia Messina-Anthea Vicenza Volley 2-3 (21-25, 23-25, 27-25, 25-17, 17-19)
Domenica 5 febbraio ore 17.00
Omag-Mt San Giovanni In M.No-Cda Talmassons 2-3 (25-21, 25-15, 19-25, 22-25, 13-15)
Ipag S.Lle Ramonda Montecchio-Seap-Sigel Marsala 3-0 (25-19, 25-22, 25-21)
Volley Soverato-Assitec Volleyball Sant’Elia 3-0 (26-24, 25-18, 25-14)
Itas Ceccarelli Martignacco-3m Pallavolo Perugia 3-0 (25-20, 25-17, 25-19)
Riposa: Roma Volley Club

I TABELLINI
GIRONE A

BSC MATERIALS SASSUOLO – ITAS TRENTINO 0-3 (18-25 23-25 23-25) – BSC MATERIALS SASSUOLO: Scacchetti 2, Pistolesi 14, Civitico 10, Busolini 8, Bondavalli 1, Manfredini 6, Pelloni (L), Martinez Vela 6, Dhimitriadhi. Non entrate: Vittorini, Luna (L), Guarino, Masciullo. All. Venco. ITAS TRENTINO: Mason 14, Moretto 11, Dehoog 13, Michieletto 13, Fondriest 7, Bonelli 2, Parlangeli (L), Meli. Non entrate: Bisio, Joly, Libardi (L), Michieletto, Serafini. All. Saja. ARBITRI: Scotti, Mesiano. NOTE – Spettatori: 500, Durata set: 25′, 27′, 29′; Tot: 81′. MVP: Mason.

Top scorers: Pistolesi A. (14) Mason C. (14) Dehoog C. (13)
Top servers: Moretto G. (3) Dehoog C. (1) Mason C. (1)
Top blockers: Fondriest S. (3) Moretto G. (1) Dehoog C. (1)

CHROMAVIS ECO DB OFFANENGO – VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA 1-3 (20-25 25-23 17-25 22-25) – CHROMAVIS ECO DB OFFANENGO: Bartesaghi 7, Pomili 2, Martinelli 16, Trevisan 14, Cattaneo 5, Galletti 2, Porzio (L), Anello 11, Nelson 5, Casarotti, Menegaldo. Non entrate: Tommasini (L), Marchesi, Anello. All. Bolzoni. VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Pamio 3, Consoli 15, Boldini 4, Cvetnic 12, Torcolacci 6, Obossa 31, Scognamillo (L), Orlandi 1, Munarini, Ratti. Non entrate: Zorzetto (L), Foresi, Blasi. All. Beltrami. ARBITRI: Cavicchi, Selmi. NOTE – Durata set: 24′, 29′, 23′, 28′; Tot: 104′. MVP: Obossa.

Top scorers: Obossa J. (31) Martinelli M. (16) Consoli C. (15)
Top servers: Cvetnic L. (3) Obossa J. (2) Consoli C. (2)
Top blockers: Bartesaghi G. (4) Obossa J. (3) Consoli C. (3)

TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO – VOLLEY HERMAEA OLBIA 3-0 (25-12 25-22 25-15) – TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO: Cassemiro 7, Veneriano 6, Nicolini 6, Nardo 21, Badini 5, Conti 12, Rolando (L), Cantaluppi 1. Non entrate: Stroppa, Gallizioli, Radice (L), Pinto, Nicoli. All. Chiappafreddo. VOLLEY HERMAEA OLBIA: Miilen 2, Taje’, Bridi 4, Bulaich Simian 12, Gannar 4, Schiro’ 7, Barbagallo (L), Messaggi 4, Fontemaggi 3, Diagne 1, Bresciani. All. Guadalupi. ARBITRI: Chiriatti, Lorenzin. NOTE – Durata set: 21′, 27′, 22′; Tot: 70′. MVP: Veneriano.

Top scorers: Nardo A. (21) Bulaich Simian D. (12) Conti A. (12)
Top servers: Schiro’ C. (2) Conti A. (2) Nicolini C. (1)
Top blockers: Veneriano M. (3) Nicolini C. (2) Cassemiro M. (1)

EMILBRONZO 2000 MONTALE – D&A ESPERIA CREMONA 2-3 (20-25 22-25 25-15 25-21 16-18) – EMILBRONZO 2000 MONTALE: Rossi 13, Lancellotti 1, Frangipane 22, Fronza 12, Visintini 22, Zojzi 12, Bici (L), Mescoli, Bonato, Montagnani. Non entrate: Aguero (L), Bozzoli, Mammini. All. Ghibaudi. D&A ESPERIA CREMONA: Ferrarini 10, Mennecozzi, Piovesan 24, Landucci 8, Kullerkann 17, Rossini 16, Zampedri (L), Giacomello 2, Coppi, Balconati. Non entrate: Kullerkann, Buffo. All. Magri. ARBITRI: Somansino, Cruccolini. NOTE – Durata set: 26′, 26′, 24′, 29′, 25′; Tot: 130′. MVP: Piovesan.

Top scorers: Piovesan A. (24) Visintini G. (22) Frangipane A. (22)
Top servers: Visintini G. (4) Piovesan A. (1) Ferrarini S. (1)
Top blockers: Landucci C. (4) Fronza E. (4) Rossi A. (4)

GIRONE B
DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA – ANTHEA VICENZA VOLLEY 2-3 (21-25 23-25 27-25 25-17 17-19) – DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA: Martilotti 18, Mearini 13, Ebatombo 1, Robinson 27, Martinelli 15, Muzi 4, Ciancio (L), Varaldo 11, Faraone (L). Non entrate: Silotto, Brandi, Pisano, Catania. All. Breviglieri. ANTHEA VICENZA VOLLEY: Galazzo 3, Legros 16, Farina 12, Kavalenka 18, Panucci 9, Cheli 16, Formaggio (L), Ottino 6, Munaron, Groff, Ghirini (L), Martinez Volskis, Ferraro. Non entrate: Digonzelli. All. Iosi. ARBITRI: Stancati, Palumbo. NOTE – Durata set: 24′, 28′, 29′, 21′, 23′; Tot: 125′. MVP: Cheli.

Top scorers: Robinson M. (27) Kavalenka J. (18) Martilotti V. (18)
Top servers: Martilotti V. (5) Mearini V. (5) Cheli L. (3)
Top blockers: Cheli L. (5) Mearini V. (4) Robinson M. (4)

OMAG-MT SAN GIOVANNI IN M.NO – CDA TALMASSONS 2-3 (25-21 25-15 19-25 22-25 13-15) – OMAG-MT SAN GIOVANNI IN M.NO: Bolzonetti 18, Parini 10, Perovic 28, Rachkovska 7, Babatunde 13, Turco, Caforio (L), Biagini. Non entrate: Covino, Cangini (L), Aluigi, Salvatori, Saguatti. All. Barbolini. CDA TALMASSONS: Milana 15, Caneva 15, Taborelli 20, Rossetto 9, Costantini 15, Eze Blessing 2, De Nardi (L), Trampus 4, Crisafulli, Campagnolo, Michelini. Non entrate: Tognini, Monaco, Rossan (L). All. Barbieri. ARBITRI: Grassia, Usai. NOTE – Durata set: 25′, 22′, 26′, 27′, 16′; Tot: 116′. MVP: Costantini.

Top scorers: Perovic N. (28) Taborelli V. (20) Bolzonetti A. (18)
Top servers: Costantini V. (3) Taborelli V. (2) Caneva A. (1)
Top blockers: Costantini V. (5) Perovic N. (5) Babatunde M. (4)

IPAG S.LLE RAMONDA MONTECCHIO – SEAP-SIGEL MARSALA 3-0 (25-19 25-22 25-21) – IPAG S.LLE RAMONDA MONTECCHIO: Marconato 8, Bartolucci, Angelina 18, Barbazeni 4, Mazzon 17, Tanase 11, Maggipinto (L), Nardelli. Non entrate: Esposito, Didone’ (L), Malvicini, Brandi, Cometti, Muraro. All. Sinibaldi. SEAP-SIGEL MARSALA: Ghibaudo 2, Bulovic 12, Frigerio 5, Moneta 6, Salkute 11, Deste 5, Norgini (L), Orlandi 2, Szucs 1, Garofalo 1. Non entrate: Guarena. All. Buonavita. ARBITRI: Di Lorenzo, Kronaj. NOTE – Durata set: 25′, 30′, 28′; Tot: 83′. MVP: Mazzon.

Top scorers: Angelina G. (18) Mazzon G. (17) Bulovic K. (12)
Top servers: Bulovic K. (1) Ghibaudo C. (1) Frigerio M. (1)
Top blockers: Salkute M. (2) Marconato G. (2) Ghibaudo C. (1)

VOLLEY SOVERATO – ASSITEC VOLLEYBALL SANT’ELIA 3-0 (26-24 25-18 25-14) – VOLLEY SOVERATO: Malinov 2, Schwan 12, Giambanco 5, Korhonen 16, Giugovaz 10, Cecchi 9, Ferrario (L), Salviato 3. Non entrate: Zuliani, Barbaro, Cherepova, Tolotti. All. Chiappini. ASSITEC VOLLEYBALL SANT’ELIA: Costagli 4, Ghezzi 4, Cogliandro 11, Spinello 2, Dzakovic 12, Hollas 7, Vittorio (L), Giorgetta 2, Di Mario. Non entrate: Polesello, Botarelli, Moschettini. All. Gagliardi. ARBITRI: Scarfo’, Guarneri. NOTE – Durata set: 30′, 23′, 22′; Tot: 75′. MVP: Korhonen.

Top scorers: Korhonen P. (16) Dzakovic D. (12) Schwan C. (12)
Top servers: Salviato B. (3) Dzakovic D. (2) Korhonen P. (2)
Top blockers: Cogliandro A. (3) Giambanco S. (3) Hollas E. (2)

ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO – 3M PALLAVOLO PERUGIA 3-0 (25-20 25-17 25-19) – ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO: Modestino 8, Allasia, Wiblin 12, Eckl 8, Sironi 12, Cortella 2, Tellone (L), Bole 12, Granieri 1, Lazzarin, Cabassa. Non entrate: Guzin. All. Gazzotti. 3M PALLAVOLO PERUGIA: Salinas 8, Agbortabi 2, Giudici 14, Patasce 4, Negri 2, Manig, Rota (L), Traballi 1, Bosi, Pero. All. Marangi. ARBITRI: Jacobacci, Serafin. NOTE – Spettatori: 105, Durata set: 25′, 22′, 24′; Tot: 71′. MVP: Bole.

Top scorers: Giudici L. (14) Wiblin R. (12) Bole E. (12)
Top servers: Giudici L. (2) Eckl K. (2) Wiblin R. (2)
Top blockers: Giudici L. (3) Wiblin R. (3) Modestino D. (3)

LE CLASSIFICHE
GIRONE A

Itas Trentino 39 (12 – 4); Futura Giovani Busto Arsizio 35 (12 – 4); Valsabbina Millenium Brescia 33 (11 – 5); Bsc Materials Sassuolo 32 (11 – 5); Lpm Bam Mondovi’ 31 (10 – 6); Volley Hermaea Olbia 22 (8 – 9); Tecnoteam Albese Volley Como 21 (8 – 9); Orocash Lecco 21 (7 – 9); D&a Esperia Cremona 21 (6 – 11); Emilbronzo 2000 Montale 18 (6 – 11); Chromavis Eco Db Offanengo 15 (5 – 12); Club Italia 9 (3 – 14);

GIRONE B
Roma Volley Club 42 (14 – 0); Cda Talmassons 32 (11 – 3); Omag-Mt San Giovanni In M.No 32 (11 – 4); Ipag S.Lle Ramonda Montecchio 31 (11 – 3); Itas Ceccarelli Martignacco 27 (9 – 6); Volley Soverato 26 (9 – 6); Anthea Vicenza Volley 21 (8 – 8); Desi Shipping Akademia Messina 14 (4 – 12); Seap-Sigel Marsala 9 (3 – 12); Assitec Volleyball Sant’Elia 9 (1 – 15); 3m Pallavolo Perugia 6 (2 – 14).

IL PROSSIMO TURNO
SERIE A2
7° GIORNATA DI RITORNO
GIRONE A

Mercoledì 8 febbraio ore 18.00
Volley Hermaea Olbia – Futura Giovani Busto Arsizio
Mercoledì 8 febbraio ore 20.30
Orocash Lecco – Bsc Materials Sassuolo
Itas Trentino – Chromavis Eco Db Offanengo
Valsabbina Millenium Brescia – D&a Esperia Cremona
Lpm Bam Mondovi’ – Emilbronzo 2000 Montale
Club Italia – Tecnoteam Albese Volley Como

GIRONE B
Mercoledì 8 febbraio ore 16.00
Assitec Volleyball Sant’Elia – Seap-Sigel Marsala
Mercoledì 8 febbraio ore 20.30
Cda Talmassons – Volley Soverato
Anthea Vicenza Volley – Itas Ceccarelli Martignacco
Desi Shipping Akademia Messina – Ipag S.Lle Ramonda Montecchio
3m Pallavolo Perugia – Roma Volley Club