Volley Modena – Capitan Di Iulio traccia la strada verso Ravenna: “E’ una finale e noi abbiamo voglia di vincere”

117

volley liu yo di iulio
Dopo il 3-2 dell’andata al PalaBanca e dopo la vittoria con il medesimo risultato di domenica, la Liu•Jo Modena torna in campo domani sera per la terza sfida stagionale contro Piacenza. In palio, però, questa volta non ci sono solo tre punti, ma la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia. Il quarto posto in classifica al termine del girone d’andata pone le rivali in una posizione di vantaggio potendo scendere in campo sul proprio terreno di gioco, ma le ragazze di coach Beltrami hanno dimostrato di potersi giocare tutte le proprie chance e le due vittorie maturate in altrettanti incontri disputati sono lì a testimoniarlo.

Per raccogliere il risultato che entrambe le formazioni vogliono, ovvero la vittoria, servirà mettere in campo le proprie qualità tecniche, ma anche quelle psicologiche e mentali come racconta il capitano bianconero Chiara Di Iulio alla vigilia: “Ogni partita racchiude la propria storia, le due di campionato contro Piacenza vanno archiviate ed ora dobbiamo pensare esclusivamente a quella importantissima di domani. E’ una gara cruciale, fondamentale e credo anche che sarà bellissima da giocare”.

Carattere, voglia e determinazione saranno requisiti ancor più fondamentali come detto perché quella del PalaBanca non sarà una sfida che mette in palio un trofeo, ma è la prima tappa di un percorso che si può alimentare solo portando a casa una vittoria, parola di capitano: “Sicuramente la componente psicologica sarà un fattore da tenere in considerazione, di fatto quella che si giocherà sarà come una finale, ma la chiave di lettura di questa sfida dev’essere quella di scendere in campo concentrate, con la massima serenità e al tempo stesso massima grinta e cattiveria. Bisogna pensare ad ogni fondamentale della pallavolo, una palla alla volta e un set alla volta. Dobbiamo essere consci che sarà una sfida lunga, difficile, sofferta, ma al tempo stesso piacevolissima da giocare”.

L’obiettivo è quello di cancellare gli esiti delle due gare di campionato anche per non farsi condizionare mentalmente dai risultati maturati: “Se Piacenza può avvertire pressione dopo le due sconfitte? Potrebbe, ma essere sotto pressione può essere sia positivo che negativo. Credo che ogni squadra, da una parte e dall’altra, si porti dietro il proprio cammino, le proprie motivazioni poi come detto questa sarà una finale e tutti vogliono vincere. Noi, però, di più”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.