YouTube pericoloso per i bambini: arriva in soccorso la nuova veste di YoTube Kids

549

YouTube pericoloso per i bambini: arriva in soccorso la nuova veste di YoTube Kids ma sarà utile o sarà l’ennesimo affare sulla pelle dei più piccini?

Google ha annunciato importanti novità per YouTube Kids, l’app per Android, iOS e smart TV che permette di accedere ai contenuti video adatti ai più piccoli con la supervisione dei genitori. Tra le novità annunciate ecco la possibilità di creare profili per ogni bambino e l’uso di un interfaccia più personalizzata.

YouTube Kids, mostra i video pubblicati dai partner di Google, utilizzando un design più semplice rispetto a quello dell’app YouTube, in modo da offrire una migliore esperienza d’uso. Proprio questo aspetto è stato ulteriormente perfezionato con la nuova versione. L’interfaccia dell’applicazione viene infatti modificata in base all’età del bambino inserita dal genitore nel profilo. I più piccoli vedranno meno testo, mentre i più grandi vedranno più contenuti sulla schermata home.

I genitori possono inoltre creare profili per ognuno dei figli, digitando la loro età e scegliendo un diverso avatar. Durante il processo di setup è possibile fornire informazioni più dettagliate in modo da consentire la visualizzazione dei video più adatti. La app suggerirà nuovi video in base a quelli già visti e ai termini delle ricerche, ma potrebbero anche apparire video non adatti (i filtri automatici non sono perfetti). In questo caso, il genitore può bloccarli e segnalarli al team di sviluppo.

Infine, la nuova versione permette ai bambini di impostare un passcode nel loro profilo. I genitori possono sempre eliminarlo o modificarlo. YouTube Kids è attualmente disponibile in 37 paesi con oltre 11 milioni di utenti attivi alla settimana.

I video sono generati dall’algoritmo di raccomandazione di YouTube, che tiene conto delle ricerche dell’utente, dei filmati già visualizzati. L’algoritmo è sostanzialmente un imbuto attraverso il quale passa ogni singolo video caricato su YouTube, e solo pochi superano la scrematura finendo sullo schermo dell’utente.
L’app di YouTube è un enorme specchio dei desideri dei bambini.

A causa delle dimensioni del sito, questo motore di raccomandazione ha un compito difficile. “I consigli di YouTube aiutano più di un miliardo di persone a scoprire contenuti personalizzati da un archivio sempre in crescita”, hanno scritto i ricercatori di Google (che possiede YouTube) in uno studio sull’algoritmo. L’archivio comprende molte ore di video caricati sul sito ogni secondo, ogni giorno. Creare un sistema di raccomandazione efficace è molto difficile, hanno scritto i ricercatori, perché l’algoritmo deve passare al setaccio una quantità enorme di contenuti e identificare all’istante i video più recenti e rilevanti, ignorando il resto.

I videomaker tengono conto di cosa ha più successo e poi lo imitano, nella speranza che i bambini clicchino sul loro contenuto. Quando lo fanno, l’algoritmo di YouTube registra la scelta e raccomanda il contenuto ai bambini. In questo modo i bambini continuano a cliccare sugli stessi video, che vengono consigliati ad altri bambini. Questo fa in modo che i videomaker producano sempre lo stesso genere di video, sperando di catturare l’attenzione dei bambini.

In sostanza è così che funziona qualsiasi algoritmo ed è così che nascono le bolle di filtraggio. Un pezzo di codice individua ciò che l’utente trova interessante e poi invia allo stesso utente altri video simili. Da un certo punto di vista YouTube Kids offre contenuti fatti su misura in base a quello che i bambini scelgono di vedere. I bambini, in pratica, selezionano da sé i video che gli vengono consigliati, fino a quando perdono interesse e cambiano genere. L’app di YouTube è un enorme specchio dei desideri dei bambini. In questo senso apre una finestra speciale nella psiche infantile.

I video per bambini sono tra i contenuti più cliccati nella storia di YouTube.
Su YouTube Kids si possono trovare animazioni di alta qualità e spezzoni di programmi televisivi come Peppa Pig, oltre che diverse ninne nanne. Daddy Finger è sostanzialmente l’inno di YouTube Kids, e le interpretazioni di ChuChu Tv delle canzoni per bambini più famose sono impossibili da evitare. Molti dei video più popolari presentano una buona dose di amatorialità. Le dimostrazioni sul funzionamento dei giocattoli, come le uova-sorpresa, sono molto popolari: nei filmati gli adulti spiegano il funzionamento di diversi giocattoli, spesso tirandoli fuori da uova di plastica o rimuovendo uno strato di didò per rivelare un giocattolo nascosto. I bambini impazziscono per queste cose.

I bambini piccoli sono inoltre predisposti all’ossessione verso interessi relativamente limitati (elefanti! Treni! La luna! Gelato!). Arrivati più o meno ai 18 mesi di età, molti bambini sviluppano “interessi estremamente intensi” ed utilizzano le app come YouTube Kids scelgono spesso video che contengono concetti familiari e personaggi che già conoscono. Questo elemento rappresenta una sfida per i ricercatori. Se i bambini continuano a fare clic sull’icona di un video perché lo riconoscono è difficile stabilire fino a che punto imparano o quali sono le differenze tra una app e altre forme di gioco.

Il controllo della qualità rappresenta comunque un problema. L’anno scorso YouTube Kids conteneva un video che mostrava personaggi simili a Topolino che si sparavano in testa l’un l’altro, come ha riportato Today.
“Il contenuto disponibile non è curato ma semplicemente filtrato attraverso l’algoritmo”, spiega Nina Knight, portavoce di YouTube. “Diversamente dalla tv tradizionale, in cui i contenuti sono selezionati in un momento specifico, YouTube Kids fornisce a ogni bambino e famiglia il genere di contenuto che amano, in qualsiasi momento. È qualcosa di unico”.

Al contempo i creatori dei video di YouTube Kids passano un numero infinito di ore a cercare di fregare l’algoritmo in modo che i loro filmati siano visualizzati il maggior numero possibile di volte, perché un aumento delle visualizzazioni significa un aumento degli introiti pubblicitari.

“Devi fare quello che l’algoritmo vuole da te, una volta che l’algoritmo di YouTube ha determinato che un dato canale è fonte di video sulla melma, sui colori o sulle forme (e soprattutto una volta che un canale ha pubblicato un video di successo su un certo argomento) i videomaker corrono un grande rischio se si allontanano da questa classificazione. “La verità è che YouTube sceglie per noi”, vi sono altre strategie importanti per rendere virale un video su YouTube Kids. Con l’esperienza si comincia a sviluppare una sorta di intuito sui desideri dei bambini.
Per concludere una curiosità. Diversamente da YouTube, YouTube Kids non usa la localizzazione geografica, di sesso e di età dei bambini per creare le sue raccomandazioni, quindi per un qualche ‘anomalo’ motivo l’algoritmo di YouTube Kids usa input diversi rispetto all’algoritmo del sito originale.

Va comunque specificato e rammentato ai genitori italiani i rischi che si nascondono per i bimbi che usano YouTube senza controllo: parodie con linguaggi scurrili, video che mostrano scene di violenza, comportamenti inappropriati, allusioni sessuali e persino discriminazioni religiose sono alcuni esempi di contenuti non adatti che possono essere raggiunti in pochissimi clic durante la ricerca di video dedicati ai bambini. Questi risultati illustrano i potenziali rischi a cui sono esposti i più piccoli quando non è attivo il parental control o quando sono lasciati soli durante la navigazione.

Quasi un bambino italiano su dieci (8%) ha incontrato contenuti inappropriati o espliciti su Internet, ma il 33% dei genitori non applica alcuna contromisura per proteggerli dalle minacce online.

I consigli per evitare che ciò accada sono fondamentalmente tre:
1. maggiore supervisione da parte dei genitori
2. installazione di un software di parental control
3. l’uso di Youtube Kids




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *