PALLANUOTO – ROMA VIS NOVA SCONFITTA DA BOLOGNA

191

VIS NOVA – Un film già visto, un match che grosso modo è la fotocopia di altri. Tanta volontà, tanta abnegazione, ma alla fine il risultato non cambia. La De Akker Team passa allo Stadio del Nuoto per 13-9 in un match che ha visto i romani giocare una buona gara, ma alla fine raccogliere poco. Un risultato che premia la squadra di Mistrangelo, brava a rimanere in scia nel momento delicato a metà tra secondo e terzo tempo e poi uscire alla distanza nella terza frazione, appunto, mettendo a segno un parziale di 6-1. Nell’ultima frazione poi la Roma Vis Nova non ha trovato la forza di replicare e riportarsi avanti. Non c’è stata la scolta neanche dopo il rigore parato da Correggia e pensare che fino a 2’ dalla fine i leoni erano ancora in scia con due reti di svantaggio. Una Roma Vis Nova bella per metà, due tempi giocati in maniera perfetta sia in difesa, sia in avanti, ma soprattutto con l’uomo in più dove a un certo punto la percentuale era salita al 75%. Poi come in altre circostanze la squadra non ha più espresso il proprio gioco, perdendosi nell’ultima parte. Problema mentale o tattico? Le parole del tecnico Alessandro Calcaterra. “Purtroppo ancora una volta gettiamo al vento quanto di buono fatto nella prima parte della partita. Non riusciamo a esser costanti, la squadra è cresciuta nel gioco, poi ci fermiamo. C’è una componente mentale molto importante che si ripete, mi metto in discussione anche io e a questo punto può esser anche un discorso tattico. Dobbiamo lavorare ancora tantissimo, perché ci aspettano delle partite molto dure con Brescia e Ortigia. Mercoledì andiamo a Salerno dove abbiamo il dovere di raccogliere qualcosa”. Vis Nova che rimane al penultimo posto con 4 punti, Salerno a 6, sarà uno scontro diretto molto importante.

FOTO PAGANOTTI PER RVN