Cucina – Serata di vigilia? Ecco l’Omino di neve

146

francia parigi Place Vendôme
Il 24 Dicembre, serata di vigilia, vede come protagonista assoluto il pesce. le ricette sono molteplici e molto conosciute. Noi abbiamo deciso di occuparci del dolce ed abbiamo deciso di suggerirvi un piatto buono e bello………… l’omino di neve. Eccovene i segreti!

Mentre togliete la crosta a due panettoni, uno da kg 1 e l’altro da g 500, modellateli dando loro forma rotondeggiante quindi, per abbozzare la sagoma dell’omino di neve, fissate con 3 stecchini, il panettone piccolo su quello grosso.

Iniziate a montare g 200 di albumi con un pizzichino di sale e continuate nella lavorazione aggiungendovi a filo g 200 di zucchero cotto a 110°: dovrete ottenere una meringa soda.

Rivestite l’omino con la meringa, spalmandolo con una spatola sul corpo e
sulla testa

quindi passatelo in forno a 120° per 20′, per far asciugare la meringa perfettamente. Con pasta marzapane di tre colori (circa g 200 cad.) preparate dei nastri sottili; sovrapponeteli leggermente, poi passateli con il matterello per tenerli uniti e ottenere la “sciarpa” dell’omino.

Dopo aver tenuto a bagno in acqua fredda per una notte un bastoncino di liquirizia, sfrangiatelo ad una estremità per fare la “scopa.

Una carotina candita sarà il “naso”; per gli “occhi” vi serviranno un paio di caramelle azzurre, lucide, sulle quali incollerete con una punta di meringa le “pupille” (caramelline bianche e nere). Il berretto” è un disco sottile di pasta di marzapane bianca, il pompon una pallina di marzapane rosa e i “bottoni” sono zuccherini; si completa con una spolverata di “neve” (zucchero a velo).

Gli ingredienti?

panettone 1 Kg

panettone 500 gr

albumi

sale

zucchero

pasta di marzapane in 3 colori

bastoncino di liquerizia

carotina candita

caramelle azzurre

zucchero a velo




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.