Gerusalemme: al via la raccolta delle olive nell’orto del Getsemani

142

gerusalemme

E’ iniziata sabato 17 ottobre e durerà almeno una settimana la raccolta delle olive nell’orto del Getsemani. Come consuetudine, anche quest’ anno i frati francescani custodi dell’ Orto Sacro dove Gesù pregò nella notte del Giovedì santo, hanno invitato gente di Gerusalemme e volontari provenienti da ogni parte del modo a dedicare qualche ora o un’intera giornata a questo gesto, che assume una connotazione particolare, nel clima di tensione a violenza che sta di nuovo turbando la vita quotidiana nella Città Santa.
Le persone che quest’anno partecipano alla raccolta – riferiscono gli organi ufficiali della Custodia Francescana di Terrasanta e del Patriarcato latino di Gerusalemme – appartengono quest’anno a 15 nazionalità differenti.
Il Monte degli Ulivi conta alcuni alberi di ulivo centenari, caratterizzati dal fatto di condividere lo stesso DNA. Questa connotazione comune fa ritenere plausibile l’ipotesi che la pianta madre da cui sono nati gli alberi attuali possa aver fatto parte dell’oliveto dove Gesù si ritirò a pregare, all’inizio della sua Passione.
Le olive del raccolto – che quest’anno sarà particolarmente abbondante – verranno inviate all’Abbazia di Latrun, dove verrà prodotto l’olio che poi sarà venduto e consumato dai frati e dalle comunità religiose della Terra Santa, oltre a essere inviato come olio santo alle parrocchie del Patriarcato latino e a Santuari sparsi in tutto il mondo




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.