Sudan 3 mila persone rischiano di morire di fame

africa

Oltre trentamila persone in Sud Sudan rischiano di morire di fame e altre ”decine di migliaia” sono ”a rischio carestia”. La denuncia arriva da Fao, Unicef e World Food Program in un comunicato congiunto. Le persone maggiormente colpite sono quelle che vivono nello stato dell’Unità, nel Nord del Paese, un tempo regione principe per la produzione di petrolio ora è teatro di atrocità che vanno dagli stupri di donne e bambini ai sequestri di massa. Il Paese africano è funestato dal 2013 da una guerra civile tra governo e ribelli. ”A meno che non venga garantito urgentemente l’accesso umanitario illimitato – si legge nel comunicato congiunto delle tre agenzie delle Nazioni Unite – l’insicurezza alimentare potrebbe deteriorare fino a produrre carestia in zone dello Stato dell’Unità”. Difficile la situazione umanitaria anche nella zona compresa tra Sudan e Sud Sudan, in particolare nelle ricche regioni del Sud Kordofan e del Nilo Blu, dove i ribelli del Movimento di liberazione del Sudan combattono contro il governo di Khartoum. Uno spiraglio per la pace del Sudan si è aperto oggi: Khartoum, infatti, ha accettato di prendere parte ai negoziati di pace con i ribelli, previsti per il mese prossimo ad Addis Abeba




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *