Calcio – In serie B volano Crotone, Pordenone e Frosinone

Calcio – Venerdì la serie B tornerà in campo per un nuovo interessante turno ricco di spunti d’interesse, ma prima di curiosare nel turno in arrivo ecco un’analisi di quanto avvenuto nell’ultimo turno di campionato della serie cadetta.
La sorpresa della giornata è giunta da Crotone dove i padroni di casa hanno annichilito il neo promosso Benevento con un perentorio 3-0. La “battaglia” vera e propria si è avuta a Salerno dove si è disputata l’attesissima partita contro la Juve Stabia. Il risultato è stato ad appannaggio dei padroni di casa che seppur in dieci dopo 5 minuti per il fallo da ultimo uomo di Aya seguita da quella di Jallow dalla panchina sono riusciti ad andare in vantaggio e non si sono persi d’animo neppure dopo il pareggio degli ospiti facendo propria la partita all’81esimo con una bella realizzazione di Gondo.
Ottima la prestazione del Pisa che è riuscito a sconfiggere il Cittadella con un secco 2-0 e successi importanti per il Frosinone che si è imposto 2-1 sullo Spezia e del Pordenone che ha espugnato Perugia. La vittoria per 1-0 della Cremonese sul Pescara è costata la panchina a Nicola Legrottaglie allenatore degli abruzzesi ed ex pilastro della difesa juventina. Andrea Sottil è il nuovo tecnico in vista della sfida casalinga all’Adriatico (ore 21) con il Perugia. Accordo per le prossime sei gare.
Dunque come vi anticipavo il Crotone ha vinto e si candida autorevolmente per un posto in serie A. E’ stata la notte di Simy a Crotone. Con una tripletta il nigeriano ha messo ko una capolista svagata e riporta i suoi da soli al secondo posto. Il nigeriano ha interrotto l’imbattibilità del Benevento, che durava da 374’, al 14’ con un bel colpo di testa su cross dalla destra di Gerbo. Poi raddoppio, 4’ dopo, con una pregevole azione personale..Infine al 71’ il tris personale con un tocco di destro al volo su cross dalla trequarti destra di Gerbo.
A Pisa il Cittadella ha interrotto la bella striscia di 3 vittorie di fila. I nerazzurri in vantaggio al 36’ grazie a un rigore concesso dall’arbitro Di Martino per un fallo di Paleari a Masucci lanciato in area sulla destra. La replica del Cittadella è stata sterile e il Pisa ne ha approfittato per chiudere i conti nella ripresa. Dopo un’occasione fallita da Fabbro il rumeno Marin, al primo gol in carriera, siglare il 2-0 all’84’ riprendendo una corta respinta di Paleari su cross dalla destra di Fabbro.
E’ tornato a sorridere il Pordenone mentre sono tornati i tempi cupi per il Perugia.
Ospiti in vantaggio dopo appena 2’ con un colpo di testa di Mazzocco su cross dalla sinistra di Tremolada. Il Perugia rha reagito trovando il pareggio dopo 5 minuti con un bel sinistro a giro dal limite di Falzerano. Gli umbri hanno poi colpito un palo con Nicolussi e al 39’ hanno subito la beffai da Ciurria che ha fealizzato l’1-2 con un gran sinistro in girata su cross dalla trequarti sinistra di De Agostini. Attimi di paura al 55’ per un infortunio occorso a Di Gregorio che ha rimediato una ginocchiata al volto in uno scontro con Melchiorri. E’ comunque uscito in barella cosciente. Il Perugia ha chiuso la gara in 10 per l’espulsione all’81’ di Falzerano per proteste.
Il Frosinone ha vinto lo scontro diretto con lo Spezia e resta a -4 dal secondo posto. Ciociari in vantaggio dopo appena 14’ con un tocco ravvicinato di Salvi su cross dalla sinistra di Rohden. Un’ingenua trattenuta in area di Capuano a Galabinov ha consentito allo tesso attaccante dello Spezia di pareggiare i conti su rigore al 50’. Il Frosinone all’84’ ha realizzato il gol partita con un colpo di testa di Paganini su cross dalla destra di Salvi.
Il Chievo ha conquistato a Chiavari un punto che gli consente di mantenere un piede in zona playoff. Colpiti nel primo tempo (25’) da Mazzitelli, bravo a indirizzare sotto l’incrocio un destro dal limite su assist di Rodriguez, i clivensi hanno reagito nella ripresa trovando il pareggio (62’) con un tocco ravvicinato in scivolata di Rigione su lancio di Giaccherini.
Con una doppietta di Mancuso l’Empoli ha espugnato Venezia restando agganciato al treno playoff. L’attaccante azzurro ha fatto la differenza in 10’ nella ripresa. Al 48’ ha sbloccato il risultato vincendo un rimpallo su cross dalla sinistra di Antonelli quindi, al 58’, ha raddoppiato in contropiede riprendendo un corta respinta di Lezzerini su un tiro di Zurkowski.
Colpo grosso dell’Ascoli a Cosenza. Dopo aver sofferto per tutto il primo tempo, i bianconeri hanno colpito nella ripresa (62’) con Scamacca che ha capitalizzato nel migliore dei modi un lancio smarcante, sul filo del fuorigioco, di Ninkovic.
Rocambolesco successo del Trapani sul Livorno: 3 punti d’oro che alimentano le speranze di playout dei siciliani. Succede tutto nel finale al Comunale. A sorpresa in vantaggio all’83’ i labronici con un gol del subentrato Murilo. Castori si è giocato la carta della disperazione Scaglia e il centrocampista in pochi minuti ha fatto la differenza. Prima (89’) ha pennella per la testa in tuffo di Pettinari la punizione-cross per l’1-1 e poi, con un lancio smarcante in area, ha servito a Delmonte la palla per il 2-1 conclusivo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *