Ad Hannover allerta attentati

14

image Mentre allo stadio un megafono ha invitato gli spettatori “a lasciare con calma” la struttura e l’area circostante e a “tornare a casa”, molte auto attorno al complesso sportivo sono state controllate dagli agenti. Successivamente l’allarme è stato esteso a tutta la città: le stazioni della metro nel centro sono state chiuse, una sala da concerto è stata inizialmente fatta sgomberare – poi il concerto si è tenuto lo stesso – mentre sono state mandate via 900 persone che volevano assistere a un evento jazz. “Risposte concrete sulle ragioni della decisione di annullare la partita renderebbero insicura la popolazione”, ha affermato qualche ora dopo il ministro dell’Interno de Maiziere in una conferenza stampa. È stato poi il ministro regionale ad annunciare, intorno alle 22, che al momento non sono stati compiuti arresti, né è stato trovato materiale esplosivo. La decisione dell’annullamento del match è arrivata alla fine di una giornata molto impegnativa in Germania: in una retata ingentissima, ai confini con Olanda e Belgio, nel Nordreno-Westfalia, era stati arrestati sette sospettati, poi rilasciati in serata. E de Maiziere aveva spiegato: “C’è ancora un terrorista in fuga, e grande preoccupazione che possa essere nei paesi vicini alla Francia”. “La situazione in Germania è ad alto rischio” e le autorità monitorano gli eventi con la massima attenzione.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *