BASKET – OXYGEN SCONFITTA A SESTO SAN GIOVANNI

100

OXYGEN – La Oxygen Roma Basket si deve arrendere in casa dell’Allianz Geas Sesto San Giovanni. Partita molto combattuta, la squadra capitolina, nonostante le diverse assenze, lotta su ogni pallone e si deve arrendere solo nei secondi finali. Primo quarto equilibrato, Geas prova a scappare portandosi sul +6 ma Roma è brava a non perdere le distanze grazie soprattutto alle giocate sotto canestro di Dongue. Moore allo scadere però decide la prima frazione di gioco (22-19). Nel secondo quarto le ragazze di Zanotti mettono il piede sull’acceleratore, il duo Panzera-Begic mette ben 15 punti di distacco. La Oxygen non molla, continua a lottare e riesce a riportarsi nuovamente sotto grazie alla bomba dall’angolo di Romeo e ai tiri liberi perfetti di Kalu e Dongue. Si va all’intervallo sul punteggio di 36-31. Le padrone di casa escono molto bene dagli spogliatoi, Moore continua a collezionare punti pesanti e Roma si perde un pochino, ci vuole un time-out di coach Di Meglio dopo tre minuti per sistemare le cose. Da questo momento in poi le capitoline iniziano a disegnare le giuste geometrie e riescono a trovare canestri pesanti con Romeo, Natali e Dongue chiudendo il terzo quarto sul punteggio di 52-48. L’ultimo quarto è molto avvincente, le due squadre danno spettacolo ma alla fine è Geas ad avere la vinta. Roma la perde proprio sul più bello, le rotazioni corte si fanno sentire sulle gambe e nel finale mancano un po’ le energie. Onore alla Oxygen che ancora una volta ha lottato fino alla fine.

Coach Vincenzo Di Meglio: “Devo dire brave alle mie ragazze. La squadra tutte le volte che ha preso un cazzotto l’ha restituito, penso anche alla scorsa partita a Ragusa. Con qualità, cuore e situazioni tattiche riusciamo sempre a mettere in difficoltà gli avversari. Venivamo da una settimana molto complicata, fra assenze e infortuni, per questo devo fare un applauso alle giocatrici perché hanno dimostrato di mettere davvero il cuore in campo”.

Marta Scarsi: “Il rammarico c’è anche perché siamo in una situazione di emergenza. Abbiamo dimostrato di avere carattere, da una parte siamo contente per averlo messo in campo perché vuol dire che in qualche modo questo carisma lo possiamo tirar fuori contro tutte le squadre. Adesso aspettiamo il rientro delle nostre infortunate, così le rotazioni si possono nuovamente allungare. In questa situazione tutte stanno dando qualcosa di più per aiutare la squadra. È difficile però tutte stanno portando un mattoncino in più per arginare le difficoltà”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *