CEV Volleyball Cup 2020: la UYBA vince il Golden Set e accede ai quarti, Saugella Monza eliminata dalla Dinamo Kazan

338

CEV Volleyball Cup – Non ci sarà l’atteso derby italiano nei quarti di finale della CEV Volleyball Cup 2020. Nelle gare di ritorno degli ottavi di finale, sia Unet E-Work Busto Arsizio che Saugella Monza subiscono una sconfitta; ma mentre le farfalle di Stefano Lavarini, che avevano vinto 3-0 nel match di andata, si aggrappano al Golden Set per eliminare il Developres SkyRes Rzezsow (capace di pareggiare i conti in Polonia con lo stesso risultato), le brianzole vengono battute dalla Dinamo Kazan anche alla Candy Arena, così come era avvenuto in Russia, e abbandonano la competizione a testa alta.

Così nei quarti di finale le bustocche si ritroveranno di fronte proprio Kazan, formazione in cui militano la croata Samanta Fabris, la dominicana De La Cruz e le russe Startseva e Koroleva. Andata in casa della Dinamo tra il 18 e il 20 febbraio, il ritorno due settimane dopo al PalaYamamay.

Col brivido, ma continua il cammino europeo della Unet e-work Busto Arsizio che vince al Golden Set in Polonia il ritorno degli ottavi di finale di Cev Cup ed attende ora ai quarti la vincente della sfida tra Monza e Dinamo Kazan, in programma stasera alle 20.30. Dopo il 3-0 dell’andata, Gennari e compagne hanno sudato notevolmente al RCWS Podpromie, subendo un secco 3-0 dalla squadra di casa e salvandosi solo al Golden Set, vinto per 15-11.Con Piccinini ferma per una lieve lesione al polpaccio e schierata come secondo libero, la UYBA ha giocato con il 6+1 classico, ma ha incontrato da subito notevoli difficoltà: nel primo set (12-8) ha sofferto in ricezione (17-13, 4 ace subiti nel game) e faticato a mettere la palla a terra (20-17 per le polacche, bene Efimienko). Nel finale il Rzeszow ha dilagato e chiuso 25-20, nonostante i 6 punti di Lowe. Troppi gli errori per le farfalle (13). Nel secondo parziale Gennari e compagne sono sembrate partire meglio (1-3), ma le padrone di casa non hanno mollato (ottime Frantti e Blagojevic, 15 punti in due) e si è giocato sul filo dell’equilibrio (12-12, 16-16). La UYBA non ha trovato il pallino del suo gioco, si è trovata ad inseguire (18-16, 22-20 dentro Berti per Bonifacio e Villani per Herbots) ed è caduta ancora 25-23. 8 punti a referto nel game per Lowe. Nel terzo parziale Lavarini è ripartito con il 6+1 iniziale e la UYBA ha provato ad invertire la rotta con una partenza incoraggiante (6-8); il Rzeszow non si è però fermato, ha impattato e tenuto sempre vivo il game. Le farfalle, con Villani ancora in campo per Herbots, sono state vicine al successo (21-23), ma il Rzeszow ha avuto ancora la meglio (27-25) con Efimienko (7) e Franti (5) determinanti. Tutt’altra storia nel Golden Set: l’avvio è stato equilibrato (5-4), ma poi la UYBA è fuggita (6-9, 7-11, 9-13) e ha chiuso 11-15. Nel game d’oro ottimo il contributo delle centrali biancorosse che, grazie ad una ricezione migliore, sono state chiamate più in causa da Orro e hanno anche toccato tanto a muro. Brava infine Gennari ad attaccare senza paura i punti decisivi. A tabellino 18 punti per Lowe, 13 per Washington, 11 a testa per Herbots e Gennari.

Orro: “E’ stata una partita molto difficile: loro hanno aggredito da subito con il servizio ed hanno difeso tutto. Noi siamo andate presto in difficoltà, non riuscivamo ad uscire da questa situazione e a fare qualcosa in più per far girare la gara. Nel Golden Set siamo entrate con il fuoco negli occhi, eravamo arrabbiatissime e con la forza del gruppo abbiamo centrato l’obiettivo”.

Gennari: “La battuta del Rzeszow ci ha messo parecchio in difficoltà, così come tutto il loro gioco, diverso da quello dell’andata. Noi ci abbiamo messo tre set per giocare al nostro livello e per trovare le contromisure, ma l’obiettivo era passare; abbiamo sofferto più del previsto, ce la siamo vista brutta; credo però che la vittoria di oggi ci abbia unito ancora di più e dato ancora di più la consapevolezza di quanto siamo forti e sappiamo venir fuori dalle difficoltà”.

Termina agli Ottavi di Finale, per mano della Dinamo Kazan, il cammino della Saugella Monza nella CEV Volleyball Cup 2020. Le monzesi, pur esprimendo una prova generosa, non riescono a capovolgere il 3-0 subito all’andata dalla squadra russa, perdendo 3-1 il confronto con la formazione guidata da Gilyazutdinov davanti al pubblico di casa della Candy Arena di Monza. Alla squadra di Parisi serviva vincere 3-0 o 3-1 per giocarsi tutto al golden-set ma la serata si è aperta subito in salita, con le ospiti vincenti nel primo parziale grazie ai lampi di Fabris e De La Cruz a martellare bene in attacco. Nonostante lo svantaggio Monza è brava a risalire con pazienza: Skorupa, entrata al posto di Di Iulio, serve bene Plummer, Meijners e Mariana (ottimo l’impatto sulla gara della brasiliana entrata al posto di una poco ispirata Orthmann): le sue bocche da fuoco, insieme ad Heyrman e ad una lucida Parrocchiale in difesa, spingono le rosablu alla conquista del secondo parziale e avanti fino alla metà del terzo. E’ un break delle russe complice qualche errore delle padrone di casa e le giocate di Koroleva a regalare il gioco e la conseguente qualificazione alla Dinamo (incontrerà Busto Arsizio nei Quarti) che vincendo il quarto gioco si porta a casa anche un bel sorriso. Per Monza un pizzico di rimpianto per non essere riuscita a sfruttare le occasioni per andare avanti 2-1 nel conteggio dei set ma la consapevolezza di poter crescere ancora molto.

Serena Ortolani (schiacciatrice Saugella Monza): “Siamo partite titubanti ma nel secondo set abbiamo reagito, giocando bene. Il terzo è stato combattuto fino all’ultimo non siamo riuscite a farcela. Loro sono una bella squadra e noi dobbiamo lavorare tanto e migliorare. Chiaramente non siamo queste e vogliamo puntare a crescere, pensando ai prossimi obiettivi che abbiamo. Scandicci? E’ una trasferta difficile, come tutte in questo campionato. Dobbiamo dare il massimo in ogni gara, perchè se non lo fai è difficile vincere”.

PRIMO SET
Parisi sceglie Di Iulio al palleggio e Plummer opposto, con Orthmann e Meijners bande, Danesi ed Heyrman centrali e Parrocchiale libero. Inizio punto a punto, con Plummer a martellare per Monza e Biryukova e De La Cruz a rispondere per Kazan, 3-3. Due assoli di Fabris (ace e attacco vincente) valgono il break russo, 6-3, ma la Saugella è pronta a reagire con Plummer (8-5). Muro di Meijners su Fabris e fast di Heyrman ad avvicinare Monza (9-7), ma Kazan lucida in attacco con De La Cruz, a muro con Koroleva (su Meijners) e in battuta con Startseva (ace): 12-7 per le ospiti e time-out Parisi. Fabris risponde a Danesi, poi Koroleva dal centro e allungo Dinamo, 16-8. Dentro Squarcini per Danesi, errore di Startseva, ace di Meijners e tentativo di reazione delle lombarde, 16-10. Mariana prende il posto di Orthmann: Meijners a segno in pipe, poi la brasiliana dal lato e la Saugella accorcia, 19-12. Parisi cambia diagonale: dentro Skorupa e Ortolani per Di Iulio e Plummer. Heyrman mura Biryukova, Fabris martella in diagonale e sempre avanti la Dinamo, 20-13. Pipe di Biryukova, errore di Heyrman dal centro e Parisi chiama time-out sul 22-14 per Kazan. Finale tutto delle ospiti, brave a chiudere il primo gioco, 25-16.

SECONDO SET
Le monzesi partono con più determinazione, con Mariana al posto di Meijners e Skorupa per Di Iulio (rispetto al sestetto visto nel primo set) firmando un break nel prologo con Mariana, 4-2. Maryukhnich martella forte, Fabris la imita bene e Kazan mette il naso avanti, 5-4. La Saugella però ci crede: attacco vincente prima di Plummer, poi di Meijners e controsorpasso Monza, 6-5. Punto a punto fino al 12-12, poi sale in cattedra Plummer che inizia a martellare forte, 14-12. Danesi piazza la fast del nuovo più due Saugella (16-14), poi piazza un gran muro su Koroleva e le monzesi scappano sul 18-15. Grandi difese di Parrocchiale a permettere il contrattacco efficace della Saugella (19-16) ma Kazan reagisce con Fabris (19-17). Giocata vincente di Meijners ed ace di Plummer: più quattro Monza, 21-17 e time-out Dinamo. Giocata di Plummer, errore di Fabris e Monza scappa sul 23-18, chiudendo a favore il secondo parziale grazie all’ace di Mariana 25-18.

TERZO SET
Inizio punto a punto (3-3), poi due muri di Mariana su Fabris a regalare il break alla Saugella Monza, 5-3. Biryukova non sbaglia, De La Cruz mura Heyrman e Kazan aggancia la parità (6-6). Ancora break monzese con Heyrman (ottimo turno al servizio per lei) e Meijners a spingere, ben servite da Skorupa: 9-6 e time-out Kazan. Alla ripresa del gioco pipe di Plummer (10-7), brava a murare Fabris successivamente (11-8 Monza). Mariana risponde a Fabris, ma sempre Saugella avanti complice qualche sbavatura delle ospiti (14-11). Mariana gioca bene sulle mani del muro dopo due punti delle russe, che sbagliano con Fedorotseva (16-13 Saugella). De La Cruz imita Startseva e Kazan firma la parità (16-16), costringendo Parisi al time-out. Equilibrio fino al 18-18, poi due errori di Plummer a valere il più due Kazan (20-18) e Parisi chiama la pausa. Due errori di Monza agevolano la fuga della Dinamo (22-18), poi Orthmann prende il posto di Meijners e mura Fabris (22-19). Dentro anche Di Iulio per Skorupa: la palleggiatrice della Saugella piazza un ace e Gilyazutdinov chiama la pausa sul 22-20 per le sue. Errore di Plummer, giocata di De La Cruz e la Dinamo Kazan vince il gioco, 25-20, guadagnandosi la qualificazione ai Quarti di Finale della CEV Volleyball Cup 2020.

QUARTO SET
Break Saugella Monza con Mariana (3-1), brava con il suo turno di servizio ad agevolare l’attacco monzese, 5-2. Fabris col pallonetto e l’errore in battuta di Di Iulio avvicinano la Dinamo (7-5), ma ancora Mariana determinata a muro a mantenere avanti le sue, 9-6. Torna forte la Dinamo con Koroleva, De La Cruz e Kochurina (ace), sorpassando la Saugella Monza 14-12. Nuovo punto a punto (16-16), poi però arriva il filotto di quattro punti della Dinamo con Koroleva in battuta (anche un ace per lei) e Parisi chiama la pausa sul 20-16 per le ospiti. Dentro anche Obossa per Ortolani e Skorupa per Di Iulio: Akimova e Kochurina vanno a segno per Kazan (22-17). Obossa schiaccia forte per Monza (22-20), ma Kazan chiude il set, 25-20 e la gara 3-1.

I TABELLINI
Developres SkyRes RZESZOW – Unet e-work BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-20, 25-23, 27-25, Golden Set: 11-15) – Developres SkyRes RZESZOW: Frantti 15, Witkowska 5, Blagojevic 14, Efimienko-mlotkowska 15, Valentin 3, Zaroslinska-krol 9, Krzos (L), Mlejnkova 1. Non entrate: Polanska, Grabka, Hawryla, Kaczmar, Galucha, Przybyla (L). All. Antiga. Unet e-work BUSTO ARSIZIO: Washington 13, Herbots 11, Gennari 11, Orro 2, Lowe 18, Bonifacio 8, Leonardi (L), Bici, Villani 1, Berti. Non entrate: Bonifacio, Wang (L), Cumino, Malual, Piccinini, Campagnolo, Cucco (L), Bulovic, Bartolucci. All. Lavarini. ARBITRI: Sirakov, Novak. NOTE – Durata set: 24′, 29′, 31′, Golden Set: 18′); Tot: 102′.

Saugella MONZA – Dinamo KAZAN 1-3 (16-25, 25-18, 20-25, 20-25) – Saugella MONZA: Heyrman 4, Di Iulio 2, Danesi 5, Orthmann 4, Meijners 10, Plummer 16, Parrocchiale (L), Obossa 1, Ortolani 4, Costa 17, Squarcini 1, Skorupa. Non entrate: Bonvicini, Begic (L). All. Parisi. Dinamo KAZAN: Biryukova 4, Maryukhnich 2, Koroleva 16, Fabris 15, Startseva 7, De La Cruz De Pena 17, Podkopaeva (L), Kochurina 2, Popova, Akimova 3, Fedorovtseva 8. Non entrate: Simanikhina (L), Kadochkina. All. Sikachev. ARBITRI: Strandson, Constantinides. NOTE – Durata set: 24′, 23′, 30′, 23′; Tot: 100′.

CEV VOLLEYBALL CUP 2020
I RISULTATI DEGLI OTTAVI DI FINALE
GARE DI RITORNO (in grassetto le qualificate, tra parentesi il risultato dell’andata)

Sanaya Libby’s La Laguna (ESP) – Grupa Azoty Chemik Police 1-3 (27-25, 22-25, 17-25, 23-25) (POL) (0-3)
Mladost Zagreb (CRO) – Fatum Nyiregyhaza (HUN) 3-2 (25-20, 25-22, 19-25, 23-25, 15-8); Golden Set 19-17 (2-3)
TS Volley Dudingen (SUI) – Volero Le Cannet (FRA) 0-3 (15-25, 23-25, 20-25) (0-3)
ZOK Bimal-Jedinstvo Brcko (BIH) – Minchanka Minsk (BLR) 1-3 (21-25, 21-25, 25-22, 15-25) (0-3)
SSC Palmberg Schwerin (GER) – Hameenlinna (FIN) (3-1)  06/02
Asterix Avo Beveren (BEL) – Hermes Volley Oostende (BEL) 3-2 (21-25, 20-25, 25-21, 25-22, 15-9) (3-2)
Developres SkyRes Rzeszow (POL) – Unet E-Work Busto Arsizio 3-0 (25-20, 25-23, 27-25); Golden Set 11-15 (0-3)
Saugella Monza – Dinamo Kazan (RUS) 1-3 (16-25, 25-18, 20-25, 20-25) (0-3)

LA FORMULA
Come da tradizione, le formazioni si affronteranno in turni ad eliminazione diretta fino alla finale, su gare di andata e ritorno. Passerà il turno chi avrà conquistato più punti nel doppio confronto (3-0 e 3-1 assegnano 3 punti a chi vince e 0 a chi perde, 3-2 assegna 2 punti a chi vince e 1 a chi perde).

LE DATE
Quarti di finale: andata 18-20 febbraio, ritorno 3-5 marzo
Semifinali: andata 17 marzo, ritorno 24 marzo
Finali: andata 7 aprile, ritorno 14 aprile




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *