Master Group Sport Volley Cup A1: dalle 20.30 Foppa-Nordmeccanica

252

In arrivo la seconda semifinale del campionato femminile di pallavolo. In campo dalle 20.30.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO – NORDMECCANICA PIACENZA
Mercoledì 20 aprile, ore 20.30 DIRETTA RAI SPORT 1 E RAI SPORT HD
Ben 23 i precedenti tra Nordmeccanica Piacenza e Foppapedretti Bergamo, tutti in Serie A1. Le due formazioni si sono incrociate nei Play Off Scudetto già nella stagione 2012-13, anche allora in semifinale. Ebbe la meglio in due partite il team emiliano, poi Campione d’Italia. Il confronto più recente è quello in finale di Coppa Italia, al PalaDeAndré di Ravenna, vinto nettamente dalle orobiche a coronamento di un weekend magico. Proprio quella due giorni ha stravolto gli orizzonti della Foppa, fin lì altalenante e insicura e poi grintosa e autorevole. Le rossoblù però non riescono a difendere il PalaNorda dagli attacchi piacentini dal dicembre 2010: sette sconfitte interne consecutive, che raccontano di quanto le emiliane siano pericolose in Lombardia.

Bergamo è stata la protagonista della più grossa sorpresa che si è consumata nei quarti di finale: la doppia affermazione sulla Pomì Casalmaggiore, Campione d’Italia e d’Europa in carica. Certamente nelle gambe e nelle menti delle rosa ha influito non poco la Final Four di Champions League, ma quel che è altrettanto vero è che Stefano Lavarini ha trovato la quadratura del cerchio e la squadra ha superato il turno in grande stile. E quando giocatrici come Eleonora Lo Bianco, Paola Cardullo (ex del match) e Paola Paggi si avvicinano a un traguardo, diventa tutto molto più difficile per le avversarie. Barun ha preso a picchiare senza sosta (36 punti in due partite) e anche la staffetta tra Plak e Sylla in posto 4 sta dando ottimi risultati.

“Il massimo della concentrazione” ha appunto chiesto Marco Gaspari nei minuti successivi alla vittoria in Gara-3 della sua Nordmeccanica contro la Savino Del Bene Scandicci. Il coach di Piacenza non vuole commettere lo stesso errore dello scorso 20 marzo a Ravenna, quando le biancoblù approcciarono la finale di Coppa Italia con poca attenzione e non riuscirono a cambiare il corso degli eventi. Aver superato l’ostacolo dei quarti con estrema fatica ha lasciato qualche tossina in più del previsto – a conti fatti Bergamo potrà contare su quasi 48 ore in più di riposo rispetto alle avversarie – ma ha anche spinto Sorokaite e compagne a doversi esprimere ai più alti livelli possibili. Con una Meijners che sta ritrovando la forma ideale dopo la distorsione alla caviglia.   




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *