PALLANUOTO – CHAMPIONS LEAGUE – PRO RECCO VS FERENCVAROS 8-4

223

PRO RECCO – La Pro Recco domina e batte il Ferencvaros per 8-4 nei quarti di finale di Champions League: oggi, alle 20 i campioni d’Europa, affronteranno il Vouliagmeni, allenato dall’ex Vujasinovic, che a sorpresa ha battuto il Brescia sotto il diluvio abbattutosi in serata su Belgrado. Prestazione difensiva magistrale dei biancocelesti, con un Del Lungo in serata di grazia, due reti per Zalanki e Younger. L’altra semifinale vedrà di fronte Novi Beograd e Barceloneta.

Mister Sukno lascia fuori Aicardi e Iocchi Gratta, oltre a Figlioli, rimasto in Italia, e schiera Loncar insieme ad Hallock ai due metri.
Fulmini e tuoni ritardano l’avvio del match di venti minuti e sono proprio due saette ad inaugurare l’ultimo quarto di finale di giornata: Merkulov dopo 53 secondi porta in vantaggio gli ungheresi, Fondelli risponde da posizione 3 nell’azione successiva (1-1). La Pro Recco scatta con Hallock, che scherza Jansik al centro, e Younger, letale in superiorità, l’unica concessa ai biancocelesti nel primo tempo, per il 3-1. Il Ferencvaros invece gioca 4 uomini in più, di cui un 6 contro 4 che Cannella riesce ad annullare intercettando la palla, e mai riesce a bucare Del Lungo. La difesa dei campioni d’Europa subisce solo a uomini pari, il tocco sotto misura di Vigvari è il 3-2 che chiude il quarto.
Si riparte e la Pro Recco mantiene immacolata la percentuale con l’uomo in meno ed è impressionante in superiorità: Younger dopo 40 secondi segna il 4-2, Cannella da posizione 4, con Jansik nel pozzetto, sigla il +3 (sarà 3/3 dopo sedici minuti). Del Lungo è mostruoso su Merkulov e Varga, blinda la porta per tutto il tempo e si toglie anche lo sfizio di lanciare in controfuga Di Fulvio che si fa ipnotizzare da Vogel: al cambio campo si vola così sul 5-2.
I biancocelesti sprecano ancora il +4 in apertura di terzo tempo con Fondelli, che tira alto in doppia superiorità, e vengono puniti due volte dagli ungheresi, precisi con l’uomo in più: Fekete e poi Merkulov, in doppia superiorità, avvicinano i campioni d’Europa (5-4). Nel momento difficile spunta il mancino armato di Zalanki che abbatte due volte Vogel e manda Ivovic e compagni all’ultimo tempo sul 7-4.
Il Ferencvaros cambia in porta nel quarto tempo, ma Presciutti con una palomba da posizione impossibile beffa Szakonyi e avvicina la semifinale: è l’8-4 che distrugge psicologicamente gli ungheresi e chiude la partita.
“Abbiamo dominato dall’inizio, eravamo subito pronti in difesa con un Del Lungo grandissimo, l’attacco ha iniziato a girare durante la gara – il commento di Sukno –. Siamo stati concentrati fino alla fine, offensivamente abbiamo giocato con ampiezza fino ai due metri. Adesso pensiamo al Vouliagmeni, giocano bene, da squadra, anche se non hanno grandi nomi: rispettiamo Vujasinovic e gli atleti che guida, ma ci vogliamo concentrare su di noi”.
“Lavoriamo tutto l’anno sulla difesa e siamo andati bene, così come nella finale Scudetto: dobbiamo continuare così – le parole di Nicholas Presciutti -. Il Vouliagmeni è in semifinale di Champions, se lo sono meritato e già quando abbiamo giocato in casa loro alcuni mesi fa non è stato facile. La palomba? Ho visto il portiere fuori e ne ho approfittato, sono stato anche fortunato”.
Pro Recco: Del Lungo, Di Fulvio, Zalanki 2, Cannella 1, Younger 2, Fondelli 1, N. Presciutti 1, Echenique, Ivovic, Velotto, Loncar, Hallock 1, Negri. All. Sukno
Ferencvaros: Szakonyi, Molnar, Pohl, Merkulov 2, Argyropoulos, Nagy, Fekete 1, Ve. Vigvari 1, Nemet, De. Varga, Jansik, Damonte, Vogel. All. Z. Varga
Arbitri: Putnikovic (Serbia) e Gomez (Spagna).
Parziali: 3-2, 2-0, 2-2, 1-0
Superiorità numeriche: PR: 4/9, F: 2/10
Uscito per limite di falli: Velotto (PR) a 4.20 del terzo tempo. In porta Szakonyi (F) nel quarto tempo.
Risultati dei quarti di finale:
Barceloneta vs Jug 11-9
Novi Beograd vs Olympiacos 13-11
Brescia vs Vouliagmeni 10-11
Pro Recco vs Ferencvaros 8-4



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *