VNL 2023 – ITALIA SCONFITTA DALLA POLONIA

223

VNL 2023 – L’Italia non concede il bis. Nella seconda giornata della Pool 1 di Volleyball Nations League in svolgimento ad Antalya, le azzurre sono state sconfitte dalla Polonia del CT Stefano Lavarini 1-3 (25-20; 20-25; 14-25; 18-25) al termine di un match aperto bene da un’Italia che però non è riuscita a mantenere buoni standard in ricezione ed attacco per il resto della partita. Domani le azzurre torneranno in campo all’Antalya Spor Salunu alle 19 (ora italiana in diretta su Sky Sport Arena e Now) per affrontare g li USA nella penultima fatica della prima week di fase intercontinentale di Volleyball Nations League 2023.

 

LA CRONACA – Out Parrocchiale tenuta a riposo precauzionale per un leggero stato influenzale, Mazzanti parte con Bosio in regia, Sylvia Nwakalor opposto, Degradi ed Omoruyi schiacciatrici, Danesi e Squarcini al centro e Panetoni libero. La partita prende subito ritmo: Nwakalor e Degradi per le azzurre e Stysiak per la Polonia iniziano a martellare con costanza mentre cresce l’impatto al centro di Squarcini e Danesi (10-7). Le azzurre mantengono le 3 lunghezze di gap (14-11) salvo poi commettere due errori in ricezione che rimettono in ritmo Stysiak che, complice anche una doppia di Degradi porta la Polonia avanti 18-19. Mazzanti chiama timeout dal quale le azzurre escono con impatto immediato: Omoruyi, Degradi ed un’infallibile Nwakalor prendono per mano l’Italia e grazie anche all’ottima prova di Panetoni e Bosio, consentono alle azzurre di chiudere il primo set 25-20. Nel secondo parziale, dopo un iniziale break azzurro (3-2) firmato da Degradi, Danesi e Squarcini, la Polonia si affida alla centrale Korneluk per piazzare un controbreak di 1-5 che costringe Mazzanti al timeout. L’inerzia della partita non cambia però padrone con le polacche ad imporre il ritmo con Lukasik, Stysiak e Korneluk. Il CT azzurro prova anche a cambiare la diagonale inserendo Battistoni e Malual per Bosio e Nwakalor ma la Polonia resta saldamente avanti (10-17). Le azzurre però non mollano provando a riaprire il parziale con Nwakalor, Squarcini e un murone di Danesi dopo due miracoli di Panetoni. Quando poi anche Stysiak inizia a sbagliare qualcosa, Lavarini si rifugia nel timeout (17-20). Pausa fondamentale che consente alle palacche di rimettersi a posto e chiudere i conti con Stysiak e la solidissima Korneluk 20-25. Come nel secondo set a nche nel terzo le azzurre partono con il freno a mano tirato (1-6). Mazzanti prova a cambiare affidandosi a D’Odorico ma la musica non cambia: l’attacco azzurro non riesce a chiudere e a parte un paio di guizzi di Nwakalor, consente alla Polonia di una scatenata Stysiak di volare via sul +10 (3-13). A parte qualche segnale positivo in attacco di Malual, D’Odorico e Danesi, la Polonia resta padrona del match archiviando il terzo set con la coppia Korneluk-Stysiak sugli scudi per un netto 14-25. L’Italia ha però il merito di riaccendere immediatamente il motore in avvio di quarto set: spalle al muro le azzurre tornano a brillare in attacco con Squarcini e Omoruyi e a ruggire al servizio con l’ace di Bosio e il muro di Danesi che inducono Lavarini a chiamare timeout sul 6-3. Il buon momento delle azzurre però viene interrotto da un paio di sbavature a ricezione che ridanno ritmo a Stysiak e compagne che tornano a contatto e poi piazzano il sorpasso (9-10). È la svolta del match con la Polonia che non si volta più indietro e le azzurre troppo fallose in ricezione e in attacco. Stysiak scatenata e Polonia che fa calare il sipario sul match 25-18.

 

Davide Mazzanti – (video intervista) “Abbiamo iniziato a fare tanta fatica in cambio palla – ha dichiarato nel post gara il CT azzurro – nel primo set abbiamo messo in campo quella che era la nostra idea di partita. Poi nella prima parte del secondo parziale abbiamo optato per alcune scelte sbagliate consentendo alla Polonia di prendere ritmo e fiducia. A quel punto ci siamo perse sia il filo del gioco che lucidità in attacco e allora la partita è diventata completamente in salita. Dall’altra parte la Polonia è salita di livello e fiducia trovando battuta e attacco e noi siamo andati ancor più i n difficoltà in cambio palla. Nel quarto set abbiamo tentato di rientrare ma si sono ripalesate le difficoltà in cambio palla. Questa partita ci fa male perché rispetto a quello che stavamo facendo non siamo riusciti a compiere un altro step di crescita soprattutto nella nostra idea di centrale seconda linea. Dobbiamo restare fiduciosi e accettare questa sconfitta nel percorso perché sapevamo che sarebbe stato un cammino difficile quello che abbiamo iniziato ieri con la Thailandia. Domani abbiamo subito una gara tostissima in una partita in cui il cambio palla sarà rimesso alla prova perché gli USA hanno un gran sistema di muro-difesa che ci obbligherà a mettere in campo qualcosa di diverso per provare a stare davanti alla nazionale americana”.

 

Sara Panetoni – (video intervista) “Sono molto contenta per l’opportunità che mi è stata concessa oggi – ha dichiarato il libero, Sara Panetoni – ma purtroppo non possiamo essere soddisfatte del risultato. Dobbiamo subito ripartire in vista della prossima sfida con gli USA perché è vietato mollare. Questa sconfitta ci servirà come lezione in un percorso molto lungo in vista dei prossimi impegni. Contro gli USA daremo il massimo e sicuramente cercheremo di fare meglio”

 

Sylvia Nwakalor – (video intervista) “Nel primo set siamo state brave a rimanere punto a punto per poi piazzare il guizzo giusto per portare a casa il parziale – ha ammesso Nwakalor –. Poi qualcosa si è spento e non siamo riuscite a reagire. Dobbiamo ripartire e lavorare su tutti i fondamentali perché come ci siamo dette a fine match queste battute a vuoto possono arrivare ed è nostro compito farci trovare pronte lavorando in questa lunga VNL. Sono convinta che domani contro gli USA torneremo in campo aggressive perché questa sconfitta ci lascia l’amaro in bocca. Saremo più aggressive per dare del filo da torcere alle americane”.

 

Tabellino: ITALIA – POLONIA 3-1

(25-20; 20-25; 14-25; 18-25)

ITALIA: Degradi 11, Squarcini 10, Bosio 2, Omoruyi 9, Danesi 8, Nwakalor S. 15, Panetoni (L), Malual 1, Battistoni, D’Odorico 4. N.E.: Sylla e Nwakalor L. All. Mazzanti

POLONIA: Stysiak 24, Lukasik 13, Jurczyk 8, Wenerska 3, Rozanski 2, Korneluk 13,  Stenzel (L), Galkowoska, Nowicka, Szcyglowka (L). N.E.: Witkowska, Fedusio, Pacak.All. Lavarini

Arbitri: Collados Fabrice (FRA) e Grass Angela (BRA)

Durata: 21’, 25’, 22’, 21’.

Spettatori: 2200

Italia: a 5, bs 14, m 9, et 31.

Polonia: a 6, bs 7, m 13, et 22.

Risultati Pool 1 – Antalya (Turchia)

Prima giornata

Italia – Thailandia 3-2 (24-26; 25-17; 27-29; 30-28; 15-11)

Polonia – Canada 3-2 (20-25; 25-23; 20-25; 25-23; 15-13)

Seconda giornata

Serbia – USA 2-3 (20-25; 25-19; 25-21; 21-25; 12-15)

Corea del Sud – Turchia 0-3 (14-25; 17-25; 24-26)

Terza giornata

Canada – Thailandia 0-3 (17-25; 24-26; 21-25)

Italia – Polonia 1-3 (25-20; 20-25; 14-25; 18-25)

Turchia – Serbia da disputare

 

Risultati Pool 2 – Nagoya (Giappone)

Prima giornata

Germania – Olanda 3-1 (25-21; 25-22; 20-25; 25-22)

Giappone – Rep. Dominicana 3-1 (25-23; 25-18; 22-25; 25-15)

Seconda giornata

Croazia – Bulgaria 0-3 (12-25; 17-25; 19-25)

Cina – Brasile 3-2 (25-23; 22-25; 25-20; 20-25; 15-12)

Terza giornata

Croazia – Germania 0-3 (18-25; 23-25; 23-25)

Bulgaria – Rep. Dominicana 2-3 (25-22; 16-25; 25-16; 14-25; 11-15)

Brasile – Olanda 3-0 (25-23; 25-23; 25-21)

Il calendario completo della Pool 1

02 giugno: Thailandia – Polonia ore 13:00

02 giugno: Canada – Corea del Sud ore 16:00

02 giugno: USA – Italia ore 19:00

03 giugno: Polonia – Serbia ore 13:00

03 giugno: USA – Corea del Sud ore 16:00

03 giugno: Turchia – Italia ore 19:00

04 giugno: Thailandia – Corea del Sud ore 13:00

04 giugno: Canada – Serbia ore 16:00

04 giugno: USA – Turchia ore 19:00

 

Il calendario completo della Pool 2

02 giugnio: Cina – Germania ore 6:10

02 giugno: Rep. Dominicana – Olanda ore 9:10

02 giugno: Croazia – Giappone ore 12:40

03 giugno: Brasile – Rep. Dominicana ore 5:40

03 giugno: Cina-Olanda ore 8:40

03 giugno: Bulgaria – Giappone ore 12:10

04 giugno: Croazia – Brasile ore 5:40

04 giugno: Germania – Bulgaria ore 8:40

04 giugno: Giappone – Cina ore 12:10

 

La Volleyball Nations League femminile 2022 in TV e streaming

La Volleyball Nations League in diretta su Sky Sport. L’emittente televisiva satellitare replicherà quanto fatto nell’estate 2022 scendendo in campo con le nazionali azzurre trasmettendo in diretta gli impegni ufficiali che attendono la nazionale (VNL femminile e maschile, Europeo femminile e maschile) nella lunga estate azzurra appena iniziata. Sulla piattaforma streaming a pagamento Volleyball World TV – welcome.volleyballworld.tv saranno trasmesse in diretta tutte le partite della VNL 2023.

Link per accesso a Volleyball World TV – welcome.volleyballworld.tv

Palinsesto Sky Sport completo della Pool 1 di VNL femminile

Venerdì 2 giugno ore 19:00 –Sky Sport Arena / Now

Italia – Usa (telecronaca Stefano Locatelli e commento Rachele Sangiuliano)

Sabato 3 giugno ore 19:00 –Sky Sport Arena /Now

Italia – Turchia (telecronaca Stefano Locatelli e commento Rachele Sangiuliano)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *