PALLANUOTO – FINALE SCUDETTO – GARA 1 E’ DELLA PRO RECCO

71

PRO RECCO – È della Pro Recco gara 1 della finale Scudetto: a Punta Sant’Anna i campioni d’Italia superano il Savona per 8-5 in una sfida dominata fin dall’inizio. Sabato, alle 20:45, i ragazzi di Sukno dovranno vincere alla “Zanelli” per conquistare il Tricolore numero 36. Migliori marcatori del match Iocchi Gratta e Younger, autori di due gol.

La partenza della Pro Recco, priva di Echenique infortunato, è devastante: 3-0 dopo sei minuti, con Zalanki, Condemi e Younger a bucare Nicosia in superiorità. Gli ospiti non impensieriscono mai Del Lungo e alla sirena il punteggio non cambia.
A inizio secondo tempo i biancocelesti volano sul 4-0 con Iocchi Gratta da posizione 5 ancora con l’uomo in più.  A metà quarto Kakaris finisce la sua partita per un colpo a Guidi e nell’azione successiva il Savona trova la via della rete dopo oltre dodici minuti di gioco con Campopiano.  Del Lungo si supera su Figlioli, mentre Nicosia devia il rigore di Zalanki. Il mancino ungherese si fa perdonare poco dopo disegnando un assist perfetto per Aicardi che a 35 secondi dal cambio campo spinge in rete il 5-1. C’è ancora tempo per un’azione offensiva e Patchaliev, in girata sulla sirena, ancora con l’uomo in più, batte Del Lungo per il 5-2 che matura dopo sedici minuti.
Si riparte, Guidi finisce nel pozzetto e Younger sigla il 6-2 da posizione 4 con un tiro che rimbalza sull’acqua e finisce sotto la traversa. Cannella manda la Pro Recco sul +5 poi i biancocelesti perdono lucidità in fase offensiva ma non subiscono nulla fino al rigore che a 70 secondi dalla sirena vede Rizzo bucare Del Lungo (7-3). Risultato che non cambia a fine tempo perché Nicosia stoppa Condemi in controfuga.
Sukno perde anche Cannella per un colpo alla testa in avvio di quarto tempo, ma la Pro Recco continua a macinare gioco e Iocchi Gratta da posizione defilata sorprende Nicosia. I biancocelesti amministrano, le due reti di Figlioli, in superiorità, arrivano troppo tardi: a Punta Sant’Anna è dei biancocelesti la prima gara.
“Abbiamo iniziato bene la partita, un’ottima difesa, compatti e uniti per tutti e 32 i minuti – le parole di mister Sukno – ma nulla è stato fatto, siamo solo 1-0 e tra due giorni andiamo a Savona dove ci aspetterà una partita difficile in una piscina piena: siamo abituati e ci faremo trovare pronti. Tra terzo e quarto tempo, vedendo che il Savona non riusciva a organizzare l’attacco e metteva le mani addosso, ho detto ai ragazzi di stare attenti perché se si cala è un attimo subire 2-3 gol in pochi minuti: dovevamo giocare fino alla fine e così è stato”.
“Una bella prestazione, con una buona difesa finalmente anche in campionato dove da un po’ di tempo non tenevamo il punteggio così basso – aggiunge Matteo Iocchi Gratta -. Complimenti a Del Lungo che ha fatto un’ottima prestazione e a tutti i miei compagni che sono stati bravi a cambiare su tutte le entrate del Savona. Gara 1 dovevamo vincerla, adesso abbiamo altre due partite per cullare un sogno su cui lavoriamo da settembre. A Savona sarà una gara diversa e dovremo approcciarla con la stessa mentalità di oggi”.
PRO RECCO-RN SAVONA 8-5
PRO RECCO: M. Del Lungo, F. Di Fulvio, G. Zalanki 1, G. Cannella 1, A. Younger 2, A. Fondelli, N. Presciutti, M. Iocchi Gratta 2, F. Condemi 1, K. Kakaris, M. Aicardi 1, B. Hallock, T. Negri, G. Rossi. All. Sukno
RN SAVONA: G. Nicosia, N. Rocchi, A. Patchaliev 1, P. Figlioli 2, M. Vavic, V. Rizzo 1, T. Cora, L. Bruni, E. Campopiano 1, M. Guidi, B. Durdic, B. Erdelyi, N. Da Rold, M. Bragantini. All. Angelini
Arbitri: Navarra e Carmignani
Parziali: 3-0, 2-2, 2-1, 1-2.
 Superiorità numeriche: Recco 6/13 + un rigore fallito da Zalanki nel secondo tempo (parato da Nicosia) e Savona 4/10 + un rigore realizzato da Rizzo nel terzo tempo. Espulso con sostituzione per fallo di reazione Kakaris (Pro Recco) nel secondo tempo. Ammonito per proteste il tecnico del Savona Angelini nel terzo tempo. Uscito per limite di falli Rocchi (Savona) nel secondo tempo e Djurdic (Savona) nel quarto tempo.
Foto allegata (Credit Schenone)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *