PALLANUOTO – OGGI ORTIGIA-PRIMORAC

63

PALLANUOTO – Giro di boa importante per la LEN Euro Cup. Domani è in programma la terza giornata, con la
quale si completa il girone di andata del Group Stage. L’Ortigia, alle ore 15.00, nel campo di gara al coperto di
“Nesima”, a Catania, ospiterà i montenegrini del Primorac Kotor (diretta streaming sul canale YouTube della LEN). Gli uomini di Piccardo, attualmente, guidano la classifica a punteggio pieno (6 punti), davanti alla coppia Panionios-
Primorac (3 punti) e al Trieste (0 punti). La possibilità di aumentare il distacco, facendo un passo importante verso gli ottavi di finale, aggiunge ulteriore motivazione a quella, già altissima, propria di una importante sfida europea. Di
fronte ci sarà il Primorac, squadra molto ben organizzata che, dopo aver battuto Trieste, è stata sconfitta di misura in
casa dal Panionios. Domani, dunque, i montenegrini saranno agguerriti e determinati a tornare al successo in Euro
Cup, per agganciare il primo posto. L’Ortigia, dal canto suo, grazie alla sosta del campionato di Serie A1, ha finalmente avuto il tempo di preparare la gara senza la frenesia delle scorse settimane: lavoro atletico e tattico (al video e in acqua) per cercare di migliorare ulteriormente la condizione, studiare gli avversari e lavorare sui meccanismi ancora da perfezionare e sulle strategie da attuare. Unico assente Luca Cupido, impegnato nei giochi panamericani con la sua nazionale. Il centrovasca statunitense dovrebbe rientrare in tempo per l’impegno di campionato contro il Telimar (mercoledì 8 novembre, alla “Caldarella”).
Alla vigilia, mister Stefano Piccardo parla della condizione dei suoi giocatori e del tipo di partita che dovranno
impostare per poter portare a casa i tre punti: “La squadra sta bene, in questi giorni abbiamo avuto modo di lavorare
molto per cercare di mettere un po’ di fieno in cascina per il futuro, visto che dopo questa gara ci aspetta un altro ciclo di partite ogni due-tre giorni. Domani incontriamo una formazione che ha preso pochi gol nei due match contro
Trieste e Panionios. Una squadra che difende molto bene la difesa posizionale e che in attacco ha due o tre
individualità di alto livello. Dovremo cercare, pertanto, di giocare una partita orizzontale e di tornare in modo forte
durante la difesa di transizione. Il modo in cui riusciremo a difendere sarà l’aspetto che deciderà il match”.
Il tecnico dell’Ortigia presenta gli avversari e poi dice la sua sulla classifica e sulle concrete possibilità di qualificazione: “Il loro centro, Vico, lo conosciamo bene perché giocava a Trieste, è molto bravo ed è il loro punto di forza, poiché in quella zona loro giocano tanti palloni. Poi sulla linea esterna hanno ottimi tiratori, c’è Mrsic che è un talento, Brguljan che è un professore del gioco. Insomma, sarà una partita complicata e si potrà portare a casa cercando di restare il più possibile sul pezzo come abbiamo fatto nelle altre due gare giocate finora. Per quanto riguarda la qualificazione, in un girone da quattro squadre, con andata e ritorno, ritengo che servano 12 punti per passare il turno, quindi c’è ancora tanta strada da fare”.
Il difensore dell’Ortigia, Andrea Condemi, si aspetta un match combattuto e individua il punto da cui partire per poter costruire un’altra vittoria: “Sarà una partita ostica, abbiamo avuto il tempo sia di studiare la squadra che affronteremo domani, sia di analizzare gli errori che abbiamo commesso nel derby contro la Nuoto Catania. Contro il Primorac ci aspettiamo un match molto fisico e difficile, anche perché, pur giocando in casa, in realtà siamo a Catania e non nella nostra piscina. Sicuramente, per fare una buona prestazione e sperare di vincere, dobbiamo partire dalla difesa, perché se difendiamo bene possiamo giocarcela con chiunque. Il Primorac è una squadra che possiamo battere se giochiamo nella maniera giusta e con la necessaria attenzione difensiva”.

FOTO: Maria Angela Cinardo – Mfsport.net




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *