PALLANUOTO – SETTEROSA AI QUARTI: VITTORIA SUL CANADA

90

SETTEROSA – Obiettivo raggiunto. L’Italia supera delle nordamericane dopo tre tempi intensissimi dove sono serviti calma, lucidità ed esperienza. Il Canada ha giocato alla pari spaventando anche le azzurre, sotto di due reti all’inizio (0-2, 2-4). Poi però c’hanno pensato le più esperte come Tabani e Marletta con due quaterne e Bianconi con un tris pesantissimo e in gol sempre nei momenti decisivi. Ai quarti le azzurre incontreranno il 12 febbraio alle 18.30 probabilmente la Grecia che avrà un comodo ottavo di finale contro il Kazakistan. Sarà il remake della finale del terzo posto di Eindhoven persa 7-6, dove le elleniche esclusero le azzurre dal pass olimpico.
“Per prima cosa volevo abbracciare la famiglia di Giuseppe La Delfa e l’Orizzonte Catania per la perdita di un caro amico. Lui ci sosterrà da lassù insieme a Barbara Bufardeci che sentiamo sempre presente – afferma nel post partita il commissario tecnico Carlo Silipo – Abbiamo raggiunto il quarto di finale che probabilmente giocheremo contro la Grecia. Sarà una nuova battaglia e intendiamo prenderci la rivincita della finale per il bronzo all’Europeo. Dopo un inizio difficile ci siamo espressi bene con buone percentuali in attacco e in superiorità. Molto buone anche le prestazioni in difesa. Queste partite sono sempre difficili da giocare e servono calma e sangue freddo anche quando ci sono difficoltà iniziali. Le ragazze mi sono piaciute ed ora perfezioneremo al meglio la preparazione per la fase finale riposando un giorno in più”.

Visibilmente commossa capitan Valeria Palmieri venuta a conoscenza della scomparsa di La Delfa alla fine del match: “Un caro saluto a Giuseppe. Lui era un pezzo dell’Orizzonte, ha creato un sistema e una società vincente e so che ci sosterrà da lassù. Siamo state brave, perché sapevamo che dovevamo combattere sin dall’inizio e poi mettere in atto tutto il nostro gioco brillante”

Mvp con quattro reti e sempre al centro del match Chiara Tabani indica la strada: “Noi più esperte cerchiamo sempre di dare una mano in più. Ognuno cerca di dare il meglio che ha. Quando giocamo così è bello ma è solo l’inizio e dobbiamo concentrarci per il quarto di finale. Non vedo l’ora di incontrare la Grecia per giocare contro di loro perché la delusione della finale me la ricordo bene e la vorrei cancellare per sempre”.

tabellino Italia-Canada 12-8
Italia: Condorelli, Tabani 4, Galardi, Avegno, Giustini, Bettini, Picozzi, Bianconi 3, Palmieri 1, Marletta 4, Viacava, Cocchiere, Banchelli. All. Silipo.
Canada: Gaudreault, Crevier 1, Wright 1 (rig.), Mcdowell, Bakoc 3, Lemay-Lavoie, Mckelvey 1, Browne 1, Paul, La Roche 1, Vulpisi, Mimides, Carroll. All. Paradelo.
Arbitri: McCall (Usa) e Zhang (Chn).
Note: parziali 4-4, 4-2, 2-2, 2-0. Uscita McKelvey (C) per limite di falli nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 5/7 + 1 rigore parato a Marletta a 4’30 nel terzo tempo sul 10-8, Canada 2/8 + un rigore. Ammonito Silipo nel terzo tempo. Spettatori 100 circa.

CRONACA. Inizio shock con le azzurre che sbagliano una superiorità e prendono l’uno-due dalla “patavina” McKelvey e della Crevier, un passato con Florentia e Milano. Le ragazze di Silipo reagiscono e si affidano alle mani esperte: Bianconi da fuori accorcia, Marletta aggancia le nordamericane dal lato corto (2-2). Il Canada sfrutta il primo extraplayer con la mancina Bakoc che sarà la più pericolosa in attacco, ma Palmieri alza la voce con la girata al centro (3-3). Non è finito il primo quarto: la colored La Roche raccoglie dai cinque metri e spara all’angolo il 4-3. A sette secondi dalla fine il bis di Marletta in più è una mano santa per l’Italia (4-4).
La dieci azzurra è on fire: fornisce l’assist per Tabani al centro che dà il primo vantaggio azzurro (5-4) e poi spara il 6-4 da fuori con deviazione per il massimo vantaggio. Nel momento migliore si scuotono le canadesi: Bakoc è chirurgica in extraman col mancino e fa il bis (5-6). Browne è scaltra a smarcarsi sul primo palo e pareggiare con un tiro secco (6-6). Le azzurre si affidano all’esperienza di Tabani che prima sguscia da uno e insacca e poi lo fa in fotocopia dal lato opporto per il nuovo +2 (8-6).
Il terzo parziale si apre con la quadrella di Bianconi in più. Il giro palla è giusto e il Setterosa è completamente nel match (9-6). Le giocate ora riescono facili e Picozzi alza un arcobaleno di 15 metri che trova ancora Marletta. La dieci catanese buca per la quarta volta Gaudreault (10-6). Banchelli salva il quarto extraplayer ma nulla può sul fendente mancino ancora di Bakoc (tris) per il meno tre nordamericano. Wright trasforma un penalty per fallo al centro di Marletta e la stessa dieci azzurra si fa parare stavolta il cinque metri del nuovo più tre (10-8). Il Canada avrebbe la chance per accorciare allo scadere, ma Banchelli mura ancora la pericolosissima Bakoc.
Nel quarto tempo la fatica comincia a sentirsi, ma lei c’è sempre: Bianconi recupera una palla stagnante e spara a schizzo l’11-8 dopo due minuti. E’ il gol della sicurezza perché Tabani, mvp del match, mette in sicurezza il punteggio col tap in al centro in più. Il dado è tratto.

CIAO GIUSEPPE. Lutto nel mondo della pallanuoto. E’ morto a Milano, dove viveva, Giuseppe La Delfa, storico dirigente de L’Ekipe Orizzonte. Aveva 54 anni. Nel corso di un legame durato decenni e mantenuto ancora vivo sino a oggi, pur senza incarichi ufficiali, La Delfa è stato tra gli artefici principali dell’infinito ciclo di successi della formazione etnea, leader in Italia e in Europa e attuale campione tricolore in carica, portando in rossazzurro una lunga serie di atlete di alto livello grazie alla sua profonda conoscenza della pallanuoto internazionale. Giungano alla sua famiglia, le più sentite condoglianze di Paolo Barelli, dei vice presidente vicario Andrea Pieri, dei vice presidenti Giuseppe Marotta e Teresa Frassinetti, del segretario generale Antonello Panza, del presidente del GUG Roberto Petronilli, del coordinatore dei settori agonistici Marco Bonifazi, e dell’intero movimento acquatico.

Mondiali di Doha 2024 – Torneo femminile – I gironi

Girone A: Stati Uniti 9, Olanda 6, Kazakhstan 2, Brasile 1.
Girone B: Spagna 9, Grecia 3, Cina 2, Francia 1.
Girone C: Ungheria 9, Australia 6, Nuova Zelanda 3, Singapore 0.
Girone D: Italia 9, Canada 6, Gran Bretagna 3, Sudafrica 0.

OLIMPIADI: LE QUALIFICATE
In campo femminile sono 8 le squadre già certe della partecipazione alle Olimpiadi di Parigi 2024: Francia (paese ospitante), Olanda e Spagna (pass ottenuto ai Mondiali 2023), Australia (pass ottenuto alle qualificazioni dell’Oceania), Cina (pass ottenuto agli Asian Games), Stati Uniti (pass ottenuto ai Panamericani 2023), Grecia (pass ottenuto agli Europei 2024), Sudafrica (pass riservato alla CANA, la Federazione Africana, da confermare). Restano da assegnare i 2 posti ai Mondiali di Doha.

Mondiali di Doha 2024 – Torneo femminile – Il calendario (orari italiani)

3a Giornata (8 Febbraio)

Girone A
Brasile-Olanda 5-27 (1-7, 1-4, 2-7, 1-9)
ha arbitrato Nicolosi
Stati Uniti-Kazakhstan 32-3 (8-0, 8-0, 9-1, 7-2)

Girone B
Spagna-Francia (ore 17)
Grecia-Cina (ore 18:30)

Girone C
Singapore-Nuova Zelanda 4-30 (1-10, 0-9, 0-5, 3-6)
Ungheria-Australia 13-8 (4-2, 4-3, 3-1, 2-3)

Girone D
Sudafrica-Gran Bretagna 5-14 (2-5, 0-4, 2-5, 1-0)
Italia-Canada 12-8 (4-4, 4-2, 2-2, 2-0)

PRECEDENTI
1a giornata (4 febbraio)
Girone A
Kazakistan-Brasile 16-15 (10-10) dtr (1-2, 2-2, 5-3, 2-3; 6-5)
Stati Uniti-Olanda 10-8 (3-2, 3-3, 3-1, 1-2)
arbitra Nicolosi

Girone B
Cina-Spagna 5-18 (2-3, 2-5, 1-4, 0-6)
Grecia-Francia 11-6 (3-2, 2-1, 4-2, 2-1)

Girone C
Australia-Singapore 32-1 (7-1, 13-0, 6-0, 6-0)
Ungheria-Nuova Zelanda 19-8 (5-2, 4-2, 2-1, 8-3)

Girone D
Gran Bretagna-Italia 10-22 (3-5, 2-6, 2-6, 3-5)
Sudafrica-Canada 2-24 (0-6, 0-3, 2-8, 0-7)

2 giornata – 6 febbario

Girone A
Olanda-Kazakistan 27-4 (6-0, 4-1, 8-3, 9-0)
Brasile-Stati Uniti 5-21 (2-7, 1-6, 0-4, 2-4)

Girone B
Francia-Cina 10-11 dtr  (6-6) (0-2, 2-1, 3-3, 1-0; 4-5)
Spagna-Grecia 16-8 (2-3, 5-2, 4-2, 5-1) ha arbitrato Severo

Girone C
Nuova Zelanda-Australia 6-13 (2-3, 2-3, 1-3, 1-4)
Singapore-Ungheria 2-39 (0-11, 0-7, 2-11, 0-10) ha arbitrato Nicolosi

Girone D
Canada-Gran Bretagna 20-5 (6-1, 5-2, 3-0, 6-2)
Italia-Sudafrica 25-3 (6-1, 5-1, 6-1, 8-0)

Semifinali 13° Posto (10 Febbraio)

Brasile-4a giorne B (ore 7, Gara 25)
Sud Africa-Singapore (ore 9:30, Gara 26)

Ottavi Di Finale (10 Febbraio)

Olanda-3a Girone B (ore 10, Gara 27)
Kazakhstan-2a Girone B (ore 14, Gara 28)
Australia-Gran Bretagna (ore 15:30, Gara 29)
Nuova Zelanda-Canada (ore 17, Gara 30)

Finale 15° Posto (12 Febbraio)

Perdente Gara 25-Perdente Gara 26 (ore 7)

Finale 13° Posto (12 Febbraio)

Vincente Gara 25-Vincente Gara 26 (ore 8:30)

Semifinali 9° Posto (12 Febbraio)

Perdente Gara 27-Perdente Gara 29 (ore 10, Gara 33)
Perdente Gara 28-Perdente Gara 30 (ore 11:30, Gara 34)

Quarti Di Finale (12 Febbraio)

Stati Uniti-Vincente Gara 29 (ore 14, Gara 35)
Spagna-Vincente Gara 30 (ore 15:30, Gara 36)
Ungheria-Vincente Gara 27 (ore 17, Gara 37)
Italia-Vincente Gara 28 (ore 18:30, Gara 38)

Finale 11° Posto (14 Febbraio)
Perdente Gara 33-Perdente Gara 34 (ore 7)

Finale 9° Posto (14 Febbraio)
Vincente Gara 33-Vincente Gara 34 (ore 8:30)
Perdente Gara 35-Perdente Gara 36 (ore 10, Gara 41)
Perdente Gara 37-Perdente Gara 38 (ore 12:30, Gara 42)

Semifinali (14 Febbraio)

Vincente Gara 35-Vincente Gara 36 (ore 14, Gara 43)
Vincente Gara 37-Vincente Gara 38 (ore 15:30, Gara 44)

Finale 7° Posto (16 Febbraio)
Perdente Gara 41-Perdente Gara 42 (ore 8)

Finale 3° Posto (16 Febbraio)
Perdente Gara 43-Perdente Gara 44 (ore 9:30)

Finale 5° Posto (16 Febbraio)
Vincente Gara 41-Vincente Gara 42 (ore 14)

Finale (16 Febbraio)
Vincente Gara 43-Vincente Gara 44 (ore 15:30)

Foto Giorgio Scala DBM