VOLLEY – COPPA CHALLENGE – IGOR GORGONZOLA NOVARA – VBC GRUPPO SAVIOLA: 3-0

416

VOLLEY – La Vbc Gruppo Saviola lotta alla pari con le padrone di casa della Igor Novara per le prime due frazioni poi, complice il calo fisico arrivato per il ritmo alto sostenuto fin li, deve cedere il passo alle piemontesi che vincono per 3-0 non senza faticare. Lohuis mette a referto 4 muri personali, oltre a 2 aces, e Avenia 2, Acosta completa i 7 muri di squadra. Servirà vincere 3-0 o 3-1 al PalaFarina di Viadana giovedì prossimo alle ore 20.30 per andare poi al Golden set.

Primo set. Esce il primo pallone di Smarzek ma Akimova “imita” l’avversaria, 1-1, ci pensa poi ancora Smarzek a mandare avanti la Vbc. La gara si gioca sull’equilibrio, ma qualche errore di troppo manda le piemontesi sull’8-5, coach Musso chiama il primo time out di questa manifestazione europea per la Vbc Gruppo Saviola. Si torna in campo e la fast di Lohuis manda in difficoltà Buijs, 6-8. Gran mani out di Acosta che trova il 7-9. Arriva anche l’ace di Lohuis, beffa Bosetti e fa 8-9. Altro mani out, stavolta di Smarzek, che beffa il muro di casa e porta le sue sul 9-10, e Acosta pareggia con lo stesso tipo di attacco, 10-10. Smarzek arriva di corsa come un treno e le mani del muro non trattengono, 12-10 Vbc, time out per coach Bernardi. La Vbc spinge e si fa molto concreta, parallela di Capitan Perinelli e si va sul 16-12, time out per Novara. Buijs ci prova ma il muro della centrale olandese Lohuis è ben fermo, 17-13. Bosetti piazza il suo colpo Novara si rifà sotto, 16-17 time out Gruppo Saviola. Positiva la fast di Lohuis che fende il campo e fa 18-19, poi sempre staccando ad un piede pareggia i conti 19-19. Akimova, appena rientrata, ci prova ma il muro della premiata ditta Lohuis-Avenia non si sorpassa, 21-19. Viene murato l’attacco di Acosta continuando nel trend positivo delle padrone di casa, il muro di Danesi poi chiude 25-21. Top scorer: Bosetti 6, Smarzek 6

Secondo set. E’ Akimova ad aprire le danze, Melandri pareggia i conti, 1-1, Lohuis porta avanti le sue per poi allungare con un muro su Buijs, 3-1 Vbc. Bella parallela di Smarzek che chiude un’azione bellissima con la difesa della Vbc in grande spolvero, 4-3, la palla out di Buijs fa allungare le rosa. Cagnin costringe Bosetti al tocco e fa 6-4. Super pipe di Smarzek e Guidi manda out, 7-5. Diagonale velenosissima di Acosta, difesa ferma e 8-6, la palla di Danesi poi è out, 9-6. Buijs ci prova ma Avenia piazza il suo murone, 13-10. Avenia imbecca perfettamente Lohuis che ad un piede non perdona, 15-12, time out Novara. Si torna in campo e Lohuis mette a referto un ace, 16-12, la parallela di Bosetti poi è out, 17-12. Smarzek si alza e trova la parallela perfetta, 18-13. Bosetti mura Melandri e coach Musso preferisce chiamare time out, 15-18. Melandri conclude un’azione concitatissima, tocco morbido e 19-17. Novara pareggia i conti, 20-20, time out per la Vbc Gruppo Saviola. Novara si porta sul 24-22 grazie ad un errore in attacco delle rosa, Acosta manda out e fa 25-22. Top scorer: Akimova 9, Lohuis e Smarzek 4

Terzo set. Il muro di Danesi apre la terza frazione, Novara poi spinge e si porta prima sul 2-0 e poi sul 3-0. Acosta spezza il ritmo delle padrone di casa e finalizza il suo attacco, 1-3. Finisce lungo l’attacco di Cagnin, l’Igor si porta sul 5-1 e coach Musso chiama time out. Smarzek slega il braccio e in diagonale fa 2-7. Cagnin trova la traiettoria giusta e mette a terra il pallone del 4-9, il muro di Lohuis, quarto personale, poi trova il 5-9. Akimova prova a tirare la bomba ma arriva il Monster Block di Acosta, 6-9. Novara fa 12-7 e coach Musso è costretto al time out. Si torna in campo e Acosta mette il pallone tra muro e rete, 8-12. Acosta fa 10-12 e costringe al time out coach Bernardi. Manfredini piazza la sua fast e trova il touch out, 16-20. Le piemontesi spingono e si portano sul 24-16, il muro di Akimova chiude 25-16.

MVP: Vita Akimova

Lorenzo Pintus, vice allenatore Vbc Gruppo Saviola: “Novara ha giocato una gara che ci ha permesso di capire il nostro valore, siamo state davanti fino ad un metro dall’arrivo poi loro, con le loro individualità, ci hanno superato nel finale dei primi due set. Questo per noi deve essere un grande riferimento. Questo torneo prevede un ritorno e questo ci permette di fare, sin da subito, un grande salto di qualità, indipendentemente dal risultato. Ovvio che giocare a questi ritmi ci fa spendere tante energie e questo si è visto nel calo del terzo set. Sicuramente giocare in casa giovedì prossimo, davanti al nostro pubblico, potrà essere quella marcia in più per fare ancora meglio“.

Ludovica Guidi, centrale Igor Gorgonzola Novara: “Credo che abbiamo una volta di più messo in mostra un ottimo carattere, la capacità di non lasciare andare il punteggio nei momenti difficili ma anzi la voglia sempre di rimontare e ribaltare l’inerzia. Per il resto, siamo partite al meglio ma questo non è che un primo piccolo passo: c’è una gara di ritorno da giocare che non sarà per niente facile, un po’ perché in trasferta un po’ perché ovviamente loro proveranno a cambiare il gioco per metterci ulteriormente in difficoltà”.

Lorenzo Bernardi (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Ovviamente è molto importante essere partiti con una vittoria per 3-0, poi è normale che in questa fase non siamo ancora in grado di esprimere con continuità il nostro gioco migliore visto che la squadra è cambiata tanto ed è cambiato l’allenatore, dunque c’è bisogno di tempo. A tratti riusciamo già a mettere in campo cose molto belle, l’altra cosa che reputo positiva è la capacità di rimanere dentro la partita nei momenti complicati, negativi, reagendo e riuscendo a ribaltare le cose”.

TABELLINO

IGOR GORGONZOLA NOVARA – VBC GRUPPO SAVIOLA: 3-0 (25-21 / 25-22 / 25-16)

Igor: Bosio 1, Akimova 18, Guidi 3, Danesi 11, Buijs 8, Bosetti 12, Fersino (L), Szakmary, De Nardi, Bartolucci . Non entrate: Chirichella (K), Bonifacio, Durul (L), De Freo. All. Bernardi-Baraldi

Vbc: Avenia 2, Smarzek 12, Lohuis 10, Melandri 3, Acosta 9, Perinelli (L) 1, De Bortoli, Faraone, Obossa, Cagnin 5, Manfredini 1, Edwards . Non entrate: Colombo, Hancock (L). All. Musso-Pintus

Durata set: 28′, 37′, 26′. Tot: 91′.
Spettatori: 1.020

(foto di Gabriele Sturaro – L3Photo)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *