VOLLEY – COPPE EUROPEE: ECCO GLI APPUNTAMENTI

256

VOLLEY – La Savino Del Bene Scandicci è di fronte al punto di non ritorno del suo viaggio europeo: oggi, mercoledì 28 febbraio alle ore 20 (diretta DAZN qui), il club toscano affronterà uno degli appuntamenti più importanti nella sua stagione, una giornata che potrebbe riscrivere una pagina della storia della società. Tra le mura di Palazzo Wanny, le ragazze di coach Barbolini ospiteranno infatti le campionesse del mondo dell’Eczacıbaşı, nella partita valida come gara di ritorno dei Quarti di Finale della CEV Champions League. La formazione scandiccese tornerà in campo consapevole che, per conquistarsi per la prima volta nella sua storia un posto in semifinale, dovrà ribaltare il risultato dell’andata, la sconfitta per 3-2 incassata in Turchia una settimana fa. Una vittoria delle turche di coach Akbas anche nella gara di ritorno metterebbe fine al cammino europeo di Scandicci, mentre con un successo per 3-0 o per 3-1 Antropova e compagne conquisterebbero il pass per la semifinale. In caso la gara di domani sera dovesse invece terminare con un 3-2 in favore della Savino Del Bene Volley, il discorso qualificazione si risolverebbe nel determinante Golden Set.

La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 è a Parigi a caccia della finale della CEV Volleyball Cup. L’appuntamento che attende le biancoblù, la semifinale di ritorno contro il Levallois Paris Saint Cloud, è in programma domani, mercoledì 28 febbraio, con fischio d’inizio alle ore 20 (diretta su EuroVolley TV). La serie riparte dall’altalena di punteggio ed emozioni che mercoledì scorso al Pala Gianni Asti ha visto Grobelna e compagne esultare al tie-break. Un risultato che rappresenta un innegabile vantaggio, ma guai ad abbassare la guardia: per superare il turno Chieri dovrà vincere la partita, non importa con quale risultato. In caso di sconfitta per 3-2 si giocherà invece il golden set di spareggio, mentre con un successo per 3-0 o 3-1 saranno le transalpine a proseguire il cammino in coppa. Chi fra Parigi e Chieri passerà il turno affronterà in finale le svizzere del Viteos Neuchatel UC o le polacche del Grot Budowlani Lodz. Nell’andata in Polonia, Neuchatel ha vinto 1-3.

La Igor Gorgonzola Novara di Lorenzo Bernardi è a Nantes, dove domani, mercoledì 28 febbraio alle 20 (diretta DAZN qui) sfiderà le padrone di casa del Neptunes nella gara di ritorno della finalissima di CEV Challenge Cup. Dopo il 3-0 ottenuto al Pala Igor all’andata, per conquistare il trofeo, il secondo europeo dopo la CEV Champions League di Berlino 2019, le azzurre dovrebbero vincere con qualsiasi punteggio o perdere 3-2, vincendo dunque almeno due set. In caso contrario, con un successo da tre punti per le francesi (3-0 o 3-1), l’assegnazione della coppa si deciderebbe al Golden Set. Un match che arriva dopo il bel successo contro Vallefoglia in campionato, che ha confermato il positivo inizio del nuovo acquisto Markova e la qualità della panchina delle zanzare, con la regista Bartolucci entrata per Bosio e nominata dopo una prova maiuscola MVP dell’incontro. Così ha presentato il delicato appuntamento coach Lorenzo Bernardi: “Il regolamento delle coppe europee fa sì che la gara di ritorno sia sempre quella decisiva, dunque è stato importante vincere da tre punti la gara di andata a Novara ma questo non renderà più semplice la nostra partita di domani. Sappiamo che Nantes può esprimere un ottimo livello di gioco e che ci aspetta una partita combattuta e tirata ma scenderemo in campo per vincere la partita e non per vincere i due set che potrebbero bastarci, perché se così facessimo ci esporremmo a dei pericoli”. 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *