Volley: l’Italia in Bulgaria

142

imageE’ durata poco la notte degli azzurri dopo il successo sulla Russia che li ha qualificati per le semifinali dell’Europeo. Rientrati in hotel a Varese attorno alla mezzanotte, Buti e compagni, lo hanno lasciato prima ancora dell’alba per raggiungere Milano Malpensa da dove si sono imbarcati su un volo charter insieme alla Francia ed ai direttori di gara con destinazione la capitale bulgara. Nel pomeriggio il primo impatto con l’Armeec Arena (dove l’Italia conquistò la qualificazione olimpica nel 2012), un allenamento con il pallone solamente con i ragazzi meno utilizzati.
Questo del 2015 probabilmente passerà alla storia come l’Europeo delle sorprese. nella giornata di ieri sono state eliminate quattro formazioni da molti indicate tra le maggiori pretendenti al titolo. L’Italia ha eliminato la Russia campione uscente e medaglia d’oro agli ultimi Giochi Olimpici. La Bulgaria padrona di casa ha superato nettamente la Germania, bronzo mondiale lo scorso anno. La Francia (che ha battuto gli azzurri nella prima fase a Torino) ha escluso dalla corsa alle medaglie la Serbia campione 2011. Sicuramente la sorpresa più grande è stato il successo della Slovenia sulla Polonia campiona del Mondo. Sulla panchina slovena da quest’anno siede Andrea Giani, una delle leggende del volley italiano, che ha dato la sua impronta ad una formazione che schiera molti atleti ben conosciuti dai nostri appassionati: da Gasparini a Cebulj, da Urnaut a Sket, a Pajenk.
Tra le note più positive della fase italiana della rassegna continentale (che ricordiamo si è giocata a Torino e Busto Arsizio) la conferma del grande amore che gli appassionati di casa nostra hanno per gli azzurri. Affetto dimostrato sia nel capoluogo piemontese, che nella città lombarda, molto gradito dagli atleti di Chicco Blengini, come hanno sottolineato in pubblico, ma anche in privato.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.