Volley – IGOR GORGONZOLA NOVARA – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-21, 25-23, 25-17)

146

11220893_1147971395231900_5930914047883718327_n

La  Igor Volley  Novara continua a far sognare i propri tifosi con una prova al limite della perfezione.

Pedullà conferma il sestetto vittorioso a Scandicci, con Fabris opposta a Signorile, Guiggi e Chirichella al centro, Malesevic e Rousseaux in banda e Sansonna libero; ospiti schierate con Lowe opposta a Hagglund, Thibeault e Pisani al centro, Yilmaz e Degradi in banda e Poma libero.

Terzo successo consecutivo in campionato per la Igor Volley di Luciano Pedullà, che doma in tre set Busto Arsizio al termine di una partita segnata da una grande prestazione in difesa (non a caso, il libero Stefania Sansonna è stata premiata con merito Mvp Bpn del match) delle azzurre, brave anche a chiudere a proprio favore tutte le situazioni di testa a testa. Risultato che riporta le azzurre in vetta, pari merito con Conegliano che però non ha ancora disputato il proprio turno di riposo.
L’avvio di gara è positivo per le lombarde, che si portano 1-5 con un muro su Fabris costringendo immediatamente al timeout Pedullà; al ritorno in campo Fabris (3-5) e Guiggi (ace, 7-9) iniziano la rimonta, con Chirichella che impatta (10-10) a muro su Yilmaz e Novara che sorpassa al timeout tecnico (12-11) con l’errore di Lowe. Fabris allunga (14-11) e Mencarelli ferma il gioco, poi inserisce il libero della B1 lombarda Negretti per Yilmaz ma Novara prosegue la marcia portandosi 20-15 con due punti in successione di Rousseaux. Yilmaz mura Chirichella (21-18), altri due punti in successione di Rousseaux (23-21) e Fabris conquista il set ball con un pallonetto vincente. Chiude un’invasione di Lowe per il 25-21.
Al ritorno in campo, Novara prova subito la fuga (4-1) e Busto rientra con Degradi (5-4) innescando il punto a punto rotto da Fabris (mentre in campo c’è Bosetti, al rientro dopo l’infortunio alla caviglia, al posto di Malesevic) con il break che vale il 12-10 al timeout tecnico. Si rientra con il muro di Guiggi e la diagonale di Rousseaux, poi Signorile stoppa Degradi per il 18-14. Novara allunga fino al 22-17, Pedullà inserisce Cruz menter Bosetti avvicina il traguardo sul 23-19. Papa rientra 23-21, Fabris conquista il set ball e al terzo tentativo, dopo il timeout di Pedullà, la croata chiude uno scambio infinito con un colpo preciso, per il 25-23.
Nuovo break di Busto in avvio di terzo set, con Lowe che firma l’1-5 cui replica Fabris con l’ace del 3-5 e con il pallonetto del 6-8. Lowe e Hagglund sbagliano, Novara impatta sul turno in battuta di Guiggi (8-8) e sorpassa, poco dopo, con l’ace di Chirichella che manda le squadre al timeout tecnico sul 12-11. Il servizio della centrale azzurra propizia il break decisivo, con Novara che scappa 16-11 con il muro di Fabris su Yilmaz cui fa seguito il gran muro di Signorile su Degradi per il 19-14. Sul 21-15 Pedullà cambia diagonale, inserendo Bosio e Wawrzyniak che va subito a tabellino sul 22-16, bissando poi con l’ace del 24-16. Chiude Rousseaux, con la diagonale del 25-17.

Parola ai protagonisti

Il m isterPedullà: “Oggi siamo cresciuti su molti aspetti, soprattutto la difesa, favorita da un ottimo lavoro del muro che ha toccato tanto. Ci siamo fatti trovare pronti in contrattacco e abbiamo servito bene, ma in questo è vero che la ricezione di Busto di sicuro è stata meno positiva rispetto ad altre occasioni”.

Mencarelli: E’ vero che abbiamo subito break lunghi, ma non mi stupisce più di tanto: è normale che contro squadre forti come Novara per mantenere un vantaggio ti devi esporre a rischi alti e quindi naturale sbagliare di più. Continuiamo a commettere delle ingenuità che risultano decisive, come nel finale di secondo set. Il prossimo compito della squadra sarà la ricerca di continuità sulla ricezione staccata: è la prima cosa che chiederò alle ragazze”.

Tabellino:

IGOR GORGONZOLA NOVARA – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-21, 25-23, 25-17)
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Rousseaux 9, Wawrzyniak 2, Malesevic 2, Guiggi 7, Cruz, Chirichella 8, Sansonna (L), Signorile 2, Bosetti 3, Bosio, Fabris 20. Non entrate Bruno, Bonifacio, Mabilo. All. Pedullà.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Degradi 5, Cialfi 1, Negretti Beatrice, Hagglund 3, Thibeault 7, Papa 2, Lowe 16, Yilmaz 5, Pisani 3, Poma (L). Non entrate Fondriest, Angelina. All. Mencarelli.
ARBITRI: Zanussi, Braico.
NOTE – Spettatori 3.200, durata set: 27′, 28′, 24′; tot: 79′. 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.