DON CENTOFANTI – VANGELO DI GIOVEDI 18 APRILE E COMMENTO

93

VANGELO – Gv 6,44-51 Giovedì 18 aprile 2024, III settimana di Pasqua

In quel tempo, disse Gesù alla folla:
«Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno.
Sta scritto nei profeti: “E tutti saranno istruiti da Dio”. Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna.
Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia.
Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».
***
Credere che la Parola, l’eucarestia, i sacramenti, le fonti della grazia, donano ogni bene, e di andare verso la vita piena. Non basarsi solo sul bene percepito ma sulla fede e sulla speranza del bene che viene attingendo a queste fonti e cercando di accoglierne i doni nella vita concreta. Quanto più prendiamo sul serio le parole di Gesù, vita eterna, vita in abbondanza, tanto più stiamo ricevendo un dono dello Spirito.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *