DON CENTOFANTI: VANGELO DI VENERDI 14 GIUGNO E COMMENTO

64

VANGELO – Mt 5,27-32 Venerdì 14 giugno 2024, X settimana del Tempo ordinario, anno B

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Avete inteso che fu detto: “Non commetterai adulterio”. Ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel proprio cuore.
Se il tuo occhio destro ti è motivo di scandalo, cavalo e gettalo via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo venga gettato nella Geènna. E se la tua mano destra ti è motivo di scandalo, tagliala e gettala via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo vada a finire nella Geènna.
Fu pure detto: “Chi ripudia la propria moglie, le dia l’atto del ripudio”. Ma io vi dico: chiunque ripudia la propria moglie, eccetto il caso di unione illegittima, la espone all’adulterio, e chiunque sposa una ripudiata, commette adulterio».
***
Gesù parla un linguaggio spirituale: desiderare una donna in questo brano significa decidere consapevolmente di insidiare una donna contro la volontà di Dio. Non significa essere attratti da una donna e sperimentare che viene in mente il pensiero di lei.
Allo stesso modo in questo brano Gesù non spinge qualcuno a tagliare qualche parte del suo corpo che gli fa sperimentare qualche forma di debolezza spirituale. Fa invece riflettere sugli stratagemmi anche pratici che si possono usare per tenere lontane certe debolezze. Per esempio se una coppia vuole evitare di avere rapporti prematrimoniali certo è meglio che non vada in macchina in pineta in un posto isolato.
Anche a proposito del matrimonio il suo sguardo spirituale aiuta molto: non bisogna guardare le cose meccanicamente, in modo solo esteriore. Se un matrimonio è valido davanti a Dio Egli donerà la grazia per sostenere i passaggi difficili in un cammino verso la vita piena. Dio non mette in gabbia, non calpesta l’umanità.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *