WrestleMania 35: appuntamento dell’anno del mondo WWE

WrestleMania 35 – Oggi andiamo alla scoperta di uno sport, o forse dovremmo chiamarlo spettacolo che sta prendendo empre più piede nel nostro Paese. Durante questa fine settimnana è atteso quello che viene considerato un vero e proprio evento.

Chi pensa che WrestleMania 35 sia “semplicemente” lo show di una notte, non ha ben presente l’entità e la rilevanza dell’appuntamento dell’anno del mondo WWE. The Grandest Stage of Them All è molto di più, qualcosa capace di coinvolgere l’intera città che lo ospita e non solo per il giorno della manifestazione.

WrestleMania è una lunga celebrazione che si prolunga per una settimana, comprendendo eventi come il WrestleMania Axxess, il WWE’s interactive fan festival e altri 4 spettacolari live events come la WWE Hall of Fame Induction Ceremony 2019, NXT TakeOver, Monday Night Raw and SmackDown Live.

Come ogni anno, inoltre, la WWE ospiterà e organizzerà anche una lunga serie di attività che coinvolgeranno la comunità locale nel corso della settimana di WrestleMania 35, tra cui le iniziative Be a STAR (prevenzione al bullismo), le visite dei wrestler negli ospedali e gli eventi di beneficenza della fondazione Make-A-Wish.

La 35esima edizione di WrestleMania sarà nel New Jersey
WWE
L’area metropolitana di New York ospiterà WrestleMania 35

WWE, WrestleMania 35: tutto quello che c’è da sapere

Ecco perché non è possibile considerare WrestleMania come un “semplice” singolo evento. Quello che ruota attorno alla lunga notte all’insegna del grande wrestling è molto più complesso e articolato, tanto da generare un impressionante flusso di turismo, introiti, pubblicità e così via.

Situazioni che ogni anno spingono le città americane a fare una vera e propria asta per aggiudicarsi la possibilità di diventare la sede di quello che è considerato il Super Bowl dello Sport Entertainment.

Per questa 35esima edizione è lo stato del New Jersey che si è conquistato l’opportunità di ospitare lo show più importante della WWE. È la quarta volta nella sua storia (dopo le edizioni IV, V e 29), mentre sarà la sesta occasione in cui l’evento si terrà nell’area metropolitana di New York City.

Data e orario di WM35

WrestleMania 35 si terrà il 7 aprile 2019 (in Italia sarà trasmesso su SkySport in PPV e raccontato in diretta su FOXSports.it nella notte tra domenica 7 e lunedì 8). Lo show (comprensivo di Kickoff, che potrete trovare in diretta video anche su FOXSports.it) inizierà ufficialmente alle 17.30 della costa est statunitense (le 22.30 italiane) secondo quanto riportato attualmente dal sito ufficiale della WWE, ma non è escluso che possa essere anticipato di mezzora.

Il pay-per-view vero e proprio è invece in programma alle ore 19 locali (mezzanotte italiana) e si prolungherà fino a un orario non prestabilito e che potrà andare avanti molto più a lungo del solito.

Come riportato nei giorni scorsi da Forbes, c’è la concreta possibilità che si vada incontro al PPV più lungo di sempre: dopo aver visto che la programmazione principale di WrestleMania 32 ha funzionato arrivando a 286 minuti , WM33 si è spinta fino a 305 minuti e WM34 a 314. L’ipotesi più verosimile è che questa tendenza aumenti, anche perché la 35esima edizione potrebbe proporre ben 17 match, come mai accaduto nella storia del più grande evento della WWE.

Il MetLife Stadium

Il teatro dell’evento sarà il MetLife Stadium di East Rutherford, nel New Jersey. Si tratta dello stadio (capienza 82566 posti) che ospita abitualmente le partite casalinghe delle due squadre NFL di New York, cioè i Giants e i Jets. Una cosa molto particolare, perché è l’unico impianto condiviso tra due club professionistici di Football in tutta America.

Il MetLife Stadium, tra l’altro, ha ospitato il Super Bowl nel 2014 ed è già stato selezionato come teatro della finale dei secondi Mondiali di calcio statunitensi della storia, quelli che si disputeranno nel 2026.

La maggior parte delle attività correlate della WWE si svolgeranno tuttavia a New York e il resto degli eventi nel Barclays Center di Brooklyn, casa abituale della squadra NBA dei Brooklyn Nets: il 5 aprile toccherà a NXT TakeOver, il 6 la WWE Hall of Fame 2019, l’8 Monday Night Raw e il 9 SmackDown Live.

Nel 2014 il MetLife Stadium ha ospitato il Super Bowl
Il MetLife Stadium è stato anche la casa del Super Bowl nel 2014

Quanto costano i biglietti

Per quanto riguarda i biglietti di WrestleMania 35, la vendita è stata aperta lo scorso 16 novembre e ha registrato un’immediata impennata che ha portato subito a ridurre i tagliandi disponibili (si prevede una presenza di almeno 80mila spettatori). I costi dei ticket “normali”, disponibili tramite il sito ticketmaster.com e presso la biglietteria del MetLife Stadium, variano da un prezzo tra i 35 e i 1000 dollari.

Ma la cifra sale ancora per quello che riguarda i cosiddetti biglietti VIP, quelli che garantiscono un posto nelle prime 9 file, l’accesso a un ingresso VIP e una sedia pieghevole celebrativa dell’evento: per questo pacchetto, il costo oscilla tra i 2000 e i 2500 dollari.

Visto il consueto afflusso di turisti (interno ed esterno agli Stati Uniti) generato dallo Showcase of the Immortals, la WWE ha preparato come ogni anno dei pacchetti viaggio (già esauriti) per tutti coloro che, arrivati nell’area metropolitana di New York, vogliano prendere parte anche agli altri eventi di wrestling (o una parte di essi) della settimana di WrestleMania. Su wrestlemaniatravel.com si possono infatti trovare le varie opzioni, che comprendono accessi a Wrestlemania 35, WrestleMania Axxess, la Hall of Fame 2019, NXT TakeOver, Monday Night Raw e SmackDown. In questo caso erano a disposizione 6 diverse opzioni: Bronze (1175 $), Silver (1380 $), Gold (1665 $), Platinum (2065 $), Vip (3775 $) e City Lights (6940 $).

 

WWE

La World Wrestling Entertainment è la società di proprietà di Vincent McMahon, ed è il punto di riferimento della disciplina

Nel mondo esistono una quantità enorme di federazioni indipendenti simili, ma quando si parla di wrestling, oggi non si può che riferirci alla WWE. La società di proprietà di Vincent McMahon è il punto di riferimento per quel che riguarda questa disciplina a metà tra lo sport è lo spettacolo: nonostante le mosse siano reali e possano provocare infortuni anche seri se non eseguite correttamente, gli incontri, le storie e le faide sono infatti tutte predeterminate a tavolino, per cui i wrestler sono sia atleti che attori.

La sede della società è a Stamford, in Connecticut, ma la diffusione è globale, con ascolti record che reggono il confronto con gli sport più popolari in assoluto. L’appuntamento annuale con Wrestlemania, cioè l’evento più importante dell’anno, genera audience e incassi tali da farlo entrare nella top 5 degli avvenimenti sportivi più seguiti e ricchi, insieme ai Mondiali di Calcio, le Olimpiadi (nelle due versioni, estiva e invernale) e il Superbowl.

Nel corso degli anni, prima di assumere il nome attuale di WWE nel 2011, si sono alternati varie denominazioni: dal capostipite Capital Wrestling Corporation (CWC), fondata nel 1952 da Jess McMahon (il nonno di Vince), alla WWWF, passando per la WWFE, la WWF e altre ancora. E allo stesso tempo questa industria dello sport/spettacolo si è arricchita con acquisizioni dei concorrenti (anche quelli scomodi), come la WCW o la ECW. Una serie di dinamiche che hanno portato la World Wrestling Entertainment a diventare il punto di riferimento del settore, andando ben oltre i confini americani.

Il wrestling WWE in Italia

È arrivato anche Italia, dove il primo boom c’è stato a fine anni Ottanta e inizio Novanta, quando sul ring c’erano wrestler entrati nella storia come Hulk Hogan, Andre The Giant, The Ultimate Warrior, Macho Man Randy Savage e così via. Una seconda ondata di appassionati si è poi registrata nei primi anni Duemila, questa volta con atleti come il compianto Eddie Guerrero o Rey Misterio, e gli ancora attuali The Undertaker, Big Show, Brock Lesnar, John Cena, Triple H (oggi vicepresidente esecutivo della WWE) e Randy Orton.

Oggi la federazione è suddivisa in due roster principali, WWE Raw e WWE SmackDown, le cui puntate negli Stati Uniti vanno in onda settimanalmente in prima serata rispettivamente ogni lunedì e martedì. A questi vanno aggiunti altri due show secondari, NXT (una sorta di preparazione ai due principali) e 205 Live (dedicato ai pesi leggeri). Raw e SmackDown mettono in palio 4 titoli ciascuno, i più importanti (quelli che valgono i titoli di campioni del mondo) sono l’Universal Championship per il primo e la WWE Championship per il secondo.

Record e Pay-Per-View

Il wrestler rimasto campione in carica consecutivamente per più tempo è l’italiano Bruno Sammartino, arrivato a 2803 giorni di “regno”. “The Real Italian Stallon”, come veniva soprannominato, è anche il primo per quel che riguarda il tempo complessivo in cui ha detenuto il titolo in carriera, ben 4040, davanti per distacco ai 2188 del secondo in classifica, Hulk Hogan. Quello ad aver invece vinto più volte il titolo di campione WWE è John Cena (13), mentre il primo campione della storia (nel 1963) è stato Buddy Rogers.

Questi titoli in genere vengono messi in palio negli eventi Pay-Per-View, 16 appuntamenti nel corso dell’anno: 5 dedicati esclusivamente a SmackDown (Elimination Chamber, Backlash, Money in The Bank, Battleground e TLC), 7 a Raw (Fastlane, Payback, Extreme Rules, Great Balls of Fire, No Mercy, Hell in a Cell e Roadblock), più i 4 “Big four”, cioè quelli in cui partecipano entrambi i roster contemporaneamente (Royal Rumble, Wrestlemania, Summerslam e Survivor Series).




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *