“Il viaggio di Arlo” raccontato da Tommaso e Giuseppe

129

il viaggio di Arlo
Un film interessante e commovente che abbiamo personalmente visionato e che proponiamo si intitola “Il viaggio di Arlo”. Eccovi la trama. Un giorno, sulla Terra, stava per verificarsi una catastrofe: la caduta di un meteorite. Ma ciò non accadde (il meteorite mancò il nostro pianeta) e 65 milioni di anni fa, nel Cretaceo superiore, non vi fu l’estinzione dei dinosauri, ma anzi, continuarono la loro vita sulla Terra evolvendosi e diventando intelligenti e trasformandosi in allevatori ma anche agricoltori.
Un giorno un dinosauro stava per avere dei figli. Arrivato a casa le uova si stavano schiudendo. La prima la seconda si aprirono regolarmente mentre, la terza, si schiuse dopo un po’. Il terzo dinosauro nato lo chiamarono Arlo. Trascorsero degli anni. Cresciuti il padre gli disse che chi avrebbe fatto il lavoro bene poteva fare l’impronta di famiglia. I due fratelli di Arlo ci riuscirono ma lui no.
Un giorno il padre gli disse di vedere se la sua trappola per catturare un cucciolo di uomo che rubava il grano avrebbe compiuto la sua missione. Arlo vide il bimbo, si commosse ed allora lo liberò. Trascorse qualche giorno ed Arlo fu portato dal padre a fare una passeggiata pericolosa per fargli affrontare le sue tante paure ma senza riuscire pienamente nel suo scopo ed anzi, tornando a casa, dovettero affrontare una tempesta durante la quale il padre morì. Senza di lui il lavoro era più faticoso e la vita difficile. Durante una giornata lavorativa Arlo vide il bambino e lo accusò di essere la causa della morte di suo padre. Il bimbo impaurito iniziò a correre finché entrambi caddero nel fiume. Le correnti del fiume li spinsero fino ad un’isola. Dopo un’iniziale difficoltà i due divennero buoni amici. Arlo decide di chiamare il suo nuovo amico “Spot”

Aggrediti da due predatori Arlo e Spot vennerò soccorsi da due fratelli Tyrannosaurus di nome Nash e Ramsey. I due T. rex, insieme a loro padre Butch, promisero ad Arlo di ricondurlo sulla strada di casa in cambio di un aiuto. Spot, con il suo fiuto, deve ritrovare la loro mandria di bisonti giganti rubata da qualcuno.

Grazie ai T. rex e al coraggio di Arlo i ladri di bestiame vengono cacciati. La promessa viene mantenuta ed Arlo viene accompagnato verso casa ma Arlo decide di rimanere insieme al suo amico.

Colpiti da una tempesta i due amici vengono attaccati da Tonitrus e spot viene catturato mentre Arlo è spointo da un precipizio. Arlo resta vivo ma sviene: a questo punto gli appare in sogno suo padre Henry a cui Arlo racconta l’affetto per il suo amico Spot e dicendo al padre di volere liberare il suo amico. Il padre è contento di scoprire che Arlo non ha più paura. Così il bambino attacca gli pterosauri, che hanno intrappolato Spot in un tronco in mezzo ad un fiume e lo libera.

Arlo e Spot vengono trovati da una famiglia di uomini primitivi: Arlo capisce che Spot deve stare con la sua nuova famiglia così i due amici si separano. Finalmente Arlo ritrova la strada di casa e finalmente può lasciare la sua impronta sul silus di famiglia vicino a quella del suo papà.

Tommaso e Giuseppe Dicembrino




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.