Calcio – La 15esima giornata di serie A inizia con Inter-Roma

Calcio – Sarà un venerdì sera di grande calcio allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro, a Milano. Inter e Roma si affronteranno nel primo anticipo della quindicesima giornata di Serie A con l’obiettivo di strappare punti importantissimi per il prosieguo del campionato.

I nerazzurri vogliono mantenere la vetta della classifica, conquistata nell’ultimo turno, mentre i giallorossi cercheranno di contrastare la corazzata di Antonio Conte per puntare dritti a un piazzamento Champions per la prossima stagione.

 

Sul fondo della classifica c’è in programma anche la sfida tra Spal e Brescia che occupano gli ultimi due posti e cercheranno punti importanti per avviare la faticosa risalita.

 

Ma andiamo a curiosare nelle sfide della 15esima giornata del campionato di serie A.

INTER-ROMA, venerdì ore 20:45

 

Inter – Contro la Roma mancherà anche Roberto Gagliardini che siederà in tribuna a San Siro a fianco di Sensi, Barella e Sanchez. Assenza non da poco per Conte che può decidere di lanciare Borja Valero o di accentrare Candreva. D’Ambrosio viaggia tra campo e panchina. E’ in ballottaggio con Godin ma potrebbe anche giocare esterno di centrocampo nel caso Candreva facesse la mezzala. Davanti nessuna sorpresa: Lautaro e Lukaku saranno ancora i punti di riferimento offensivi. L’Inter vuole vincere e mantenere la vetta della classifica magari aspettando  un dono pre-natalizio dalla Lazio.

 

INTER (3-5-2) probabile formazione: Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Borja Valero, Biraghi; Lautaro Martinez, Lukaku

 

Roma – Zaniolo rientra dalla squalifica ed è pronto a riprendersi una maglia da titolare. Le notizie dall’infermeria sono in costante aggiornamento: Dzeko, dopo essere rimasto a casa con l’influenza per due giorni, ha ripreso gli allenamenti a Trigoria. C’è un certo ottimismo quindi sul suo rcupero. Kluivert è più no che sì visto il problema al flessore. Perotti e Mkhitaryan si giocano una maglia.

 

ROMA (4-2-3-1) probabile formazione: Paul Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Diawara; Zaniolo, Pellegrini, Perotti; Dzeko

ATALANTA-VERONA, sabato ore 15

 

Atalanta – Mancano pochi giorni alla gara della vita. Difficile non pensare alla trasferta contro lo Shakhtar che potrebbe valere la qualificazione agli ottavi di Champions. Prima però ci sono tre punti vitali da portare a casa per la banda di Gasperini. Il tecnico nerazzurro potrebbe però preservare più di un elemento proprio in vista della Coppa. Toloi torna dalla squalifica ma in difesa potrebbe rivedersi Masiello. A centrocampo Freuler è favorito. Là davanti c’è Malinovskyi pronto a scendere in campo per fr riposare qualche compagno in vista della Champions.

 

Verona – Negli ultimi tempi era spesso in ballottaggio con le altre punte ma per qualche tempo non sarà più così per Eddie Salcedo che ha visto chiudersi prima del previsto il 2019, causa infortunio in allenamento. Di Carmine quindi pare essere la scelta più ovvia per Juric. In mediana dovrebbe tornare titolare Veloso.  In difesa non ci sarà Gunter, squalificato. Dovesse tornare Kumbulla, qualora il giovane difensore non recuperasse per tempo, il favorito potrebbe essere Empereur.

UDINESE-NAPOLI, sabato ore 18

Udinese – Contro il Bologna, in Coppa Italia, sono rimasti a riposo tanti titolari. La panchina quindi ci può dare qualche indizio. Nestorovski seduto e Lasagna in campo. Possibile che i ruoli si invertano sabato pomeriggio. L’altro posto in attacco è di Okaka. Soliti dubbi sulle fasce con Sema che dovrebbe tornare a disposizione. Out invece Jajalo e molto probabile la conferma di Walace in mezzo al campo.

 

Napoli – Dries Mertens ha saltato sia l’allenamento che la festa di compleanno di Maksimovic causa febbre.  C’è speranza che per sabato le cose migliorino. Llorente va verso la conferma con Lozano. In mezzo al campo ci sono ballottaggi tra Ruiz, Elmas e Callejon.

LAZIO-JUVENTUS, sabato ore 20:45

 

Lazio –  A Formello, Simone Inzaghi sta cercando di gestire al meglio la condizione di Luis Alberto. Lo spagnolo aveva saltato due allenamenti a inizio settimana ma poi è tornato parzialmente in gruppo. Lo staff medico lo sta gestendo evitandogli sovraccarichi. Contro la Juve ci sarà anche Leiva, uscito domenica scorsa per un problema che si è rivelato meno grave del previsto. Patric e Marusic restano indisponibili. Dietro il ballottaggio tra Luiz Felipe e Bastos vede il primo nettamente favorito sul secondo. Il brasiliano cresce ed offre maggiori sicurezza difensive.

 

Juventus – Due dubbi in casa Juventus. Sarri ha recuperato Rabiot ma perso Khedira per circa 3 mesi. In attacco nessun dubbio su CR7 mentre non è certo chi lo affiancherà. Il solito testa a testa vede Higuain in leggero vantaggio su Dybala. Invece dubbi su chi giocherà sulla trequarti.  Bernardeschi o Ramsey?

LECCE-GENOA, domenica ore 12:30

 

Lecce – L’impegno in Coppa Italia ha visto molte seconde linee scendere in campo. Lo stesso Liverani ha ammesso di essere concentrato solo sul campionato. In casa contro il Genoa mancheranno Lapadula e Rossettini, entrambi squalificati. Dell’Orco è in pole per un posto da difensore centrale. In mezzo riecco Majer, davanti ballottaggio La Mantia-Farias.

 

Genoa –  L’impegno in Coppa Italia ha messo in mostra un ottimo stato di forma per Pinamonti che si candida come titolare. Pandev e Agudelo vanno verso la conferma mentre in mediana c’è Lerager non al meglio. In difesa si dovrebbe rivedere Criscito con due possibili ruoli: esterno sinistro o centrale di difesa qualora Motta decida di schierare Pajac in fascia. Out Zapata e Kouamé

SASSUOLO-CAGLIARI, domenica ore 15

 

Sassuolo –  Reduce dall’eliminazione in Coppa Italia, il Sassuolo si rituffa in campionato con i big (risparmiati contro il Lecce a metà settimana). Davanti c’è da segnalare il recupero di Berardi. Vedremo se De Zerbi opterà per la convocazione immediata o se il suo rientro sarà graduale. Stesso discorso per Ferrari. Consigli pare aver superato il problema che gli aveva impedito di giocare contro la Juventus. Traoré-Djuricic il ballottaggio sulla trequarti.

 

Cagliari – Con il portiere Olsen ancora fermo per squalifica (altri tre turni), tocca di nuovo a Rafael. In difesa torna Cacciatore che si candida per una maglia sull’out di destra. Confermato Pellegrini dalla parte opposta. In mediana duello Castro-Nandez con il secondo in leggero vantaggio. Davanti Nainggolan a supporto di Joao Pedro e Simeone.

SPAL-BRESCIA, domenica ore 15

 

Spal – Gara delicatissima quella che vedrà opposte Spal e Brescia. La squadra di Semplici riparte dal secondo tempo di San Siro con Valoti protagonista. Il centrocampista va verso la conferma mentre Missiroli, di rientro dalla squalifica, non dovrebbe aver problemi nel riposizionarsi al centro del centrocampo titolare. A destra ancora problemi con Strefezza e Sala non al 100%. Non dovessero farcela, spazio a Cionek. Tre punti fondamentali per i ferraresi nella corsa alla salvezza.

 

Brescia – Primo punto il ritorno in panchina di Corini. Rispetto alla formazione vista nel Derby contro l’Atalanta, non ci dovrebbero essere grossissime novità. Ciò che verrà modificato sarà il sistema di gioco con Romulo trequartista e la difesa a quattro. In attacco Torregrossa e Balotelli sono i principali indiziati per una maglia da titolare ma occhio a Donnarumma.

TORINO-FIORENTINA, domenica ore 15

 

Torino – Dopo la vittoria esterna a Genova, il Torino di Walter Mazzarri vuole continuare la striscia cercando di scalare la classifica. Contro la Fiorentina mancherà però ancora il Gallo Belott (e non è certo un’assenza da poco). i. Il tecnico granata presenterà un 4-4-1-1 con De Silvestri e Bremer esterni bassi e con Verdi e Ansaldi sull’out di centrocampo. Lukic dovrebbe agire alle spalle di Berenguer

 

Fiorentina – Anche i viola hanno problemi in attacco. Infatti Chiesa rientra ma in forte dubbio per Torino . Montella, già privo di Pezzella e Ribery, conta di riavere in tempo per domenica il giovane azzurro. Le prossime sessioni d’allenamento saranno decisive. E’ probabile che Chiesa torni a disposizione ma è altrettanto vero che la Fiorentina non vuole correre il rischio di  affrettare i tempi.

SAMPDORIA-PARMA, domenica ore 18

Sampdoria – La sconfitta maturata nel finale a Cagliari ha fatto male al morale e alla classifica ma Claudio Ranieri può essere soddisfatto di molte cose viste in Sardegna. In difesa, sulla destra, non rientrano i titolari di ruolo quindi possibile che Thorsby sia di nuovo adattato a fare il terzino. Linetty se la gioca con Vieira.

 

Parma – Nell’ultimo impegno contro il Milan, D’Aversa aveva dovuto ovviare alle assenze in attacco puntando su Kucka falso 9. Il rientro di Cornelius e Gervinho potrebbe far tornare in auge il ‘vecchio’ tridente. L’ivoriano. A disposizione anche Scozzarella che però dovrebbe partire dalla panchina. Hernani-Kucka-Barillà è il trio di centrocampo più probabile.

BOLOGNA-MILAN, domenica ore 20:45

 

Bologna –  La rete segnata contro il Napoli potrebbe permettere a Skov Olsen di giocarsi alla pari le chance di titolarità con Orsolini. In difesa Krejci è uscito per infortunio contro l’Udinese nell’impegno di Coppa Italia. Mbaye è pronto a sostituirlo. In mediana non ci sarà lo squalificato Medel mentre Soriano prova a recuperare e a tornare a disposizione.

 

Milan – La certezza arriva dalla difesa: i quattro titolari saranno in campo anche contro il Bologna. Più incertezza tra centrocampo e attacco. Paquetà è pronto a tornare ma Kessié sta attraversando un buon momento di forma e non si farà facilmente da parte. Discorso inverso per Piatek. Pioli ha fatto intendere che prima o poi cambierà se l’astinenza dovesse continuare. Leao spera di vincere il ballottaggio per un posto da prima punta (ma sarà difficile almeno per ora).




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *