Calcio- La prima del 2021 in Serie A

65

Calcio – La Serie A di calcio torna insieme al nuovo anno, con la giornata di domani (domenica 3 gennaio 2021) che vedrà disputarsi tutte e 10 le partite in programma, ad iniziare dalle ore 12.30, quando l’Inter affronterà il Crotone, in diretta tv su Sky Sport Serie A. Sullo stesso canale anche Genoa-Lazio alle 15, contemporaneamente ad Atalanta-Sassuolo su Sky Sport 253, Fiorentina-Bologna su Sky Sport 254, Spezia-Verona su Sky Sport 255 e Cagliari-Napoli su Sky Sport 256. Due invece i match trasmessi da DAZN, ovvero Roma-Sampdoria e Parma-Torino.

Alle 18 toccherà dunque alla capolista del campionato, il Milan, ospite questa settimana del Benevento, nella sfida trasmessa da Sky Sport Serie A, ed in streaming su Sky Go e Now Tv, con il quadro chiuso alle 20.45 da Juventus-Udinese, online su DAZN, ma anche in tv su DAZN1, disponibile al canale 209 del bouquet di Sky Sport.

Ecco il programma e  le curiosità!

INTER-CROTONE, domenica ore 12:30

Antonio Conte non dovrebbe modificare gli interpreti difensivi rispetto all’ultima del 2020. L’idea di un 3-4-2-1 con Perisic trequartista è sempre percorribile ma a San Siro si potrebbe tornare al ‘vecchio’ 3-5-2 con Vidal in mediana dall’inizio ma occhio anche alle chance di Sensi. Con la linea a 5 Young pare in vantaggio per un posto a sinistra. Sull’altro fronte pronto Hakimi con il duo Lautaro-Lukaku in avanti

Un po’ di cambi in vista per Stroppa rispetto all’ultima giornata dello scorso anno. Marrone torna dalla squalifica; con lui potrebbe anche rientrare nell’XI titolare anche Magallan con Cuomo e Golemic in panchina. In mediana Cigarini ha avuto una ricaduta e non sarà a disposizione al pari di Benali che non è stato convocato. Il suo recupero non è ancora andato a buon fine nonostante si potesse ventilare almeno la chiamata per Milano. Petriccione se la gioca con Zanellato, l’altro ballottaggio è tra Eduardo e Vulic. In entrambi i casi i primi sono favoriti sui secondi. In attacco riecco Simy con Riviere da usare come arma a gara in corso.

ATALANTA-SASSUOLO, domenica ore 15

Trequarti e attacco. Sono questi i reparti nei quali le scelte di Gasperini non sono ancora totalmente definitive. In difesa infatti si va verso l’utilizzo di Palomino dal 1’ visti i problemi fisici di Toloi, non convocato. Nulla dovrebbe cambiare in mediana con De Roon e Freuler centrali mentre, come detto, i dubbi riguardano il reparto d’attacco. Ballottaggio tra Muriel e Zapata con il secondo che potrebbe spuntarla sul compagno di nazionale. Pessina potrebbe essere confermato, mentre Miranchuk lotta per una maglia da titolare col favorito Ilicic.

L’infermeria neroverde si sta pian piano svuotando con giocatori chiave che tornano a disposizione di Roberto De Zerbi. Djuricic è arruolabile e viaggia verso una maglia da titolare. Defrel e Rogerio sembrano convocabili anche se non al 100%. La loro situazione continua ad essere monitorata. In mediana Locatelli torna dalla squalifica e farà coppia con Lopez. A destra Toljan favorito. Davanti ci sarà Caputo con Berardi a destra e Boga (in pole sul resto della truppa) a sinistra.

CAGLIARI-NAPOLI, domenica ore 15

In casa Cagliari c’è da registrare l’assenza, da qui a fine stagione, di Marko Rog, operato al ginocchio dopo la lesione al crociato. Un altro ex della sfida sperava di esserci ma Eusebio Di Francesco, in conferenza stampa, ha annunciato che ci sarà nemmeno Ounas. Nel trio di trequartisti pronto quindi Gaston Pereiro. In difesa si rivede Ceppitelli: fuori infatti sia Godin che Klavan

Quattro assenti per Gattuso che dovrà fare a meno di Mertens, Malcuit, Koulibaly e Osimhen. Recuperato Demme: convocato, sarà in panchina. Fabian Ruiz giocherà dal 1′ al fianco di Bakayoko. Dietro ballottaggio tra Hysaj e Mario Rui. Pochi dubbi sull’artiglieria pesante: Petagna titolare col trio Lozano-Zielinski-Insigne alle sue spalle, Con Politano, in panchina ci saranno il 18enne Cioffi e il veterano Llorente, che probabilmente nel mese di gennaio saluterà.

FIORENTINA-BOLOGNA, domenica ore 15

A sinistra non ci sarà Biraghi causa squalifica. Igor avanzato vorrebbe dire cambiare anche in difesa e probabilmente a destra (Caceres che arretra e uno tra Venuti e Lirola sull’out destro). Più probabile invece che l’ex Inter venga sostituito da Barreca. Al centro ballottaggio Pulgar-Bonaventura con Borja Valero come eventuale terzo incomodo. Davanti confermati sia Vlahovic che Ribery

Sinisa Mihajlovic è pronto a rilanciare dal primo minuto Riccardo Orsolini con Vignato che esce quindi dall’XI titolare tornando ad essere utilizzato a gara in corso. In porta sembrava esserci ballottaggio tra Da Costa e Ravaglia ma il giovane azzurro non è riuscito a recuperare e non sarà quindi a disposizione. Il ritorno di De Silvestri sulla corsia destra avrebbe potuto consentire a Mihajlovic di far tornare Medel al centro della difesa. Il cileno però si è fermato a causa di una contrattura al polpaccio. Pronta quindi la coppia Tomiyasu-Danilo. Davanti alla difesa c’è Dominguez in vantaggio. Nel trio dietro a Palacio pronto a tornare dall’inizio Riccardo Orsolini

GENOA-LAZIO, domenica ore 15

Tantissimi indisponibili per la gara interno contro la Lazio. Ballardini recupera però Zapata. Il difensore colombiano è stato convocato ma al massimo sarà iniziale panchina per lui. Un affaticamento muscolare ha invece fatto alzare bandiera bianca a Goran Pandev che non è stato incluso nella lista dei convocati. Davanti coppia Pjaca-Destro. Difesa a 3 con Masiello, Radovanovic (favorito su Goldaniga) e Criscito. Sulle corsie di centrocampo c’è un ballottaggio sulla sinistra tra Czyborra e Zappacosta ma con il primo titolare, il secondo potrebbe anche giocare sull’altra corsia scalzando Ghiglione. Per Zappacosta sarebbe la prima da titolare

C’erano un po’ di punti di domanda tra i biancocelesti: Simone Inzaghi sperava di avere a disposizione sia Acerbi che Lucas Leiva. Beh dopo la rifinitura possiamo dire che entrambi sono recuperati. Non solo: tutti e due potrebbero subito partire dal primo minuto. Il condizionale riguarda più Leiva: Acerbi sarà al centro della difesa mentre in mediana resta l’ipotesi Escalante. A sinistra ci sarà ancora Marusic mentre il partner di Ciro Immobile uscirà dalla sfida tra Muriqi e Caicedo con il secondo che ha recuperato sorpassando il compagno

PARMA-TORINO, domenica ore 15

E’ un gennaio intenso per Gervinho che, salvo soprese, salterà la sfida con il Torino. L’ivoriano non è ancora tornato in sede dato che sta ancora recuperando dal problema ai flessori. Laurini e Scozzarella sono tornati in gruppo ma il secondo sta per salutare Parma. A parte invece Grassi e Pezzella. Brunetta è in ballottaggio con Sohm. Le rotazioni e le possibilità sulla trequarti sono tante per Liverani che in attacco potrebbe rilanciare Cornelius dal primo minuto.

Rotazione nella difesa a 3 di Marco Giampaolo: Lyanco ha scontato il turno di squalifica e torna dal primo minuto con Nkoulou che slitta in panchina. Viaggia invece verso la convocazione Baselli, finalmente sulla via del completo recupero. Davanti coppia Verdi-Belotti. In mediana esce dalla formazione titolare Gojak: Lukic e Linetty sono i favoriti per stare ai lati di Rincon. Bonazzoli e Ansaldi invece restano in dubbio: problemi alla coscia per il primo, contrattura per il secondo.

ROMA-SAMPDORIA, domenica ore 15

L’assenza sulla sinistra di Spinazzola avrebbe dovuto lanciare Riccardo Calafiori. Il 18ene romano avrebbe giocato con tutta probabilità da titolare ma un risentimento al flessore lo ha messo nella lista degli indisponibili. La terza opzione quindi prevede Bruno Peres in fascia. Dietro tornano Smalling e Ibanez. Mirante non è ancora totalmente recuperato. Problemi anche per Pedro. Entrambi sono rimasti fuori dalla lista dei convocati. Pellegrini giocherà da trequartista e Villar agirà al fianco di Veretout in mediana.

Un rosso nell’ultimo turno del 2020 ha privato la Samp di Keita: l’ex Lazio non potrà quindi disputare il suo personalissimo derby contro la Roma. La buona notizia in casa blucerchiata riguarda il rientro in gruppo di Bereszynski. Con Ferrari ai box e Thorsby (recuperato) che dovrebbe agire in mezzo al campo, a destra ci sarebbe stato un buco davvero importante. La titolarità del polacco dipenderà ovviamente da come lo inquadrerà Ranieri dal punto di vista di ritmo e tenuta. In attacco sfida Quagliarella-La Gumina con Verre che dovrebbe essere sicuro del posto. In mediana rischia la panchina Adrien Silva mentre è duello tra Jankto e Damsgaard.

SPEZIA-VERONA, domenica ore 15

Formazione ancora da decidere per Vincenzo Italiano che deve far fronte alla squalifica di Terzi e alle positività di Acampora e Ricci. In difesa ci saranno Chabot ed Erlic e quindi niente conferma per Ismajli. In mediana favoriti Aguoumé e Pobega mentre davanti c’è un po’ di incertezza: Gyasi, Farias e Agudelo si giocano due maglie. La sicurezza è Nzola. Altro ballottaggio da risolvere è quello tra Marchizza e Bastoni sulla corsia sinistra difensiva con il secondo in vantaggio sul primo

Dopo aver saltato le ultime 6 giornate di campionato, Nikola Kalinic è pronto a rientrare. A Juric i gol degli attaccanti sono sempre mancati quest’anno e il croato si candida per una maglia da titolare anche se non è escluso che possa partire uno tra Colley e Salcedo con Kalinic messo a gara in corso. Dietro recuperano anche Lovato e Dawidowicz, rientri che permetteranno quindi al tecnico gialloblù di avere più opzioni. A centrocampo cerca spazio Ilic che ha messo a segno l’ultimo gol del 2020 del Verona

BENEVENTO-MILAN, domenica ore 18

Pippo Inzaghi sembra orientato a schierare il rientrante Hetemaj dal primo minuto al posto di Ionita. In difesa disponibile Maggio ma Letizia e Barba occuperanno le corsie esterne. Davanti pronto l’ex Lapadula supportato da Insigne e Caprari.

Un paio di ritorni importanti per Stefano Pioli che però dovrà rinunciare a Theo Hernandez causa squalifica (in fascia sinistra spazio a Dalot). A centrocampo riecco Kessié con Tonali confermato di fianco all’ivoriano. In difesa c’è il ritorno di Kjaer che si allena in gruppo dalla ripresa delle operazioni in quel di Milanello. Davanti Leao favorito con Rebic a sinistra.

JUVENTUS-UDINESE, domenica ore 20:45

Due assenti in casa Juventus. L’infermeria si è totalmente svuotata e contro l’Udinese mancheranno solo gli squalificati Cuadrado e Rabiot. A destra spazio quindi a Danilo con Alex Sandro sull’altro versante. Nessun dubbio per quel che concerne l’attacco con la coppia Morata-CR7 in rampa di lancio. A centrocampo invece si va verso Kulusevski titolare a destra al posto di Chiesa, con Ramsey favorito sul versante opposto. Capitolo Rabiot: dopo il ricorso accolto del Napoli, il centrocampista doveva scontare un turno di squalifica e la Juventus gli aveva fatto saltare l’ultima del 2020. A livello ufficiale però la sentenza di quel ricorso avrebbe avuto valenza solo dalla mezzanotte del giorno della sfida contro la Fiorentina. Quindi la Juventus non lo rischierà

Cambio obbligato nella difesa della squadra di Luca Gotti. Becao è infatti squalificato e quindi salterà la Juventus. Dentro De Maio da centrale con Bonifazi sul centro destra. In mediana ballottaggio tra Arslan e Walace con il secondo in leggero vantaggio. Restano ai box Jajalo, Okaka e Nuytinck con Forestieri recuperabile per (almeno) la convocazione. Ristabilito Deulofeu ma la coppia d’attacco favorita resta quella formata da Lasagna e Pussetto.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *