BASKET – SERIE A2, QUINTA SCONFITTA ALL’ULTIMO CANESTRO PER LA LUISS ROMA

90

LUISS – Ancora una volta l’ultimo canestro è fatale alla Luiss Roma: dopo Cremona, Forlì e Orzinuovi anche Nardò vince all’ultimo canestro per 94 a 93. Un’altra gara stregata per i ragazzi di coach Paccariè che mettono
tutto sul parquet, rimontano dal -15, Fallucca converte i liberi del 93-92 con 3 decimi alla fine: timeout e rimessa sul lato corto per Smith, 32 punti oggi, che si protegge col ferro e segna il canestro della vittoria.
Un film già visto, che aumenta la frustrazione di D’Argenzio e compagni, encomiabili oggi e spinti dai 1300 tifosi di casa. Ora la fase salvezza, con la Luiss che tra due settimane farà visita a Chiusi in una sfida che ha già il
sapore dello spareggio. Sì perché i punti in classifica non vengono azzerati e solo due squadre su sei si salvano: Cento 30, Nardò 24, Chiusi 20, Luiss Roma 18, Agrigento 16 e Latina 14 è la griglia salvezza con dieci partite da
giocare.
Passando alla cronaca, il primo quarto vede la Luiss partire molto bene, complice un’ottima difesa, che fa volare Villa e compagni sul 10-4. Nardò si mette in modo con un parziale 2-13 grazie ai tanti canestri di Parravicini
e il primo periodo si conclude sul 20-27.
Il buon momento salentino continua, anche a causa delle tante perse dei capitolini, con Nikolic che inchioda la schiacciata e Smith che segna a ripetizione (27-42 al 17’). L’energia e la sfrontatezza di D’Argenzio, ben coadiuvato da Salvioni, permettono alla Luiss di risalire la china fino al 40-46 con cui le squadre vanno all’intervallo.
Dopo il break, la Luiss c’è: tre canestri pesanti, due di Sabin e uno di Fallucca, fanno mettere la freccia ai capitolini. D’Argenzio raccoglie un rimbalzo offensivo e segna un potenziale gioco da tre punti, poi Fallucca
punisce dall’arco per il 69-66 dell’ultima pausa.
L’equilibrio si protrae, i capitolini vedono il traguardo andando a +5 (79-74 al 34’), Smith è un campione e lo dimostra rispondendo canestro su canestro.

Esplode il Palazzetto dello Sport sui due liberi di Fallucca, ma passano tre secondi e ad esultare sono i tifosi ospiti.
“Smith ha dimostrato di essere fortissimo nell’uno contro uno- ha dichiarato coach Paccariè al termine della gara- forse sull’ultimo possesso andava raddoppiato. Abbiamo dimostrato che possiamo fare bene questa parte finale del campionato, non dobbiamo guardare la classifica e i numeri, vogliamo dimostrare che in queste dieci partite il nostro punto di partenza è questo qui”.

Il tabellino
Luiss Roma – HDL Nardò Basket 93-94 (20-27, 20-19, 29-20, 24-28)

Luiss Roma: Tyler francis Sabin 19 (2/4, 4/7), Matteo Fallucca 17 (0/0, 5/7), Valerio Cucci 15 (2/4, 3/5), Domenico D'argenzio 14 (2/3, 3/7), Tyler Cain 13 (5/7, 1/1), Francesco Villa 9 (0/0, 3/5),  Matija Jovovic  2 (0/2, 0/2), Marco Pasqualin 2 (1/1, 0/3), Riccardo Salvioni 2 (0/2, 0/0), Riccardo Murri 0 (0/0, 0/0), Beniamino Basso 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 17 – Rimbalzi: 33 6 + 27 (Tyler Cain 16) – Assist: 11 (Tyler francis Sabin 4)

HDL Nardò Basket: Russ Smith 32 (8/11, 3/9), Matteo Parravicini 23 (5/8, 3/6), Andrea La torre 12 (1/2, 3/6), Wayne Stewart jr 11 (3/6, 1/3), Lorenzo Baldasso 9 (1/3, 2/3), Lazar Nikolic 3 (1/2, 0/1), Matteo Ferrara 3 (1/2, 0/0), Alessandro Ceparano 1 (0/0, 0/1), Andrea Donda 0 (0/1, 0/0), Antonio Iannuzzi 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 18 / 27 – Rimbalzi: 35 11 + 24 (Russ Smith 10) – Assist: 14 (Russ Smith, Matteo Parravicini 4)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *