Calcio. La Lazio contro la Sampdoria per uscire dalla crisi: le parole di Pioli

125

calcio logo serie a bis
Questa sera il posticipo della serie A vedrà impegnata una Lazio in cerca di rivalse.
La squadra continua a balbettare ed è lontana dalla compagine ammirata dello scorso anno. La Champions League è lontanissima mentre la zona retrocessione è sempre più vicina. I ragazzi capitanati da Lucas Biglia devono rimettersi in carreggiata e stasera sarà battaglia. La Sampdoria di Montella è anch’essa in crisi di risultati e dietro la Lazio di tre punti. Ai romani i tifosi chiedono il risultato pieno ma soprattutto una partita convincente.

Ecco le parole della conferenza stampa di Pioli:

“Lazio-Sampdoria è una partita molto importante, la più importante della stagione. Vogliamo vincere e invertire la rotta dell’ultimo periodo.

Stasera avremo una grande occasione, ma è chiaro che dovremo tornare a vincere mettendo in campo una prestazione degna. Voglio che i miei giocatori possano esprimersi per quello di cui sono capaci.

Non è semplice conoscere le intenzioni di Montella, appena arrivato, ma in questo momento è più importante il nostro approccio più che quello che metterà in campo l’altra squadra. Dobbiamo far vedere che abbiamo più voglia e più fame. Giocare il miglior calcio. Servirà qualsiasi cosa, determinazione, esperienza, lucidità.

Io rimango convinto che ci manca poco per trovare lo scatto di una volta. Voglio ritrovare la mia squadra e sono le piccole cose che possono fare la differenza: voglio più attenzione, più intraprendenza nella fase offensiva e più compattezza in quella difensiva.

Sembrerà una cosa ovvia da dire da parte mia, non ho mai visto la mia squadra così attenta e dentro la situazione come in questa settimana. Quindi mi aspetto di vedere una squadra che farà il suo gioco per novanta minuti.

Abbiamo avuto un inizio molto difficile, ci siamo ripresi ma nell’ultimo periodo ci siamo inceppati commettendo degli errori che non fanno parte del nostro DNA e sono errori che non fanno parte di noi. L’approccio alla gara è il fatto più penalizzante dell’ultimo periodo. Il gruppo è più compatto e unito che mai, hanno tutte le intenzioni di venirne fuori. Ora bisogna far parlare il campo, il lavoro quotidiano va riportato in gara. Ci è servito tanto il ritiro per lavorare bene, abbiamo lavorato bene, ma domani sera ci sarà l’unico verdetto che conta.

Sono molto dispiaciuto per la situazione che si è creata con la contestazione, ovviamente sono problemi che si sono creati non solo a causa del campo. I tifosi si aspettano risultati che vogliamo anche noi. Spero che si possa risolvere la situazione, sia sul campo che fuori.

Chiaramente apprezzo la stima dei tifosi, mi fa piacere e mi motiva ancora di più. Sono concentrato sul mio lavoro, poi sono consapevole del fatto che in Serie A ma nel calcio in generale se non porti risultati sei colpevole in parte. Io ho apprezzato molto l’atteggiamento dei nostri tifosi a Empoli. Venivamo da risultati molto negativi, ma nel pre-partita e nella gara ci hanno incitato e aiutato sempre. Poi dopo hanno contestato e fischiato perché giustamente non sono stati contenti del gioco. Ora come sempre serve l’appoggio anche loro per portare a casa i tre punti.

So benissimo come funzionano le cose, i meriti della passata stagione sono stati di tutti, dallo staff ai tifosi. Quest’anno i demeriti sono di tutti, ma io mi prendo la mia responsabilità. Non dimentico il nostro obiettivo ovvero mantenere la Lazio in Europa, siamo ancora in tempo per centrare queste posizioni.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.