Master Group Sport Volley Cup A1: l’Imoco Volley Conegliano è sola in vetta.

volley conegliano Megan Easy
L’Imoco Volley Conegliano si conferma capolista della Master Group Sport Volley Cup di Serie A1 Femminile. Le pantere di Davide Mazzanti vincono in tre set contro la Savino Del Bene Scandicci e salgono a 24 punti, davanti a tutte le altre squadre seppure con una partita in più rispetto alle immediate inseguitrici: a quota 23 ci sono Pomì Casalmaggiore, abile a sfruttare il turno interno e superare per 3-1 la Nordmeccanica Piacenza, e l’Igor Gorgonzola Novara, che esce vittoriosa dalla maratona del PalaNorda con la Foppapedretti Bergamo (2-3 con un match point annullato nel tie-break). Successi esterni importanti in chiave qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia della Metalleghe Sanitars Montichiari e del Club Italia: le bresciane passano nettamente al Mandela Forum contro Il Bisonte Firenze, mentre le azzurrine proseguono il momento d’oro e si aggiudicano per 3-1 la sfida con l’Obiettivo Risarcimento Vicenza.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 3-0 (25-23, 25-22, 25-15)
L’Imoco Volley Conegliano si conferma in testa alla classifica, e per di più in solitaria, grazie al successo per 3-0 sulla Savino Del Bene Scandicci. Un match che conferma la crescita delle pantere contro una squadra in salute che la squadra di coach Mazzanti ha domato nei primi due set per poi andare in scioltezza nel finale con una grande prova di squadra, impreziosita da una super Megan easy (18 punti), MVP del match.

Per la prima volta ritornano al Palaverde due ex pantere, Valentina Fiorin e Emiliya Nikolova, che sono premiate con un mazzo di fiori tra gli applausi dei 4.060 spettatori del Palaverde nell’immediato pre-gara.

Partenza forte di Scandicci che con la sua battuta mette subito in difficoltà la ricezione delle padrone di casa, specialmente di Robinson, trovandosi a condurre per 0-3. La reazione dell’Imoco arriva immediatamente con le sue americane Adams, Robinson e Easy Hodge che riportano le pantere in parità sul 7-7. Scandicci, trascinata dall’ex pantera Nikolova (15 punti alla fine), prova nuovamente ad allungare portandosi sul 7-9, ma l’Imoco non si scompone e grazie al suo gioco muro/difesa riesce a ricucire il gap e passa a condurre per 17-16. Nessuna delle due formazioni sembra riuscir a prendere il controllo del gioco, ma Easy e Robinson riescono a creare lo strappo decisivo per permettere alle pantere di conquistare il 1° set.

L’inizio del secondo set sembra la fotocopia del primo, con Scandicci che parte subito forte trovandosi a condurre per 1-4 e coach Mazzanti obbligato a chiamare subito uno dei suoi time out tecnici a disposizione. Il rientro dal time out è positivo per le padrone di casa che trascinate dalle due centrali Adams e Barazza e l’americana Easy riducono lo svantaggio andando ad impattare sull’11-11 e provando l’allungo grazie all’errore di Loda e l’attacco di Easy. Merlo e compagne però non mollano e grazie a due errori di Conegliano rientrano in battuta e con un lungolinea di Loda e un errore di Ortolani si ritrovano in vantaggio 15-17 costringendo Mazzanti a chiamare il suo secondo time out tecnico. Al rientro in campo, Scandicci continua a mantenere il vantaggio, ma una superlativa Easy (7 punti nel set) prende la squadra per mano e con una serie di prodezze manda avanti la squadra. Un muro di Barazza rompe l’equilibrio e da lì l’Imoco incamera anche il secondo set, per 25-22.

Nel terzo parziale le pantere partono subito forte trascinate dal duo Ortolani/Easy allungano sul 7-4 e costringono coach Bellano al primo timeout tecnico. Scandicci prova anche con la panchina – entra l’ex capitana gialloblu’ Fiorin, oltre a Lotti e Scacchetti -, ma ormai le giallobù hanno preso il ritmo giusto: Adams non sbaglia nulla (13 punti e 4 muri), Robinson e la scatenata Easy martellano da ogni posizione e il divario si amplifica a dismisura. Il ritmo dell’Imoco è altissimo, e arriva la terza vittoria consecutiva. Il set si conclude con la vittoria dell’Imoco per 25-15, con il muro finale di Adams.

Ora turno di riposo per Conegliano che chiuderà il 2015 il 22 dicembre contro Il Bisonte nell’ultima giornata di andata prima della sosta.

Valentina Fiorin, ex di turno: “Abbiamo fatto bene nei primi due set, rimanendo lì concentrate e attaccate all’Imoco fino alla fine, poi purtroppo in entrambi i casi ci siamo un po’ smarrite nel finale subendo molto i loro attacchi e sbagliando qualcosa. Nel terzo set ci sono scappate via subito e non siamo riuscite a reagire, peccato perché ultimamente stavamo andando bene, ma abbiamo perso con una grande squadra che ha un gioco veloce come non si vede nel campionato italiano, un gioco di matrice USA che sta dando i suoi frutti. Il ritorno mio e di Emiliya al Palaverde? Entrambe eravamo un po’ emozionate, qui è casa nostra ed è stato un piacere giocare di fronte a questo pubblico”.

Megan Easy, MVP del match, decisiva con i suoi attacchi: “Abbiamo fatto un po’ troppa fatica nei primi due set, rischiando qualcosa, poi per fortuna siamo state brave a tenere i nervi saldi nel finale dei parziali e a portare a casa il risultato. Nell’ultimo set è andato tutto molto meglio, siamo partite concentrate fin dall’inizio e i risultati si sono visti. La mia partita? L’intesa con Alisha (Glass) è automatica, ci conosciamo da quando eravamo teen ager e abbiamo giocato insieme tantissime partite, sarebbee strano il contrario!”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *