Volley. Campionato d’Europa: si parte

139

pallavolo 1

Poco più di due settimane fa l’Italia ha guadagnato la qualificazione olimpica, conquistando una bellissima medaglia d’argento nella World Cup.  Domani Gianlorenzo Blengini e i suoi azzurri cominciano una nuova avventura, altrettanto importante: il Campionato d’Europa.
Alle 21 (diretta su RaiSport1) Buti e compagni faranno il loro esordio contro l’Estonia, accompagnata da diverse centinaia di tifosi. Un’avversaria inedita a questo livello, guidata da Gheorghe Cretu, tecnico romeno (con una triennale esperienza in Italia, a Bassano del Grappa con una appendice a Massa). Quella baltica è una formazione che non deve essere sottovalutata, anche se la qualificazione l’ha strappata in extremis nel play off con la Svezia. E’ la prima tappa del trittico della prima fase, che proseguirà sabato con la sfida con la Croazia e finirà con l’atteso confronto di domenica con i transalpini di Laurent Tillie, che si presentano con il successo nell’ultima World League.
Mai come quest’anno l’Europeo si annuncia equilibrato ed indecifrabile. Ci sono almeno sette formazioni che ambiscono alle medaglie. Oltre agli azzurri, la Polonia campione del mondo, la Russia che ha vinto l’ultima edizione nel 2013, la già citata Francia, la Serbia finalista della World League in luglio, la Germania, terza dodici mesi or sono al Mondiale polacco e la Bulgaria, che ospiterà la fase finale della rassegna continentale.
Insomma una manifestazione come ha sottolineato più volte il ct azzurro, anche più difficile della stessa Coppa del Mondo, un torneo da seguire con interesse.
Gianlorenzo BLENGINI – “E’ un Europeo di grandissima qualità, un torneo a cui teniamo molto in cui vogliamo confermare le recenti prestazioni, come qualità e continuità di gioco, che abbiamo fatto in Coppa del Mondo. Non vediamo l’ora che inizi.”
Simone GIANNELLI – “Siamo reduci dall’aver raggiunto un grande risultato in Giappone, ma adesso dobbiamo cancellare tutto e ricominciare. Sarà un Europeo molto difficile, con molte squadre fortissime e di alto livello in cui non puoi sbagliare niente. Noi staremo attenti. Puntiamo al miglior risultato possibile.”
Filippo LANZA – “Torniamo in campo con la voglia di voler fare ancora bene. Abbiamo tante aspettative. Giochiamo in casa e il fattore campo è da sfruttare. Abbiamo tanta voglia d’iniziare.

Il calendario della prima fase
Pool A – 09/10: Repubblica Ceca-Olanda, Bulgaria-Germania; 10/10: Olanda-Germania, Repubblica Ceca-Bulgaria; 11/10: Germania-Repubblica Ceca, Olanda-Bulgaria.
Pool B – 09/10: Croazia-Francia, Italia-Estonia (ore 21 diretta Raisport1); 10/10 Francia-Estonia; Italia-Croazia (ore 20.30 diretta Raisport1); 11/10: Estonia-Croazia; Francia-Italia (ore 18 diretta Raisport1).
Pool C – 09/10: Slovenia-Bielorussia, Polonia-Belgio; 10/10: Bielorussia-Belgio, Slovenia-Polonia; 11/10: Belgio-Slovenia, Bielorussia-Polonia.
Pool D – 09/10: Slovacchia-Serbia, Russia-Finlandia; 10/10: Serbia-Finlandia, Slovacchia-Russia; 11/10: Finlandia-Slovacchia, Serbia-Russia.

I protagonisti del girone di Torino
Ecco le formazioni delle quattro squadre della pool di Torino in cui giocano gli azzurri

ITALIA
3 Daniele Sottile (1979) – Palleggiatore – 1,86
4 Luca Vettori (1991) – Opposto – 2,00
5 Osmany Juantorena Portuondo (1985) – Martello – 2,00
6 Simone Giannelli (1996) – Palleggiatore – 1,98
7 Salvatore Rossini (1986) – Libero – 1,85
9 Ivan Zaytsev (1988) – Opposto – 2,02
10 Filippo Lanza (1991) – Martello– 1,98
11 Simone Buti (1983) – Centrale – 2,06 (cap.)
13 Massimo Colaci (1985) – Libero – 1,80
14 Matteo Piano (1990) – Centrale – 2,08
16 Oleg Antonov (1988) – Martello– 1,98
18 Giulio Sabbi (1989) – Opposto – 2,01
19 Simone Anzani (1992) – Centrale – 2,04
22 Jacopo Massari (1988) – Martello– 1,85
All. Gianlorenzo Blengini
2° All. Mirko Corsano

FRANCIA
1 Jonas Aguenier (1992) – Centrale – 2,02
2 Jenia Grebennikov (1990) – Libero – 1,88
4 Antonin Rouzier (1986) – Opposto –  2,01
6 Benjamin Toniutti (1989) – Palleggiatore – 1,83 (cap.)
7 Kévin Tillie (1990) – Martello– 2,00
9 Earvin Ngapeth (1991) – Martello– 1,94
10 Kevin Le Roux (1989) – Centrale – 2,09
11 Julien Lyneel (1990) – Martello– 1,92
13 Pierre Pujol (1984) – Centrale – 1,86
14 Nicolas Le Goff (1992) – Centrale – 2,06
16 Nicolas Marechal (1987) – Martello– 1,98
17 Franck Lafitte (1989) – Centrale – 2,03
20 Nicolas Rossard (1990) – Libero – 1,83
21 Mory Sidibe (1987) – Opposto – 1,93
All. Laurent Tillie
2° All. Arnaud Josserand

CROAZIA
1 Tsimafei Zhukouski (1989) – Palleggiatore – 1,95
2 Dejan Skocic (1983) – Centrale – 2,02
3 Danijel Galic (1987) – Martello– 2,00
4 Mate Glaurdic (1992) – Libero – 1,90
5 Igor Omrcen (1980) – Opposto – 2,08 (cap.)
6 Ivan Raic (1989) – Opposto – 2,04
7 Sime Vulin (1983) – Centrale – 2,11
8 Sven Sarcevic (1990) – Libero – 1,78
10 Filip Sestan (1995) – Martello– 1,95
11 Toni Kovacevic (1983) – Martello– 2,00
12 Fran Peterlin (1993) – Martello– 1,97
13 Hrvoje Zelenika (1992) – Centrale – 2,00
14 Inoslav Krnic (1979) – Palleggiatore – 1,92
17 Ivan Mihalj (1990) – Centrale – 2,10
All. Igor Simuncic
2° All. Milorad Krunic

ESTONIA
1 Henri Treial (1992) – Centrale – 2,02
3 Keith Pupart (1985) – Martello– 1,95
4 Ardo Kreek (1986) – Centrale – 2,03
5 Kert Toobal (1979) – Palleggiatore – 1,89 (cap.)
6 Martti Juhkami (1988) – Martello– 1,95
7 Renee Teppan (1993) – Opposto – 1,97
9 Robert Täht (1993) – Martello– 1,91
11 Oliver Venno (1990) – Opposto – 2,10
13 Andres Toobal (1988) – Palleggiatore – 1,93
14 Rait Rikberg (1982) – Libero – 1,74
16 Madis Pärtel (1985) – Martello– 1,91
17 Timo Tammemaa (1991) – Centrale – 2,02
18 Rauno Tamme (1992) – Libero – 1,88
19 Andri Aganits (1993) – Centrale – 2,07
All. Gheorghe Cretu
2° All. Rainer Vassiljev




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.