Volley – CEV Champions League Volley 2021: filotto Igor Novara

61

Volley – CEV Champions League Volley 2021: filotto Igor, con il 3-2 al Chemik Police chiude meritatamente la prima ‘bolla’ in testa alla Pool E.

Terza vittoria in tre partite per la Igor Gorgonzola Novara nella prima ‘bolla’ della CEV Champions League Volley 2021. Dopo aver battuto la Dinamo Kazan martedì e il VK UP Olomouc mercoledì, le azzurre di Stefano Lavarini conquistano la vetta provvisoria della Pool E grazie al successo per 3-2 sul Grupa Azoty Chemik Police. Avanti 2-0, le padrone di casa subiscono il rientro delle polacche, guidate dalla ex Brakocevic, ma dominano il tie-break e concludono al meglio una tre giorni intensissima. Con 8 punti (contro i 7 del Chemik) la Igor dà appuntamento alle sue avversarie nella prima settimana di febbraio, a Stettino, per confermare il primo posto che significherebbe automatico passaggio ai quarti di finale della competizione.

Top scorer tra le novaresi l’opposta Smarzek con 22 punti, ma prestazioni rilevanti anche delle bande Bosetti (19) e Herbots (18), nonostante l’opposizione del muro polacco (ben 17 i block-in vincenti). MVP è eletta Hancock, che alla sapiente regia aggiunge le solite efficacissime serie al servizio. Da segnalare l’uscita dal campo di Washington nel corso del terzo set per un problema muscolare.

Da Novara a Scandicci. Si terrà nella casa della Savino Del Bene, da martedì 1 a giovedì 3 dicembre, la ‘bolla’ di andata della Pool A: oltre alle toscane di Massimo Barbolini, sarà impegnata anche la Unet E-Work Busto Arsizio di Marco Fenoglio. Insieme ai due team italiani, le tedesche dello Schwerin e le polacche del Rzeszow.

CRONACA

Terza vittoria per la Igor Volley di Stefano Lavarini, che si aggiudica al tie-break una bellissima battaglia con la formazione polacca del Police. Le azzurre, avanti 0-2, subiscono la rimonta della formazione ospite protagonista di una prestazione di altissimo livello. Fattore questo, che valorizza a maggior ragione l’ottima reazione di capitan Chirichella e compagne, autrici di un tie-break al limite della perfezione. Tra le azzurre, titolo di top scorer a Malwina Smarzek (22), mentre il premio di MVP è andato a Micha Hancock. Per Novara è la dodicesima vittoria consecutiva in casa nella fase a gironi di Champions League.

Novara al via con Hancock in regia e Smarzek in diagonale, Bonifacio e Washington centrali, Herbots e Bosetti schiacciatrici e Sansonna libero; la formazione polacca (guidata dal vice Kawka in assenza del primo allenatore Akbas, assente al torneo novarese) va in campo con Brakocevic opposta a Kowalewska, Kakolewska e Wasilewska al centro, Lukasik e Grajber in banda e Maj-Erwardt libero.

Novara sfrutta subito il servizio di Hancock (0-3, ace) per trovare il break (0-4), Lukasik reagisce (2-4) e due errori di Herbots portano le squadre sul 6-6, innescando un punto a punto che vede Novara avanti 9-11 (ace di Washington) prima del contro-break polacco con il 17-15 che costringe al timeout Lavarini. Bonifacio accorcia, Hancock impatta in battuta (19-19, ace) e dopo un botta e risposta (19-21, poi 21-21 firmato da Brakocevic), la Igor sfrutta l’innesto di Daalderop per andare 21-23 con due punti in fila dell’olandese. Herbots a muro trova il set ball, il Police, complici due clamorose sviste arbitrali su altrettante giocate fallose delle polacche, ne annulla ben quattro, poi Washington in primo tempo conquista il quinto set ball, trasformato da un attacco in rete di Brakocevic.

Il Police alza il ritmo (4-1), Lavarini ferma il gioco e Bosetti ricuce lo strappo in pipe (4-4) ma dopo il primo tempo di Washington (6-6) è il Police a tornare avanti con Grajber (9-6) a segno in maniout. Smarzek reagisce (9-9), Herbots sorpassa con l’ace del 9-10 e nonostante il timeout delle avversarie, le azzurre scappano 10-14 con l’ace di Washington e poi 10-15 con il primo tempo di Bonifacio, che a muro firma anche l’11-17. Novara tiene alto il ritmo fino al 14-21, poi Grajber in battuta (con l’aiuto del nastro, che le regala l’ace del 19-23) propizia un primo tentativo di rimonta (20-23) e nonostante la diagonale di Smarzek (20-24), il Police non si arrende. Wasilewska a muro fa 22-24, poi Bosetti in maniout chiude i conti (22-25).

Parte forte Police (7-4), Herbots rimane in scia (7-6, maniout) ma le polacche allungano 12-8 con l’ennesima chiamata errata dell’arbitro; Novara lotta, Washington in primo tempo fa 15-13 ma la centrale americana subisce un infortunio muscolare poco dopo e deve abbandonare la contesa (18-16). Scosse, le azzurre subiscono un brutto break (21-17) e poco dopo Brakocevic chiude in diagonale (25-21) un parziale da urlo per le polacche, chiuso con 0 errori.

C’è Chirichella nel sestetto azzurro ma Police continua a spingere forte (6-3, Wasilewska) mentre Novara si aggrappa a Bosetti per ricucire lo strappo (7-7). Il testa a testa prosegue fino al 12-12, poi in battuta il duello tra Grajber (16-12, ace) e Hancock (17-17 con due ace) vivacizza la sfida con Lukasik che piazza l’allungo decisivo sul 20-17. Novara lotta ma non riesce a rientrare, Brakocevic chiude 25-21 in diagonale e manda le squadre al tie-break.

Subito avanti le polacche nel tie-break ma Novara rientra 4-4 con Herbots e poi sorpassa con Smarzek che chiude in parallela uno scambio infinito (4-5). Bonifacio allunga il break (4-8), nonostante l’ennesima chiamata discutibile del direttore di gara; Chirichella sale in cattedra “stoppando” Brakocevic (5-10), poi inchioda il 5-11 ed è il preludio al finale: termina 6-15 con un attacco in rete di Wasilewska.

Penn State’s Micha Hancock laughs as she talks with reporters outside the locker room at the NCAA women’s volleyball tournament in Oklahoma City, Friday, Dec. 19, 2014. Penn State faces BYU in the championship game Sunday. (AP Photo/Sue Ogrocki)

Micha Hancock (regista Igor Gorgonzola Novara): “Siamo contente per le tre vittorie, non potevamo davvero aspettarci un avvio di Champions League migliore di questo. Siamo pienamente consapevoli che si tratti solo di un primo passo, ora dovremo completare il lavoro a febbraio, quando giocheremo in Polonia il secondo torneo. Sappiamo che ci aspettano altre tre battaglie ma ci faremo trovare pronte”.

Martina Grajber (schiacciatrice Grupa Azoty Chemik Police): “Sono orgogliosa della mia squadra, credo che abbiamo disputato tre giorni di altissimo livello e conquistato 7 punti che sono un bottino eccezionale. Possiamo recriminare un po’ per non essere riuscite a vincere dopo la bella rimonta ma credo che in questo momento dobbiamo solo essere contenti e orgogliose. Ci tengo a ringraziare gli organizzatori di questo evento, che è stato davvero ottimo, e la CEV che con questa formula ci ha permesso di giocare la Champions League, cosa a cui tenevamo moltissimo”.

Cristina Chirichella (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Sapevamo che sarebbero state tre partite importanti, difficili e ce l’abbiamo messa tutta pensando sfida per sfida; ci siamo portate a casa un gran bel bottino. Sapevamo che oggi avremmo dovuto imporre il nostro gioco, non stavamo giocando al meglio delle nostre possibilità, ma ci siamo fatte forza a vicenda. A febbraio saranno altre tre battaglie, con il Police a giocare in casa e Kazan che sarà diverso da quello incontrato in questi giorni. Saranno partite toste. Per me è stato ancora più emozionante, visto che ero fuori dal campo da un po’ e tornare a vivere la pallavolo in un contesto così importante è stato bello”.

Stefania Sansonna (libero Igor Gorgonzola Novara): “Non potevamo chiedere di più, abbiamo fatto una grandissima tre giorni, abbiamo vinto tutte le partite, lottato ogni giorno pensando un obiettivo alla volta. Oggi siamo state superiori di testa, abbiamo giocato un quinto set di qualità. Queste occasioni ci servono per fare esperienza in Champions League, dove spesso ti ritrovi a giocare con una fisicità diversa e un gioco diverso e veloce; oggi però mi piace pensare che siamo un grandissimo gruppo, in questi tre giorni siamo entrate in campo tutte dando un eccellente contributo in momenti molto importanti”.

IL TABELLINO
Grupa Azoty Chemik POLICE – Igor Gorgonzola NOVARA 2-3 (25-27, 22-25, 25-21, 25-21, 6-15) – Grupa Azoty Chemik POLICE: Grajber 7, Kowalewska 3, Kakolewska 4, Brakocevic Canzian 22, Wasilewska 14, Lukasik 21, Maj-erwardt (L), Baijens, Baldyga, Polec 7. Non entrate: Medrzyk, Zurawska (L). All. Akbas. Igor Gorgonzola NOVARA: Herbots 18, Bosetti 19, Hancock 5, Bonifacio 9, Washington 9, Smarzek-godek 22, Napodano (L), Sansonna (L), Populini, Zanette, Daalderop 3, Chirichella 4. Non entrate: Battistoni, Costantini. All. Lavarini. ARBITRI: Ivanov, Boulanger. NOTE – Durata set: 34′, 27′, 31′, 29′, 16′; Tot: 137′.

CEV CHAMPIONS LEAGUE VOLLEY 2020
POOL E
I RISULTATI DELLE GARE DI ANDATA
Martedì 24 novembre
Igor Gorgonzola Novara – Dinamo Ak-Bars Kazan 3-0 (25-19, 25-22, 25-13)
VK UP Olomouc – Grupa Azoty Chemik Police 0-3 (18-25, 19-25, 18-25)
Mercoledì 25 novembre
VK UP Olomouc – Igor Gorgonzola Novara 0-3 (17-25, 25-27, 20-25)
Grupa Azoty Chemik Police – Dinamo Ak-Bars Kazan 3-0 (25-21, 25-22, 25-18)
Giovedì 26 novembre
Dinamo Ak-Bars Kazan – VK UP Olomouc 3-0 (25-18, 25-17, 25-20)
Grupa Azoty Chemik Police – Igor Gorgonzola Novara 2-3 (25-27, 22-25, 25-21, 25-21, 6-15)

Classifica: Igor Gorgonzola Novara 8 (3-0), Grupa Azoty Chemik Police 7 (2-1), Dinamo Kazan 3 (1-2), VK UP Olomouc 0 (0-3).

TV E STREAMING
La Champions League Volley 2021 sarà su molteplici canali: Rai Sport HD, che ha rilevato i diritti di 10 gare della Champions League femminile, trasmetterà in diretta e in esclusiva il derby italiano tra Savino Del Bene Scandicci e Unet E-Work Busto Arsizio martedì 1 dicembre alle ore 17.30. Le altre gare saranno visibili sul canale Youtube della CEV e su Eurovolley TV (in abbonamento).

IL SITO UFFICIALE
Tutte le informazioni, i roster, le statistiche, le photogallery e tanto altro ancora sono disponibili sul sito ufficiale della Champions League Volley 2021.

LA FORMULA
Alla CEV Champions League Volley 2021 partecipano 20 squadre, divise in 5 Pool: 17 hanno ottenuto l’accesso diretto alla fase a gironi, gli altri 3 posti sono stati assegnati alle formazioni che hanno superano i due turni preliminari. Nella fase a gironi le squadre si incontrano in match di andata e ritorno, per complessivi 6 turni. Le prime classificate di ogni Pool e le migliori 3 seconde (le classifiche sono ordinate innanzitutto in base al numero di match vinti e solo successivamente al numero di punti conquistati) si qualificano ai quarti di finale, da disputarsi su gare di andata e ritorno ed eventuale Golden Set. Semifinali sempre su due gare e finalissima in gara secca in sede neutra.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *