ARGOS VOLLEY – Al via la Serie C, sabato in casa il primo fischio d’inizio

129

ARGOS VOLLEY – Tutto pronto in casa Argos Volley per l’esordio nel campionato di Serie C maschile in programma sabato alle ore 18:30 tra le mura amiche della palestra dell’istituto Gioberti di Sora. Per la quarta stagione consecutiva la Globo Banca Popolare del Frusinate si presenta ai nastri di partenza del torneo regionale, e lo fa puntando a obiettivi nuovi e di più brillante caratura.

Durante l’estate il confermato staff dirigenziale, composto dal Direttore Generale Carla De Caris, il Direttore Sportivo Stefano Frasca, e il Team Manager Valeriano Velocci, coadiuvato dal Presidente Enrico Vicini, ha operato rivoluzioni alla guida tecnica e sul fronte offensivo, andando proprio ad alzare l’asticella e a mostrare ambizioni verso nuovi traguardi.

Coach Fabio Corsetti è stato il primo nuovo arrivo, anzi, graditissimo ritorno in casa bianconera dopo averne vestito la maglia nella storica cavalcata dai campionati regionali a quelli nazionali.

“Questo incarico – racconta l’allenatore -, per me rappresenta la chiusura di un cerchio che si è aperto nel 2003 quando giovanissimo sono arrivato a Sora in serie C e si è interrotto nel 2009 dopo 3 campionati vinti e una serie A2 alla quale, con qualche rammarico, non ho preso parte. Per cui la serie C a Sora è stato il mio punto di partenza e ora quello di arrivo.

Ho sposato subito la filosofia e il progetto societario e sono molto entusiasta del fatto che i vertici abbiano visto in me una risorsa e un mezzo per, magari, far ripartire un ciclo. Questo è il mio sogno, ripercorrere da allenatore le stesse tappe vissute da giocatore. A distanza di anni ho ritrovato lo stesso ambiente, la stessa passione, la stessa energia. È stato come tornare a casa, e questo ha reso l’inizio del mio nuovo viaggio molto più semplice”.

A rinforzare la batteria d’attacco il braccio armato di Alex Skoreiko e la grande qualità di Piergiorgio Ciardi in posto 4, l’esperienza di Rudi Caschera e la sfrontatezza di Gabriele Sili al centro della rete.

Confermati i senatori di posto 3 Cristian Caschera e Stefano Vona, i registi Giandomenico Panarello e Davide Fava, gli schiacciatori Lorenzo Paoli e i giovanissimi Federico Marsella e Cristian Marconi. Sempre al loro posto, per la quarta stagione consecutiva, l’opposto Manuel Magnante e i liberi Francesco Iafrate e il capitano Pierpaolo Mauti.

“La squadra – spiega il coach -, è stata costruita sempre con lo stesso principio che la società da moltissimi anni persegue, con il focus sempre rivolto alla territorialità e al progetto giovanile. Abbiamo una squadra fisica dall’ossatura riconfermata. Nuova la diagonale di posto 4 con l’arrivo di Piergiorgio Ciardi, classe 2004, esordiente nella serie ma prontissimo tecnicamente e atleticamente ad affrontarla, e la ciliegina sulla torta, giocatore di grande esperienza che serviva in una squadra giovane, e che è stato chiamato proprio per alzare l’asticella del sestetto titolare, Alex Skoreiko.

La cosa più interessante della squadra è il potenziale in quanto, essendo giovane dal punto di vista tecnico e tattico, può crescere tanto.

La preparazione, partita a inizio settembre, prosegue molto spedita con i ragazzi che si impegnano tanto e con attenzione. Il gruppo è molto unito e soprattutto disponibile ai piccoli cambiamenti che sto apportando all’interno dei loro sistemi di gioco, metodologie diverse e funzionali alle situazioni della pallavolo perché la pallavolo è uno sport di situazioni”.

La serie C 2023/2024 è composta da 28 squadre divisi in due gironi, Sora è inserita in quello B e disputerà la regular season con formula all’italiana con partite di andata e ritorno.

“I gironi vengono definiti attraverso il sorteggio per cui l’equilibrio o meno viene stabilito dal caso. Nel nostro ci sono società storiche come Casal Bertone appena retrocessa, Ostia che ha vinto il campionato ma poi ha ceduto il titolo, Zagarolo sempre tra le candidate alla vittoria finale, Gaeta con sestetti di esperienza, Sempione con 3 innesti dalla serie B”.

Due le promozioni previste decretate al termine dei play off, una attraverso lo scontro al meglio delle tre gare tra le prime classificate di entrambi i gironi, mentre per l’altra il percorso è un po’ più lungo. Le seconde e terze classificate di entrambi i gironi si scontreranno al meglio delle tre gare, la vincente incontrerà in gara unica su campo neutro la perdente del play off tra le prime classificate.

Sei invece le retrocessioni, previste direttamente per le squadre classificate al 12°, 13° e 14° posto di entrambi i gironi.

Obbligatoria da quest’anno invece, la partecipazione alla Coppa Lazio prevista per entrambe le prime in classifica al termine del girone d’andata (13ˆ giornata).

“Un campionato da 26 gare è molto duro e la formula che non prevede promozione diretta al termine della regular season non mi sembra molto corretta in quanto ti ritrovi primo in classifica ma senza aver raggiunto alcun risultato che conta. Iniziamo sabato e terminiamo le gare di andata e ritorno a metà maggio, giocare tutte le fasi dei play off significa arrivare a metà giugno, 9 mesi di campionato è un tempo davvero molto lungo.

Detto questo, l’ambizione è quella di migliorare la posizione dello scorso anno ed entrare nella zona play off”




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *