Top Volley Cisterna conquista l’ottavo derby consecutivo con Sora e continua la rincorsa salvezza

Top Volley Cisterna – La Top Volley Cisterna sconfigge il Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-1 e conquista l’ottava vittoria consecutiva nei derby laziali con i volsci. I pontini, con questo quarto risultato positivo stagionale, salgono a quota 12 punti nella classifica di Superlega e continuano la rincorsa salvezza. Decisiva la reazione dei padroni di casa che, dopo aver vinto i primi due set (2-0) si sono fatti recuperare da Sora che ha trovato la forza di riaprire il match (2-1) ma nel quarto la grande reazione di Patry e soci che hanno chiuso 25-18.

Gianrio Falviene (Presidente Top Volley Cisterna): «E’ il primo passo nella nostra lunga traversata nel deserto, ora ci aspettano sei finali»

Lorenzo Tubertini (coach Top Volley Cisterna): «In campo ci sono stati anche i nostri avversari che non sono morti, tutt’altro. Tante partite ci sono scappate di mano per pochi punti, poi nel quarto set stavolta anziché crollare abbiamo dato un accelerazione importante. A cosa penso? Già alla prossima partita».

Mimmo Cavaccini (libero Top Volley Cisterna): «Dovevamo giocare prima contro le nostre paure e poi contro i nostri avversari, quando è così è sempre difficile. Mi è piaciuta la reazione che abbiamo avuto nel quarto set, abbiamo dato una grande risposta».

Simone Roscini (secondo allenatore Sora) «Peccato per il secondo set quando siamo riusciti a recuperare e abbiamo perso 25-23, siamo rientrati in partita e potevamo gestire meglio quel momento perché saremmo arrivati sull’1-1 e forse la partita avrebbe potuto prendere una piega diversa. Cisterna ci ha messo grandissima pressione con la battuta».

L’avvio di match della Top Volley Cisterna è come al solito a mille all’ora e il primo set è tutto dei pontini che s’impongono 25-15. Mai in discussione il parziale con la Top Volley che passa dall’8-5 al 10-6 con una fiammata, poi dal 12-7 Patry va al servizio e piazza un break di quattro punti con due aces di fila (16-7) ed è lo strappo decisivo del set che poi vede anche Palacios molto incisivo (22-13) mentre Sora si dimostra fallosa dalla linea dei nove metri (cinque errori) sul 24-15 va al servizio Patry, la ricezione è nel campo della Top e Sottile deve solo spingere a terra il pallone che in 24 minuti chiude un set condotto in vantaggio dall’inizio alla fine con un attacco migliore (68% contro il 56% di Sora) e anche una ricezione più precisa (82% a 40%) e quattro aces a zero.

Più equilibrato il secondo parziale ma la Top Volley Cisterna lo porta a casa 25-23 dopo una battaglia di 33 minuti. Sora più costante e meno fallosa mentre la Top Volley cala un po’ con il servizio ma è sempre avanti con un discreto margine (9-7, 13-11 e 17-11). Sul 20-18 Tubertini cambia Patry con Karlitzek ma Sora trova il 20-19 e allora serve il time-out per spezzare il ritmo: si combatte punto a punto e Sora arriva fino al 23-20 ma Grozdanov e Scopellitti sbagliano la battuta e la Top Volley ringrazia con Alberto Elia che chiude 25-23. I pontini archiviano il parziale con sei muri punto e tantissime palle toccate mentre Sora ha sbagliato quattro servizi.

Nel terzo spicchio di gara la Top Volley concede a Sora la possibilità di riaprire il match e cede 24-26 dopo essere stata costantemente avanti (6-1, 11-16 e 13-8) ma Sora ricuce lo svantaggio e inizia a mettere moltissima pressione con la battuta così dal 20-17 si passa al 23-23 e fino al 24-26 che fa sorridere Sora che ha attaccato meglio (54% contro 44%) e trovato più punti a muro (tre a zero).

Alla Top Volley serviva la vittoria da tre punti per continuare la rincorsa salvezza e il quarto set è stato cruciale: Patry e compagni si sono imposti 25-18 davanti a un pubblico sempre in piedi nel finale anche quando Sora, con la forza della disperazione e giocando una partita di grande intensità, ha annullato quattro match point consecutivi. In avvio di quarto set la Top Volley ha iniziato a dare tanta pressione dalla linea dei nove metri, Palacios e Van Garderen molto positivi e Cavaccini tornato definitivamente ai livelli di inizio stagione tanto da meritarsi il premio come MVP: Top Volley avanti 9-5, poi i pontini ancora a martellare dal 16-11 al 19-11 con Palacios al servizio. Sul 24-15 Sora ha annullato quattro set point ma la Top Volley aspettava solo la fine per poter iniziare a pensare già alla partita con Padova di domenica prossima.

Il giorno successivo alla vittoria nel derby laziale con Sora la Top Volley Cisterna continua la preparazione in vista del prossimo match con Padova di domenica prossima alle 18:00, sempre al palazzetto dello sport di Cisterna di Latina.

Il successo arrivato con il Sora è stato l’ottavo consecutivo su altrettanti match giocati tra le due squadre nella Superlega: in classifica la Top Volley è salita a 12 punti e si giocherà la salvezza nelle ultime sei giornate. «Quella con Sora è stata la prima partita del nostro nuovo campionato, abbiamo voluto la vittoria e l’abbiamo conquistata – chiarisce il coach Lorenzo Tubertini – ora c’immergiamo in un ciclo di partite dove gli sforzi che finora abbiamo seminato ci devono portare nuovi frutti. Per ottenere dei risultati o delle imprese è importante saper uscire dalle grandi difficoltà, non serve il rammarico e non ci serve la compassione perché è un gruppo che vuole con tenacia rimanere agganciato a ciò che pensa di meritare. Per noi da oggi Padova sarà la nostra unica sfida da affrontare». Molto concentrato sulla prossima partita anche Andrea Rossi. «Prima della partita con Sora c’era molta tensione, frutto di un periodo complicato, siamo entrati in campo subito molto concentrati e in battuta abbiamo messo subito pressione ai nostri avversari – chiarisce il centrale toscano – dobbiamo stare attenti a quei momenti di calo che abbiamo nel corso del match ma questa vittoria è un risultato positivo, sia perché si trattava del derby che fa comunque piacere vincere, ma soprattutto per la classifica. Padova? È una squadra che ha messo in difficoltà Trento e va affrontata servendo bene e lavorando bene a muro e in difesa».

STATISTICHE – L’opposto francese Jean Patry con 336 punti è salito al terzo posto nella classifica generale dei migliori realizzatori della Superlega, alle spalle di Nimir Abdel Aziz (primo con 431 punti) e di Leon, secondo con 339 punti realizzati. Il «Bombardier» della Top Volley è secondo nella classifica degli attacchi vincenti (293 punti) dietro Abdel Aziz (357). Nella partita con Sora la Top Volley è entrata tra i top-team di giornata con il maggior numero di battute vincenti, ben 11. Dalla linea dei nove metri esulta il centrale canadese Arthur Szwarc che, con le quattro fiammate personali contro Sora, è salito attualmente al sesto posto nella graduatoria degli aces con 26 punti diretti.

TOP VOLLEY CISTERNA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-1

TOP VOLLEY CISTERNA: Peslac, Szwarc 12, Cavaccini (lib.), Van Garderen 15, Sottile 5, Patry 23, Karlitzek 2, Elia 1, Rossi 5, Palacios 16. Ne: Rpssato, Onwuelo, Rondoni. All. Tubertini

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Alfieri, Sorgente (lib.), Caneschi 6, Fey, Joao Rafael 13, Vam Tilburg 12, Grozdanov 13, Scopelliti, Mauti (lib.), Miskevic 4, Di Martino 10, Radke 2.

Arbitri: Goitre e Vagni
Parziali: 25-15 (24’), 25-23 (33’), 24-26 (35’), 25-18 (28’)
Statistiche: Cisterna: ricezione 49% (29%), attacco 54%, aces 11 (err.batt. 10), muri pt. 10; Sora: ricezione 39% (16%), attacco 50%, aces 8 (err.batt. 11), muri pt. 7;
MVP Mimmo Cavaccini (Top Volley Cisterna)
Spettatori: 1.012




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *