VOLLEY – CBF BALDUCCI MACERATA-VOLLEY BERGAMO 1991 SI CONCLUDE 3-2

159

CBF Balducci Macerata torna al successo superando al tie break il Volley Bergamo 1991 al Banca Macerata Forum nella nona di andata. Una vittoria fondamentale ottenuta in una partita dai due volti, con le ragazze di Paniconi che giocano alla grande i primi due set con una gestione del servizio super e un attacco sempre efficace, oltre ad un muro granitico. Il parziale più equilibrato è il terzo, la arancio-nere sembrano avere ancora in mano il match poi lo strappo nel finale di Bergamo e il netto calo in casa maceratese si ripercuotono sul quarto set che finisce facilmente in mani lombarde. Nel tie break è battaglia vera, la CBF Balducci HR trova la lucidità e la forza dei primi set e chiude 15-13 facendo esultare il Banca Macerata Forum, guidata dalla Fiesoli MVP con 21 punti (67% in attacco). Top scorer del match la schiacciatrice di Bergamo Lanier, 26 punti. Pesano anche i 15 muri messi a segno dalle arancio-nere.

Coach Paniconi (Lipska out) parte ancora con Ricci in palleggio, Malik opposta, al centro Cosi-Molinaro, Abbott-Fiesoli in banda, Fiori libero. Napodano è in panchina come schiacciatrice, in rosa anche le giovanissime Luciani e Piccotti. Per coach Micoli all’inizio in campo Gennari-Lorrayna, Stufi-Butigan, May-Cagnin, Cecchetto libero.

Bergamo parte subito forte con i colpi dell’opposta Lorrayna e della centrale Stufi (2-7) ma Malik da posto uno guida il tentativo di rimonta CBF Balducci HR (5-8). Le lombarde forzano molto il servizio trovando però qualche errore e le maceratesi ne approfittano per arrivare al -1 con Malik e poi Fiesoli (11-12), la parità arriva sull’attacco out di Cagnin (13-13). La schiacciatrice di Bergamo sbaglia ancora (15-13), al suo posto entra Partenio: la CBF Balducci HR allunga con gli ace di Malik e Molinaro (19-15), Micoli inserisce anche Lanier per May. Il muro di Ricci tiene a distanza Bergamo (21-17), Molinaro punge ancora in battuta (23-17), Fiesoli (100% in attacco con 6 punti) chiude da posto quattro 25-18. La CBF Balducci HR attacca al 70%.

Macerata riparte fortissimo nel secondo set ancora con il servizio (6-1 con doppio ace di Cosi), Molinaro si esalta di nuovo a muro (8-2) e Ricci a filo rete inventa il 10-3. Battuta e muro continuano a fare la differenza per le ragazze di Paniconi (13-6 con Cosi), Micoli cambia opposta inserendo Frosini e Bergamo risale al -5 sull’errore di Malik (15-10) poi l’opposta si riscatta subito (17-11). Fiesoli piazza due muri consecutivi (20-13), l’attacco arancio-nero non cala di intensità, Abbott propizia il 24-17 e Malik (6 punti nel set) chiude 25-18. Sono 5 i muri CBF Balducci HR nel secondo parziale.

Stesso copione in avvio di terzo set, servizio arancio-nero sugli scudi e Cosi sotto rete chiude il 4-1, Bergamo risale con i colpi di Lorrayna e Lanier (6-6) e ritrova il vantaggio col muro di Butigan (7-8). Cosi si fa sentire ancora a muro (10-9), Abbott allunga con un colpo di furbizia (14-12) me le lombarde (di nuovo con Frosini in campo) non mollano e sorpassano di nuovo con l’ace di Lanier (16-17). Stufi ferma Malik (17-19), al suo posto entra Okenwa che però sbaglia (17-20): Bergamo alza il livello a muro e servizio (ace Frosini, 18-23), Cagnin chiude 19-25. I 3 ace e i 5 muri delle lombarde fanno la differenza.

Bergamo spinge subito sull’acceleratore nel quarto set (1-4 e 2-6) con la CBF Balducci HR che ora fatica in attacco e anche in ricezione (ace del 3-9 e del 6-14 con Gennari). Paniconi prova la carta Milanova per Ricci e Okenwa per Malik ma ora la partita è tutta nelle mani delle bergamasche che dominano in ogni fondamentale (8-18) complice l’evidente calo di tensione in campo arancio-nero. Okenwa trova il contrattacco dell’11-19, il match però scivola verso il tie-break nonostante gli ace della neo entrata Quarchioni (14-22) e di Molinaro (16-23): 16-25 il finale. Bergamo attacca al 54%.

Nel tie break Abbott prima sbaglia in attacco poi mura (3-3), Lanier non trova il campo (5-4) e Fiesoli spinge ancora in attacco (7-6) ma è Bergamo a cambiare campo avanti 7-8. Ancora Fiesoli inventa il 9-8 poi Malik butta a terra il +2 (10-8), Frosini fallisce il possibile pareggio (12-10) e Cosi firma l’ace del 13-10. Lanier mette giù il 13-12 ma il primo match ball è arancio-nero (14-12): alla seconda occasione chiude Abbott 15-13.

IL TABELLINO

CBF BALDUCCI HR MACERATA: Cosi 10, Napodano, Fiori (L), Abbott 15, Luciani (L), Ricci 3, Quarchioni 1, Okenwa 2, Molinaro 11, Milanova, Fiesoli 21, Malik 16, Poli n.e., Piccotti n.e.. All. Paniconi

VOLLEY BERGAMO 1991: Bovo, Butigan 6, Partenio 3, Cecchetto (L), Lorrayna 7, Cicola (L), Turlà n.e., May 1, Frosini 9, Lanier 26, Cagnin 8, Stufi 10, Gennari 3. All. Micoli

Parziali: 25-18 (24’), 25-18 (24’), 19-25 (24’), 16-25 (23’), 15-13 (18’)

Note: spettatori 750. Macerata 11 battute sbagliate, 7 ace, 15 muri vincenti, 43% in attacco, 42% in ricezione (27% perfette). Bergamo 9 battute sbagliate, 7 ace, 7 muri, 43% in attacco, 46% in ricezione, 26% perfette).

LE INTERVISTE ALLE PROTAGONISTE

Alessia Fiesoli (MVP – schiacciatrice CBF Balducci HR Macerata): “Siamo felici perché in settimana abbiamo lavorato tanto, stasera non abbiamo mai mollato nonostante le difficoltà incontrate durante la gara e sono arrivati due punti fondamentali. Nei giorni scorso abbiamo spinto tanto in ogni allenamento e oggi si è visto il risultato. Sono fiera della mia squadra, adesso che le partite saranno meno frequenti riusciremo ad allenarci un po’ di più sono convinta che potremo dire la nostra in questo campionato”.

Beatrice Molinaro (centrale CBF Balducci HR Macerata): “Finalmente sono arrivati questi punti in classifica, dopo due set giocati alla morte siamo un po’ calate, merito anche di Bergamo che è cresciuta in battuta e a muro. Ma nel tie break siamo tornate, sono orgogliosa di questa squadra. Ora speriamo di proseguire così, mercoledì ci aspetta una sfida complicatissima con Conegliano, speriamo poi di riuscire ad allenarci di più e continuare a migliorare”.

Luca Paniconi (allenatore CBF Balducci HR Macerata): “In questo momento non c’è nessun rammarico, abbiamo vinto una partita difficilissima e già uscire da questa gara con un successo è una gran cosa. Bergamo veniva da tre vittorie di fila ed ha ottimi elementi, dunque due punti molto importanti per la classifica e per la fiducia. Pieno merito alle ragazze per aver ottenuto questo risultato”.

Emma Cagnin: “E’ stata una partita particolare, abbiamo iniziato forse troppo convinte che sarebbe stata facile e ognuno andava per conto suo. Siamo riuscite a cambiare mentalità nel terzo set e abbiamo riacciuffato la gara, nel tie break Macerata ha però messo a terra più punti e si è preso la vittoria. Impareremo dai nostri errori”.