Vip Journalists – La storia e la carriera di Maria Luisa Busi

81

Vip Journalists – L’intento di Romanews-lasupervisione24.com è portare a conoscenza i nostri lettori dei giornalisti che in Italia e nel mondo lavorano per l’informazione tanto da aver creato una pagina a loro dedicata chiamata “Vip Journalists”.

L’esordio italiano è tutto per Maria Luisa Busi (Milano, 24 marzo 1964) giornalista, conduttrice televisiva e scrittrice italiana apre la nostra rubrica sul mondo del giornalismo. Domani invece di porteremo in Russia….. seguiteci!

Maria Luisa Busi (Milano, 24 marzo 1964) è una giornalista, conduttrice televisiva e scrittrice italiana.

Laureata in psicologia e iscritta all’albo dei giornalisti professionisti dal 1989, Maria Luisa Busi è entrata in RAI dopo aver lavorato in emittenti cagliaritane (Videolina). Nell’ottobre 1991 è entrata al TG1 di Roma conducendo il giornale di Unomattina (Rai 1) per poi passare all’edizione principale delle ore 20, diventandone uno dei conduttori principali. Nel 1998 ha interpretato sé stessa nel film Gallo cedrone di Carlo Verdone. È sposata dal 24 giugno 2004 con il giornalista del TG3 Riccardo Chartroux. Su spinta dell’allora direttore del TG1 Gianni Riotta il 12 ottobre 2006 ha inauguratola via dell’editoriale da studio.

Nel marzo del 2010 concede un’intervista a La Repubblica in cui prende posizione contro l’allontanamento dal TG1 dei suoi colleghi Tiziana Ferrario, Paolo Di Giannantonio, Piero Damosso e Massimo De Strobel, per decisione del direttore Augusto Minzolini: al quotidiano la Busi parla di “rappresaglia” e di un “clima irrespirabile” che fa perdere ascolti al telegiornale[. Minzolini replica alla Busi inviandole una lettera di formale contestazione per aver concesso l’intervista senza averne chiesto l’autorizzazione, contestando inoltre il presunto calo dell’Auditel. Alla Busi, in quanto membro del Consiglio nazionale della Federazione della Stampa, è comunque garantita la facoltà di esprimere opinioni nell’esercizio delle sue funzioni di sindacalista, oltreché il rilascio di interviste senza preventiva autorizzazione. Già a febbraio si era registrato uno scontro tra i due, quando la giornalista, inviata del TG1, aveva espresso in diretta un giudizio negativo sulla situazione all’Aquila dopo il terremoto del 2009, da lei considerata più grave di quanto non fosse stato prospettato dal TG1 e dagli altri telegiornali.Il 21 maggio 2010 Maria Luisa Busi, in conseguenza dei persistenti contrasti con la linea editoriale del direttore Augusto Minzolini, ha rassegnato le dimissioni dalla conduzione del TG1 delle 20.

Nell’autunno del 2010 ha condotto la trasmissione Articolotre su Rai 3, trasmissione sospesa dopo un mese per scarsi ascolti. A novembre 2010 è uscito il suo primo libro Brutte notizie nel quale parla della sua esperienza in Rai e di come sia cambiato il modo di fare giornalismo tralasciando i problemi dei cittadini e diventando sempre più schierato politicamente. Nel libro racconta, tra l’altro, di come Silvio Berlusconi nel 1992, durante un colloquio per un’offerta di lavoro insieme a Gianni Letta, la definì «un bel bocconcino».

Riconoscimenti  Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi (1998) per un servizio degli Speciali TG1 sull’immigrazione a Milano Premio Saint Vincent di giornalismo (2005) Premio Borsellino informazione contro la mafia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *