Calcio – Serie B – Ascoli-Benevento 0-1, Sottil: “Meritavamo noi di passare il turno

253

Calcio – Ascoli-Benevento 0-1 in una partita del primo turno dei play off del campionato di Serie B. Gol decisivo di Lapadula al 38′ pt.

I campani si qualificano per le semifinali, in cui affronteranno il Pisa, con partita di andata al Vigorito il 17 maggio e ritorno in Toscana il 21.
Oggi, nell’altra partita del ‘preliminare’, si affronteranno Brescia e Perugia, e da questo confronto uscirà la rivale del Monza nelle semifinali del 18 e del 22.

LA PARTITA

l sogno dell’Ascoli finisce, quello del Benevento continua. I quarti dei playoff di Serie B sorridono alla formazione di Caserta, che passa il turno nel match in casa del team marchigiano grazie al goal di Lapadula nella prima frazione. Team di Sottil eliminato: niente Serie A.

Per il match in gara unica contro il Benevento, Sottil si era affidato a Maistro sulla trequarti, con Collocolo a centrocampo. In difesa Bellusci, con Dionisi regolarmente in attacco. Per Caserta invece Improta e Calò, Glik al centro al pari di Barba.

Pochi grandi spunti nella prima frazione, ma Ascoli più pericoloso. Padroni di casa in avanti con i colpi di testa Botteghin e Maistro, ma è Dionisi ad impegnare Paleari alla parata da posizione defilata. Il Benevento attende il momento giusto, sfruttando una delle poche indecisioni dei bianconeri.

Al minuto 38 Masciangelo mette in mezzo per Lapadula: l’attaccante italo-peruviano si fa vedere per la prima volta durante il match, colpendo di testa sul cross del terzino e battendo così Leali per l’1-0 con cui si chiude il primo tempo.

La ripresa non cambia le carte in tavola: l’Ascoli ci prova maggiormente, senza però trovare la conclusione vincente. Il Benevento rischia, riuscendo però a mantenere inviolata la porta per tutto l’arco della gara.

Paleari è sicuro su Dionisi e il nuovo entrato Bidaoui, il migliore in campo degli ospiti nel tenere fermo il risultato fermo sull’1-0 fino alla fine. Al Benevento, cinico, basta il goal del suo capocannniere. Nel finale animi caldi, Dionisi espulso per aver colpito il volto di Calò, a terra.

SOTTIL

L’allenatore dell’Ascoli Andrea Sottil ha parlato nella sala stampa dello stadio “Del Duca” al termine della gara persa contro il Benevento nel turno preliminare dei playoff del campionato di Serie B.

Sono molto dispiaciuto, se c’era una squadra che doveva passare il turno era la nostra. Nel primo tempo abbiamo creato tantissimo, abbiamo giocato in modo straordinario, loro hanno segnato alla prima occasione. Nella ripresa poi la gara ha preso una certa piega con tante interruzioni e perdite di tempo. Noi siamo usciti ed entrati dalla partita, a livello emotivo non era facile con il tempo che passava. Uscire dai playoff così fa male, molto male, dispiace per i tifosi, i ragazzi e per la società. Di fronte avevamo una squadra di valore e molto esperta che ha fatto tanta ostruzione. Nella ripresa forse ci è mancata un po’ di lucidità ma non ho nulla da recriminare alla squadra. La nostra gente ha risposto presente anche stasera ed ha partecipato in massa, l’applauso finale fa piacere. Ho un altro anno di contatto e sto molto bene, se non mi cacciano via ripartiró da qui. Dobbiamo rialzare la testa subito, ci sono tutte le basi per essere protagonisti anche nella prossima stagione anche se ci saranno piazze importanti e ricche. Il progetto deve continuare partendo dai punti fermi. Ho preso una squadra sepolta viva sportivamente a Dicembre 2020, l’abbiamo portata ad una salvezza insperata per tutti. Quest’anno siamo ripartiti per migliorare e siamo arrivati a fare numeri da primi in classifica nel ritorno. Ripartiamo da questi giocatori, dallo zoccolo duro e dall’entusiasmo della piazza e dei tifosi, senza rimpianti”.

CASERTA

Ecco il commento di Caserta dopo la vittoria ottenuta sull’Ascoli: “Era importante azzerare il finale di campionato che sicuramente non è stato dei migliori. Ho sempre detto che questi ragazzi hanno dei valori umani soprattutto dal punto di vista umano. Confido in loro perché nei momenti di difficoltà danno sempre qualcosa in più. Il gruppo forte si vede in questi momenti. Sono contentissimo per loro perché hanno attraversato delle giornate non facili, ma hanno lavorato sempre duro. Il percorso è ancora lungo, ci sono due gare difficili, ma era importante dare un segnale a noi stessi. Siamo questa squadra: lottiamo palla su palla, rimediamo all’errore mettendoci una pezza per poi ripartire”.

SCELTE – “In un gruppo forte si può contare su tutti. Senza l’aiuto dei ragazzi posso fare ben poco. Tutti ci tenevano a passare il turno. Ci voleva una giornata del genere perché ne avevamo bisogno. Ripeto, sono contentissimo per loro perché hanno lavorato in silenzio accentando le critiche: oggi meritano gli elogi. Ci tengo a fare un ringraziamento a Valentina Vigorito, la figlia del presidente, lei sa perché. Sono contento e la ringrazio in maniera particolare”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *